Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
5Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Per una nuova politica dell'economia turistica Internet based

Per una nuova politica dell'economia turistica Internet based

Ratings: (0)|Views: 2,302|Likes:
Published by Michele Vianello
Il contributo del VEGA e mio personale
Il contributo del VEGA e mio personale

More info:

Published by: Michele Vianello on Aug 03, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/03/2012

pdf

text

original

 
 
Draft per il Bando“Cluster Tecnologici Nazionali”Tecnologie per “SmartCommunities”
Draft a cura di Michele Vianello - Proprietà di VEGA scarlVersione del 27 luglio 2012
 
I PARTNER DEL PROGETTO
I territori da coinvolgere nel progetto sono quelli che implementando e qualificandodiversamente l’uso delle tecnologie I.C.T.manifestano l’esigenza di sviluppare in modoinnovativo:- la promozione delle attività economiche turistiche (economia del turismo);-la gestione dei flussi turistici (prevalentemente nei comuni e nelle città d’arte);-la riqualificazione/valorizzazione di particolari ambiti cittadini (o territoriali) di valorestorico o ambientale;- l’innovazione della concezione e della qualità delle struttura ricettive, coniugandol’intelligenza e la sostenibilità ambientale) per intercettare le esigenze dei nuovi “turismi”;-la valorizzazione dei beni culturali.E’ sempre di più avvertita l’esigenza di dotare le”governance cittadine” di strumenti digestione delle attività economiche legate al turismo.Ciò per prevenire il degrado del tessuto urbano e dell’ambiente conseguenti ad un uso delterritorio non gestito, e al contempo migliorare la qualità dell’offerta ricettiva a partire dallarealizzazione di una nuova generazione (o riqualificazione dell’esistente) di edificiintelligenti ed ecosostenibili.Si ritiene che questa strada, se percorsa con decisione, sarà quella che consentirà, neltempo, la sostenibilità e lo sviluppo dell’economia turistica.Ci si propone di promuovere, nel corso dello sviluppo del progetto, partnership traAmministrazioni Regionali e Amministrazioni locali (i “luoghi topici” del turismo italiano),imprese private aderenti al cluster, Istituti di ricerca.Alle Amministrazioni pubbliche chiederemo principalmente un “contributo” di dati informato open e la disponibilità ad ospitare e a sperimentare i pilot obiettivo della ricerca.Per dati in formato open si intende anche il risultato della digitalizzazione del patrimoniod’arte nella loro disponibilità.Nella compagine andranno coinvolte oltre alle imprese private del settore I.C.T. anche glioperatori del turismo al fine di sviluppare importanti sinergie tra tutti i soggetti interessati.Istituti di ricerca, aziende che operano nell’ambito della “green economy” sarannointeressati alla partership soprattutto per sviluppare inediti indici di “sostenibilitàambientale” dell’economia turistica.
PREMESSA-L’EVOLUZIONE DEL SETTORELA DOMANDA E’MAGGIORMENTE INNOVATIVA RISPETTO ALL’OFFERTA?
Quello del turismo è considerato il settore economico in maggiore e costante crescita neiprossimi anni. Nonostante la crisi economica mondiale, i proventi derivanti dall’industriadel turismo costituiscono una ricchezza insostituibile per molte città europee. E’un’economia, quella del turismo estremamente pervasiva dei tessuti urbani.Proprio per questo il turismo “non gestito”, nel tempo, deturpa e depaupera i luoghi,generando nel lungo periodo anche un danno economico per le comunità locali.I luoghi, le città, i beni artistici ambientali e culturali, vanno anche essi considerati comedelle “risorse finite” e come tali vanno gestiti.Milioni di persone in tutto il mondo utilizzano la libertà di movimento e il raggiuntobenessere economico per viaggiare e conoscere. Non ci riferiamo esclusivamente alturismo tradizionale proveniente dai paesi occidentali. L’intero mondo globale viaggia,vuole conoscere, vuole progredire culturalmente.Perciò l’idea delle attività turistiche è oggi profondamente cambiata rispetto al passato.
Draft a cura di Michele Vianello - Proprietà di VEGA scarlVersione del 27 luglio 2012
 
