Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Objectivity

Objectivity

Ratings: (0)|Views: 10|Likes:
Published by Federico Orsini
Hegel today
Hegel today

More info:

Published by: Federico Orsini on Nov 08, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOCX, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/01/2013

pdf

text

original

 
1
K.Brinkmann, Idealism Without Limits, Springer, 2011C
apitolo I: Il problema dell’oggettività come problema della modernità
Perché Hegel?
Nella cultura filosofica e non solo è dato registrare oggi un diffuso consenso intorno
all’opinione che l’oggettività sarebbe
una specie di costrutto o il risultato di determinati atti diinterpretazione.La rilevanza contemporanea della filosofia di Hegel è spiegata dalla circostanza che essa daun lato sostiene una radicale forma di immanenza della verità
al pensiero e dall’altro permette didifendere l’oggettività della conoscenza.
 
Impostazione
 
L’intento del primo capitolo consiste nel collocare la rilevanza di Hegel
sullo sfondo di unasituazione storico-filosofica che si estende dalla modernità al dibattito contemporaneo seguendo ilfilo conduttore rappresentato dal
 problema
 
dell’oggettività. L’a
nalisi della situazione si articola in
quattro momenti: I) l’individuazione della radice della ‘crisi della soggettività’ nella ‘svoltariflessiva’ impressa dalla filosofia di Cartesio; II) l’esame di alcuni argomenti ‘tradizionali’ (cioè,appartenenti a taluni indirizzi della filosofia moderna) a difesa dell’oggettività; III) l’esame dialcune difese contemporanee dell’oggettività, facenti capo all’antirealismo delle filosofiedell’interpretazione di Abel e Rescher; IV)
 
il suggerimento dell’opportunità di cercare soluzioni alle
aporie sollevate dagli argomenti esaminati nella filosofia trascendentale di Kant e nel rimedio ai
suoi ‘limiti’ fornito dalla strategia della
Fenomenologia dello spirito
di Hegel.
Contenuti
I)
L’A., concordando con una presentazione del problema dell’oggettività proposta da
Davidson, parte
dall’assunzione generale che la nostra concezione della ‘realtà’ (intesa qui come
sinonimo di oggettività) non è mai né vuota (cioè predisposta a ricevere passivamente il quadro di
una realtà ‘esterna’ a ogni forma di concettualizzazione) né ipotetica, ma
è caratterizzata piuttostoda determinate assunzioni di sfondo, che sono di natura metodologica e ontologica e differiscono a
secondo degli ambiti dell’attività teoretica e pratica.
 
 Nell’indagare le cause
del
l’atteggiamento
 
(volendo, potremmo dire della ‘
posizione del
 pensiero rispetto all’oggettività’) che rende problematica, cioè bisognosa di giustificazione,l’assunzione generale, l’A. risale al cambiamento di paradigma introdotto da Cartesio, secondo il
 
