Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
5Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Tesina relatività ristretta

Tesina relatività ristretta

Ratings: (0)|Views: 1,353|Likes:
Published by Martino Mensio
Tesina di maturità Liceo Scientifico PNI
Argomenti: relatività ristretta, spazio-tempo di Minkowski, relativismo di Pirandello, quarta dimensione del cubismo
Tesina di maturità Liceo Scientifico PNI
Argomenti: relatività ristretta, spazio-tempo di Minkowski, relativismo di Pirandello, quarta dimensione del cubismo

More info:

Categories:Types, School Work
Published by: Martino Mensio on Aug 17, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/04/2014

pdf

text

original

 
Mensio Martino 1
Sommario
MAPPA CONCETTUALE ................................................................................................................... 1
 
INTRODUZIONE ALLA TEORIA DELLA RELATIVITÀ RISTRETTA.......................................................... 2
 
L’ETERE ........................................................................................................................................... 2
 
RELATIVITÀ RISTRETTA (O SPECIALE) .............................................................................................. 4
 
S
IMULTANEITÀ
...................................................................................................................................... 4
 
D
ILATAZIONE DEL TEMPO
........................................................................................................................ 5
 
C
ONTRAZIONE DELLE LUNGHEZZE
.............................................................................................................. 6
 
C
OMPOSIZIONE DELLE VELOCITÀ
............................................................................................................... 6
 
D
INAMICA RELATIVISTICA
........................................................................................................................ 7
 
C
ONFERME SPERIMENTALI
....................................................................................................................... 8
 
NUOVI PROBLEMI ........................................................................................................................... 8
 
LO SPAZIO-TEMPO DI MINKOWSKI ................................................................................................. 9
 
RELATIVITÀ E RELATIVISMO ..........................................................................................................10
 
P
IRANDELLO E IL RELATIVISMO CONOSCITIVO
............................................................................................. 11
 
IL CUBISMO E LA QUARTA DIMENSIONE .......................................................................................12
 
BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA .........................................................................................................13
 
Mappa concettuale
 
Mensio Martino 2
Introduzione alla Teoria della relatività ristretta
All’avvento del XX secolo la Fisica sembrava aver analizzato e compreso la totalitàdei fenomeni naturali. In campo astronomico le leggi di Keplero spiegavano il moto deipianeti con le orbite ellittiche. Nella seconda metà del XVII secolo Newton avevaelaborato la legge di gravitazione universale. Nel XIX secolo infine Maxwell aveva fattochiarezza anche sui fenomeni elettromagnetici, che avevano fatto scervellare un grannumero di fisici. L’uomo sentiva di avere piena conoscenza del mondo che locircondava e gli esperimenti a livello macroscopico confermavano completamente leteorie fisiche del periodo.Tuttavia esisteva una inconciliabilità di fondo fra la fisica di Newton e quella diMaxwell. Per la prima, infatti, ogni mutua azione si manifesta istantaneamente. Adesempio negli urti fra corpi, l’energia si trasferisce istantaneamente, non c’è un tempodi reazione, sia nel caso in cui consideriamo forze che agiscono con il contatto, sia nelcaso di forze a distanza. Pertanto anche la forza gravitazionale viene considerata“immediata”.Invece secondo le recenti teorie di Maxwell le onde elettromagnetiche sipropagano con una velocità finita, corrispondente a quella della luce. Le leggi di questateoria elettromagnetica entrano in crisi combinate con le leggi della relatività classicase consideriamo il seguente esempio. Una sorgente di onde elettromagnetiche vieneesaminata da due osservatori
ed
′
tali che, rispetto ad essa,
′
è in quiete mentre
è in moto relativo. Maxwell afferma che le onde elettromagnetiche si propagano avelocità finita
, quindi entrambi gli osservatori dovrebbero aver ragione. Ma come èpossibile che la velocità della luce sia uguale alla somma di se stessa con un’altravelocità non nulla? Il conflitto fra le due teorie sembrava che dovesse portare ad unarevisione o della relatività classica galileiana o delle leggi dell’elettromagnetismo;ciononostante la revisione di una qualsiasi delle due fu respinta dall’impiantotradizionalista del mondo della fisica, impedendo la critica di visioni condivise dallamaggior parte degli uomini di scienza. Alla fine la soluzione a questo dilemma fu piùrivoluzionaria del previsto, perché portò alla distruzione dell’assolutezza di concettiuniversalmente accettati dal senso comune.In questa tesina verranno trattate le principali innovazioni introdotte da un nuovomodo di interpretare i fenomeni naturali e saranno esposte alcune conseguenze incampo umanistico.
L’etere
Riprendendo il problema della velocità della luce, è fondamentale esporre unmodello che era già nato nel XVIII secolo ed offriva una soluzione semplice a questodilemma: è la teoria dell’
etere
 
luminifero
.Etimologicamente riprende il termine aristotelico usato per denominare la quintaessenza; tale teoria, infatti, prevede l’esistenza di una materia interstellare dotata dicaratteristiche tali da permettere il trasporto di luce. Nel XIX secolo, con l'affermarsidella teoria ondulatoria della luce di Young e Fresnel, l'esigenza di postulare un mezzomateriale per la propagazione si fa più stringente e così nasce questa sostanza, la cuiesistenza non era provata da nessun esperimento. Il problema della luce si risolse conl’affermare che le onde elettromagnetiche si propagano a velocità
c
nell’etere, che erail sistema di riferimento assoluto. Tale affermazione aveva una conseguenza

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads
Martino Mensio liked this
Martino Mensio liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->