Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword or section
Like this
8Activity
×
P. 1
Alex Schiffer - Experimenter's Guide to the Joe Cell v2 (Ita)

Alex Schiffer - Experimenter's Guide to the Joe Cell v2 (Ita)

Ratings: (0)|Views: 4,436|Likes:
Published by D.Domenico
Come realizzare una Joe Cell's Tradotto in Italiano
Come realizzare una Joe Cell's Tradotto in Italiano

More info:

categoriesTypes, Research, Science
Published by: D.Domenico on Nov 08, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See More
See less

09/08/2013

pdf

text

original

 
Alex Schiffer - Experimenter's guide to the Joe Cell
Alex Schiffer
Experimenter's guide to the JoeCell
Traduzione italiana a cura disslabs.altervista.org
1
 
Alex Schiffer - Experimenter's guide to the Joe Cell
Capitolo 1 - Proprietà dell'Orgone
" Allora in quale altro modo dovrebbe essere fatto? , è sempre la domanda immediata. La risposta è semplice:Esattamente il contrario di come si sta facendo oggi! " 
Viktor Schauberger.
 Dal momento che tutti gli effetti dell'Orgone sono riscontrati nel funzionamento di una cella di Joe, èragionevole ritenere che il lettore abbia una buona conoscenza operativa dell'energia Orgonica. Inoltre, dalmomento che la cella obbedisce a tutte le leggi dell'Orgone e poiché il funzionamento della cella noncontraddice nemmeno uno degli effetti orgonici, è sicuro assumere che questa è proprio l'energia usata nellacella. In onore e rispetto di uno dei più grandi scienziati a livello mondiale che sono stati osteggiati edimenticati, precisamente Wilhelm Reich, continuerò ad usare il nome Orgone così come fatto da Reich. Unamiriade di altri scienziati, noti e sconosciuti, hanno dato a questa misteriosa forza un nome. In un capitolosuccessivo ho elencato almeno 70 nomi proposti da varie persone per la stessa o per forze simili.
L'energia Orgone è l'energia cosmica vivente della Natura
Quotando Reich:
 
... L'energia cosmicaOR (Orgone) riempie l'universo ... ed ... è un'energia senza massa, che pulsa spontaneamente ...
 
Per chi è interessato, c'è una enorme collezione di fatti, opinioni e assoluta spazzatura su Internet a propositodi Reich e dell'Orgone. Poiché lo scopo di questo libro è concentrarsi sulla cella di Joe, quanto detto puòbastare.
Alcune proprietà dell'energia Orgone
Migliaia di proprietà sono state osservate per la forza vitale e di seguito elenco e spiego le principali collegatealla cella.
1. Non ha massa. In altri termini L'energia Orgone non ha inerzia né peso, ecc. Così le attrezzatureconvenzionali di test che richiedono una reazione o qualcosa contro cui "spingere" per misurare unaforza sono inutili.
2. E' presente ovunque, ma ancor più importante per gli utilizzatori di una cella di Joe è il fatto che laconcentrazione varia da luogo a luogo e nel corso del tempo. Dunque, se la cella è debole e si trova inun'area a bassa concentrazione, può interrompere la produzione o addirittura perdere il seme. Isegnali visibili sono un motore che non produce tutta la potenza oppure non funziona affatto.
3. E' in movimento costante. Ha un moto non omogeneo da Ovest verso Est ad una velocità moltomaggiore rispetto alla rotazione terrestre. Il movimento è un'espansione e contrazione pulsanti con unflusso che normalmente segue un percorso curvo. Dentro un accumulatore, l'energia è emessa comeun'onda spiraliforme e pulsante. Entrambe queste qualità sono visibili a vari gradi in una cella sottocarica. Questi segni sono molto importanti per lo sperimentatore essendo i suoi strumenti nei diversistadi di inseminazione ed accrescimento della cella.
2
 
