Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Di Stretto Ambient e

Di Stretto Ambient e

Ratings: (0)|Views: 0|Likes:

More info:

Published by: Comitato Tutela Porto Miggiano on Sep 04, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

02/21/2014

pdf

text

original

 
 
CONFINDUSTRIA Puglia
 
PPRROOTTOOCCOOLLLLOODDIIIINNTTEESSAA 
DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIESEDELL’AMBIENTE (DIPAM)
Legge Regionale n. 23 del 3 agosto 2007
 
 
 Distretto Produttivo dell’Ambiente
1
GLI ATTORI PER L’ATTUAZIONE DEL PROTOCOLLO D’INTESA
- Nicola De Bartolomeo, in qualità di legale rappresentante di
Confindustria Puglia
,con sede in Bari, alla Via Demetrio Marin, n. 3,- Luigi Sportelli, in qualità di legale rappresentante di
Confindustria Taranto
, con sedein Taranto, alla Via Dario Lupo, n. 65,
ORGANIZZAZIONI SINDACALI REGIONALI
- CIGL, CISL e UIL;
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI che sottoscrive il presente protocollo mediante “scheda disottoscrizione”
- Corrado Petrocelli, in qualità di legale rappresentante dell’
Università degli Studi diBari,
con sede in Bari, alla Piazza Umberto I, n. 1,
IMPRESE operanti sul territorio regionale che sottoscrivono il presente protocollomediante “scheda di sottoscrizione”
… omissis …
 
PROTOCOLLO D'INTESAPER LA DEFINIZIONE DI UN ACCORDO VOLTO AL RICONOSCIMENTO DEL“DISTRETTO PRODUTTIVO DELL’AMBIENTE” (DIPAM)AI SENSI DELL’ART. 3 DELLA LEGGE REGIONALE 23/2007,EDA COSTITUIRE UNA STRUTTURA ORGANIZZATIVA.
 
 Distretto Produttivo dell’Ambiente
2
NEL PROSIEGUO“LE PARTI”
Vista 
la Legge 5 ottobre 1991 n. 317, relativa a "Interventi per l'innovazione e lo sviluppodelle piccole imprese";
Visto 
l'articolo 36 della Legge 5 ottobre 1991 n. 317, che detta disposizioni per la definizionee l'individuazione dei distretti industriali;
Vista 
la Legge Regionale n. 17 del 30-11-2000 "Conferimento di funzioni e compitiamministrativi in materia di tutela ambientale", Art. 2, che recita “Sono esercitati dalla Regionetutti i compiti e lefunzioni amministrative di cui agli articoli 70 e 73 del D.Lgs. 112/1998, salvoquanto disposto dall’articolo 18 della presente legge, e tra questi, in particolare, quelliconcernenti:a. l’elaborazione e l’adozione di un programma regionale per la tutela dell’ambiente;b. la determinazione delle priorità dell’azione ambientale;c. il coordinamento degli interventi ambientali;d. la ripartizione delle risorse finanziarie assegnate tra i vari interventi”.
Vista 
la Legge Regionale n.7 del 14.06.2007 “Disposizioni in campo ambientale, anche inrelazione al decentramento delle funzioni amministrative in materia ambientale”;
Visto 
il Decreto Legislativo 3 Aprile 2006 n. 152 e s.m.i., concernente norme in materia ditutela ambientale;
Vista 
la Legge Regionale n. 23 del 3.08.2007, disciplinante la creazione e l’organizzazionedei distretti produttivi;
Vista 
la Legge Regionale n. 36 del 14.12.2007, che modifica l’art. 4 della legge regionale del3 agosto 2007, n. 23;
Premesso che: 
- la Commissione delle Nazioni Unite per l'Ambiente e lo Sviluppo nel rapportoBrundtland del 1987 definisce sostenibile "uno sviluppo in grado di soddisfare i bisognidelle generazioni attuali senza compromettere la capacità delle generazioni future di

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->