Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Alfred Van Vogt - 1946 Il Segreto Delgi Slan

Alfred Van Vogt - 1946 Il Segreto Delgi Slan

Ratings:

5.0

(1)
|Views: 47|Likes:
Published by Antonio Mele

More info:

Published by: Antonio Mele on Aug 05, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/04/2013

pdf

text

original

 
ALFRED E. VAN VOGTIL SEGRETO DEGLI SLAN(Slan, 1946)1.
La mano di sua madre, che stringeva la sua, sembrava dighiaccio. Mentre camminavano di buon passo per lastrada, la paura che lei provava si trasformava in unasoffocata ma rapida pulsazione che dalla sua mente sitrasferiva a quella di lui. Centinaia di altri pensieribattevano alla sua coscienza, provenendo dalla folla chescorreva da una parte e dall'altra, e dall'interno degli edificiche costeggiavano. Ma solo i pensieri di sua madre eranochiari e coerenti... e pieni di timore.«Ci stanno seguendo, Jommy», trasmetteva il suo cervello.«Non sono del tutto sicuri, ma sospettano qualcosa. Abbiamo rischiato una volta di troppo a venire nellaCapitale, anche se speravo che questa volta avrei potutofarti vedere come facevano gli Slan a entrare neisotterranei dov'è nascosto il segreto di tuo padre. Jommy,se succede il peggio, sai quel che devi fare. Abbiamo fattole prove tante volte. E, Jommy, non ti spaventare e non tiagitare. Anche se hai solo nove anni, sei intelligente quantoun ragazzo umano di quindici
 
Non ti spaventare! Facile da dirsi, pensò Jommy, ma lenascose il proprio pensiero. A lei non piaceva che glielonascondesse, che frapponesse fra di loro quello schermodeformante. Ma c'erano dei pensieri che bisognavanascondere. Lei non doveva sapere che anche lui avevapaura. Era anche una cosa nuova ed eccitante. Si sentivaeccitato ogni volta che arrivava nel cuore di Centropolidalla tranquilla periferia dove vivevano. I grandi parchi, ichilometri di grattacieli, il tumulto della folla, gli sembravanosempre più belli di come glieli dipingeva la suaimmaginazione: ma bisognava aspettarselo che nellaCapitale del mondo tutto fosse grande. Lìc'era la sede del Governo. Lì, da qualche parte, viveva Kier Gray, il Dittatore assoluto dell'intero pianeta. Tanto tempoprima — secoli prima — gli Slan erano stati padroni diCentropoli, durante il breve periodo del loro dominio.«Jommy, senti la loro ostilità? Senti ancora le cose dalontano?»Lui divenne teso. L'onda continua di indeterminazione cheproveniva dalla folla che li circondava divenne un vortice diclamore mentale. Da qualche parte gli giunse l'eco di unpensiero:«Dicono che ci siano ancora degli Slan che vivono inquesta città, malgrado tutte le precauzioni e l'ordine disparare a vista».

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->