Chi viaggia per una vacanza è innanzitutto una persona che esprime bisogni, capacità dispesa, livelli culturali diversi. Il “cliente” turista concepisce la vacanza non solo in funzionedella propria capacità di spesa, ma anche in conformità al proprio livello culturale e aipropri interessi.Ad esempio è venuta meno la rottura concettuale e temporale tra viaggio, vacanza, lavoro.Oggi, come dimostreremo più avanti, il viaggio per business è una delle fonti più forti diinnovazione perché esprime una domanda di servizi assolutamente inedita.Ecco perché la “
variabile tempo”
sta influenzando in modo decisivo la concezione “delviaggio”. Si è passati infatti dal modello di “domanda/offerta” basato su periodi di feriemediamente lunghi (una volta nell’anno lavorativo) a periodi di ferie (e/o di vacanza) brevie frazionati nel tempo.Non si tratta quindi, per le “governance” cittadine e per gli operatori, di soddisfare genericibisogni identici per tutti (turismo di massa depersonalizzato), ma bisogni ben definiti,individuali.È opportuno, allora, parlare di diversi «turismi» e di settorializzazione del bisogni edell’offerta.Il turista dell’inizio del XXI secolo è tendenzialmente un soggetto che vuole programmare,prevalentemente senza intermediazione alcuna, la propria visita, la vacanza, il viaggio,con tempi di prenotazione che vanno dal “last minute”, alla prenotazione con largoanticipo.Il turista avverte inoltre il bisogno di ottimizzare il proprio “tempo/vacanza”. Il viaggioorganizzato in modo tradizionale non offre questa opportunità.Nell’affermarsi di questo costume, assume un peso determinante la convinzione di poterspuntare, per conto proprio, condizioni economiche e servizi migliori rispetto a quantoofferto dai soggetti che tradizionalmente intermediano le attività del turismo come leagenzie. Le guide tradizionali (cartacee) non sembrano in grado di rispondere più a questeesigenze. Il turista inoltre sembra indirizzarsi verso i luoghi e i servizi che sono staticondivisi con i propri “simili” attraverso lo strumento del passa parola.Questo fenomeno di massa è stato reso possibile dallo sviluppo della rete WEB e dalladiffusione degli smartphone che consentono una costante connettività in movimento.IlWEB è il mezzo attraverso il quale questi bisogni si stanno esprimendo in forme inedite.Costituiscono ormai casi di studio i fenomeni Expedia o Tripadvisor, siti attraverso i quali ituristi acquistano, programmandole, le proprie vacanze, ed esprimono il proprio feedbacksulla qualità dei servizi, contribuendo così al formarsi di un giudizio collettivo.Scelte individuali e giudizi generali contraddistinguono, seguendo lo stile Web 2.0, lanuova generazione di viaggiatori.
Il turismo è uno dei settori dell’economia dove, sempre di più, si afferma la figuradel “prosumer”
Secondo una ricerca resa nota recentemente da Google, nel 2011 il 53% dei viaggiatoribusiness venivano influenzati nelle loro scelte finali dal web (il 37% leasure); per il 69% deiviaggiatori business la pianificazione del viaggio avviene attraverso il web (il 62% leasure);prima di pianificare un viaggio si visitano di media 22 siti web attraverso 9,5 sessioni diricerca; il turista business usa per il 70% il mobile (smartphone/tablet) come strumento diprenotazione e di check. I viaggiatori usano poi condividere attraverso video, foto,socialnetwork i loro viaggi. (Il 26% dei viaggiatori business pubblica video di viaggio -il11% leasure-, il 52% dei business pubblica foto ecc.).Infine, nel mondo, il 32% del volume dei pagamenti attraverso strumenti di ecommerce, ègenerato dai voli aerei, il 26% per pagare la “vacanza” in quanto tale.Tali percentuali sono raddoppiate in brevissimo tempo e sono destinate ad aumentareancora in modo esponenziale parallelamente all’incremento dell’uso del mobile, alladiffusione di Internet ecc..
Draft a cura di Michele Vianello - Proprietà di VEGA scarlVersione del 27 luglio 2012

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->