2
quale l’oggettività (la conoscenza oggettiva) dev
e cadere interamente entro il soggettivo, e nedetermina le ragioni e il risultato.
Le ragioni sono: a) l’apertura di uno
hiatus
ontologico tra mente e mondo, tra la sferaimmanente
dell’
intimità del pensiero con se stesso e la sfera assolutamente trascendente di unarealtà esterna e inaccessibile al mentale (cfr. I e II Meditazione metafisica); b) una concezionereferenziale o rappresentativa della verità; c) uno
hiatus
epistemologico tra le idee avventizie e leloro cause (le idee che rappresentano le cose corporee non somigliano alle cose corporee).
Il risultato (nel senso dell’effetto storico
-filosofico) del paradigma inaugurato da Cartesio è
il fenomeno generale che l’A. chiama ‘crisi della soggettività’, cioè l’incapacità del sog
gettoepistemico di certificare come oggettivo ciò che esso sa essere il prodotto di un processo soggettivo.II.
Gli argomenti ‘tradizionali’ a difesa dell’oggettività corrispondono a due indirizzi ‘classici’
del pensiero moderno: da un lato, il
realismo
delle metafisiche fondazionaliste (Spinoza, Leibniz,nonchè lo stesso Cartesio), con il loro ricorso al principio logico di non-contraddizione, al principio
metafisico di ragion sufficiente e alla stipulazione di entità soprasensibili ad hoc; dall’altro, l
a
 posizione di immanenza mentale
della filosofia empirista (per dirla con Kant, la posizione
dell’idealismo empirico), per la quale tutto ciò che diciamo sugli oggetti del mondo che trascendono
questa immanenza risulta essere solo una congettura o ipotesi più o meno ben fondata.
In particolare, l’esame dell’immanentismo mentale conduce l’A. a discutere cosa
significhi
aderire a un dato, col risultato che dalla posizione di immanenza mentale non c’è modo di affermarese lo ‘stimolo’ sia effettivamente ‘dato’
, cioè derivi da una fonte indipendente dal soggetto
epistemico, o se sia il prodotto dell’autoaffezione del soggetto, né c’è modo di stabilire se contenga
o meno informazioni (contenuti conoscitivi) indipendenti dal soggetto. La teoria causale delrapporto tra stimolo e dato sensoriale è una semplice ipotesi.III.
Le difese contemporanee dell’oggettività che l’A. considera qui sono quelle posizioni
secondo le quali
l’immanenza non della mente ma dell’esperienza descrive i limiti del mondo.
 Le fonti delle
‘filosofie dell’interpretazione’, che si pongono come forme di antirealismosenza idealismo, vengono rintracciate nel pragmatismo americano, nell’interpretazionismo di Nietzsche e nell’ermeneutica di Gadamer.
 
Di fatto, l’A. prende in esame le filosofie dell’interpretazione di Günter Abel e di Nicholas
Rescher. Di seguito enuncio le tesi e i problemi di queste forme di filosofia.
 
3
In generale, la filosofia dell’interpretazione è una forma fondazionale di filosofia cheassume l’ ‘interpretatività’, cioè l’attività di interpretare l’esperienza, come un tratto primordialedell’esistenza umana. ‘Interpretare’ significa l’essere
-nel-mondo individuale e comune di unacomunità di soggetti linguistici.Le tesi principali sono le seguenti:a)
 
L’interpretazione è un
riferimento di tipo semiotico (non congetturale) al mondo,stratificato su livelli di crescente complessità e tale da contenere un elemento diindeterminatezza;b)
 
Comprendere i segni è un’ attività esposta a
d
un’ ‘alterità’ che risiede intrinsecamente
negli oggetti che devono essere interpretati;c)
 
Il riferimento è inscrutabile;d)
 
Non può esistere una correlazione definitiva tra segno e significato o tra segno e oggetto(il referente), il che apre alla possibilità di scegliere opzioni ontologiche.Problemi:-
 
Anche
se si sostiene che l’oggettività è una funzione delle forme del pensiero,quest’ultime non hanno uno statuto universale, in quanto sono valide solo relativamente
a specifiche forme di vita e visioni del mondo.-
 
L’interpretazionismo non dispone di una base
metodologica per mostrare che le praticheinterpretative
entro
i contesti dati (tantomeno
 fra
contesti dati) sono giuste o sbagliate omigliori o peggiori di pratiche alternative.-
 
Per l’interpretazionismo non c’è un punto di vista al di sopra della forma d
i vita di voltain volta in questione, dal quale giudicarla come un tutto. Ogni riflessione su e ognicritica di una forma di vita può avvenire solo entro di essa ed è sempre espressione di unlivello derivativo, appropriante e particolare di interpretazione, non del livello
‘primordiale’
, universale o categorializzante.
In sintesi, le filosofie dell’interpretazione intendono fondare l’oggettività in forme di
pensiero che sono inserite in forme di vita, le quali, tuttavia, a causa della pretesa inesauribilità delle
determinazioni del reale e della posizione prospettica dei ‘contesti di pensiero’ o schemi concettuali
che gli interpreti di fatto accettano, sono incapaci di una giustificazione in senso fortementeoggettivo ossia normativo.
L’A., a questo punto, suggerisce di cercare il metodo richiesto per dimostrare l’oggettivitàdella posizione di immanenza dell’esperienza in un
metodo trascendentale
di qualche tipo, come
quello sviluppato da Kant, basato sull’idea che ci siano strutture a priori (non empiric
amente

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->