Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Pronomi Diretti e Indiretti

Pronomi Diretti e Indiretti

Ratings: (0)|Views: 833|Likes:
Published by acid_nally

More info:

Published by: acid_nally on Nov 02, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/26/2014

pdf

text

original

 
GLIELO DICO ALLA MAESTRA!
Un pronome è una piccola parte della frase che serve a sostituire un nome.Esistono pronomi che sostituiscono un complemento diretto (cinon introdotto da nessunapreposizione) e pronomi che invece sostituiscono il complemento indiretto (introdotto dallapreposizione “a”).
Vedi quel palazzo? Sì, lo vedo.
(“lo” = “quel palazzo”)
 Prestami la matita per favore!
(“mi” = “a me”)
PRONOMI DIRETTI
singolarepluraleI persona
mici
II persona
tivi
III persona maschile
loli
III persona femminile
la (La)le
PRONOMI INDIRETTI
singolarepluraleI persona
mi
(= a me)
ci
(= a noi)II persona
ti
(= a te)
vi
(= a voi)III persona maschile
gli
(= a lui)
gli
(= a loro)III persona femminile
le / Le
(a lei / a Lei)
 
Note alle tabelle:
Bisogna prestare particolare attenzione ai pronomi perchè è molto facile confondersi!
Attenzione anche a non confondere i pronomi diretti e indiretti di prima persona plurale con il "ci"locativo o altre particelle.
Alcuni pronomi (gli, le, la, lo) si scrivono esattamente come gli articoli determinativi: occhio!
I pronomi diretti e indiretti di prima e seconda persona (mi, ti, ci, vi) sono identici.
Un pronome che inizia con maiuscola non è un errore di stampa, bensì un pronome che si usa con laforma di cortesia (cioè quando diamo del "Lei" ad una persona).
Il pronome indiretto di terza persona plurale è uguale per maschi e femmine (sempre "gli").
Ricordiamo che in italiano il complemento diretto di persona non è introdotto dalla preposizione "a".Diciamo infatti "Conosco Claudio" e non "Conosco a Claudio". Il pronome da usare in questo caso è"lo": "Lo conosco", e NON "Gli conosco".
POSIZIONE DEI PRONOMI ALL'INTERNO DELLA FRASE
►I pronomi si usano quasi sempre prima del verbo.
Ti chiamo appena posso. Non voglio in regalo vestiti rosa. Non li sopporto! Mia sorella ha un fidanzato nuovo, ma ancora non lo conosco. Mi vuoi bene? Certo, anzi, ti amo!Signora, Le posso suggerire un Nero d'Avola per accompagnare il secondo?
 
►Con un verbo all'imperativo il pronome va alla fine del verbo, unito.
 Dateci retta un attimo! Fatelo respirare. È il compleanno di Laura. Offriamole da bere!Se hai già preparato tutti i documenti inviameli per email entro questo pomeriggio.
►Ricordiamo che alcuni verbi hanno una doppia forma per l'imperativo alla II persona singolare: unanormale e una abbreviata. Essi sono:andarevai / va'daredai / da'farefai /fa'starestai / sta'diredi' (ha un'unica forma irregolare)►Con verbi al gerundio o all'infinito il pronome va sempre alla fine (nel caso dell'infinito la "e" finalesi perde).
Questi fiori sono molto delicati: tagliandoli, appassiscono velocemente. Elena è ancora arrabbiata con me... cosa dovrei fare secondo te? Chiamarla oppure no?
►Nel caso di un verbo seguito da un infinito (o un gerundio), il pronome può andare prima del verbo odopo l'infinito o gerundio.Questi verbi sono tutti i modali (potere, dovere, sapere, volere), i verbi servili e i fraseologici(cominciare a, finire di, stare per, stare + gerundio, etc.).
 Lorenzo è così antipatico che non posso sopportarlo. Lorenzo è così antipatico che non lo posso sopportare.
►I pronomi seguono le regole generali dell'apostrofo. Quindi, esattamente come succede con gliarticoli, apostrofiamo davanti a vocale, davanti alla lettera "h", e non apostrofiamo mai al plurale.
Questa volta m'hai fatto veramente arrabbiare.
(non obbligatorio)
 L'abbiamo capito subito che ci stavate facendo uno scherzo.Gli hai detto di richiamare stasera?
("Gli" fa eccezione e non si apostrofa).►In presenza di un verbo al passato prossimo con un pronome, il participio concorda in genere enumero con il complemento diretto.
 Hai comprato le mele? No, non le ho ancora comprate. Abbiamo cercato Alice al parco ma non l'abbiamo vista. Davvero hai studiato i pronomi questa settimana? A me sembra che non li hai studiati per niente...
La seconda forma di questi verbi è obbligatoria quandousiamo un pronome. Inoltre quasi tutti i pronomi (tranne"gli") raddoppiano in questo caso la consonante inziale:
 È arrivata Anna, valla a chiamare. Dammi il tuo numero di telefono. Facci un favore: chiudi le finestre prima di uscire.Stammi a sentire, quello che ti sto dando è un ottimoconsiglio! Di' che sei stato tu. Dillo!

Activity (3)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->