Alex Schiffer - Experimenter's guide to the Joe Cell
4. Nega le leggi dell'entropia. L'energia Orgone fluisce da basse concentrazioni verso concentrazionipiù elevate; in altri termini l'Orgone attira concentrazioni su se stesso. Questo è il normale processo dicreazione e come tale è una prova che l'Orgone è un'energia vivente. Per lo sperimentatore, questo èmolto importante, specialmente nella fase di inseminazione. Se la cella si trova in un luogosfavorevole l'inseminazione può non partire oppure richiedere un lungo tempo. Ho avuto celle che per inseminarsi hanno richiesto 4 settimane, altre che richiedevano pochi giorni.
5. Da esso si crea materia. In condizioni appropriate, che non sono rare o insolite, si sono formati incelle identiche diversi minerali. Questi, nel mio caso, appaiono come una polvere bianca o verde cheforma un colloide molto fine che alla fine si deposita in fondo alla cella. Tutto sommato tu non vuoi chequesto accada nella cella di Joe poiché in questa condizione non sarà in grado di fornire potenza almotore dell'auto e l'unica soluzione è quella di smontarla, pulire e rilucidare tutti i componenti. Se seiscettico, puoi anche credere che i depositi provengano dall'acqua. Io invece non lo credominimamente.
6. Può essere manipolato e controllato. Noi lo facciamo nella cella disponendo cilindri organici e non-organici alternati che formano un accumulatore per l'Orgone. In questo modo gli strati organici attiranoe incamerano l'Orgone e gli strati metallici lo prelevano dai materiali organici e l'irradiano all'internodell'accumulatore. In aggiunta usiamo elettricità, magnetismo ed elettrolisi per incentivare il processodi inseminazione.
7. Proviene in quantità enormi dal sole. Come tale, tenendo conto delle differenze termiche, la densitàdell'Orgone raggiunge il picco nel pomeriggio e diminuisce nelle prime ore del mattino. Come alcunihanno scoperto, una cella difettosa non funziona oppure "muore" attorno alle ore 3-4 del mattino.Infatti la maggioranza dei decessi per vecchiaia sopraggiunge proprio verso l'alba.
8. Dipende dalle condizioni atmosferiche: umidità, nubi, temperatura e orario del giorno influisconosull'accumulazione di Orgone. Questo spiega il bizzarro comportamento di una cella difettosa (il cuidifetto è di essere incapace di mantenere la carica): talvolta funzionano, altre no, ma se tu,sperimentatore, resti su un solo piede, parli alla cella, provi altri tipi di acqua, altri additivi chimici, più omeno potenza elettrica, ecc. essa diventa "buona". Tutto questo ha originato una intera religione dicosa si deve o non si deve fare, col cieco che guida altri ciechi, e per il costruttore improvvisato lacostruzione della cella è destinata al fallimento.
9A. Si muove nella direzione di un campo magnetico. Questo è molto importante per il costruttore dicelle. Questo fattore determina la posizione e la polarità dei cablaggi interni alla cella, determinaquanto magnetismo residuo l'acciaio può conservare e comunque permettere alla cella di funzionare,condiziona la scelta dei materiali e le operazioni di taglio degli stessi. Di nuovo, un'intera mitologia si èsviluppata in quest'area. Avendo letto diversi articoli al riguardo, sembra che l'acciaio debba esseretagliato da vergini vestali nella Foresta Nera durante il plenilunio!
9B. Si muove perpendicolarmente rispetto ai campi elettrici. Anche questo fattore è molto importante,in quanto determina la polarità ed il cablaggio di connessione alla cella.
10. E' assorbito dall'acqua. Ecco una delle ragioni per cui usiamo acqua nella cella. Per averesuccesso non si usa acqua qualunque, occorre il giusto tipo di acqua. Potremmo usare altri materialial posto dell'acqua, come cera d'api, ma dal momento che vogliamo incoraggiare la fase diinseminazione con tutti i trucchi che descriverò, la cera avrebbe impedito l'uso dell'elettrolisi.
11. E' polarizzato. Questo significa che possiamo avere una forza Orgonica positiva o negativa, e chepossiamo costruire una cella positiva o negativa. Ma se mescoli i tuoi materiali da costruzione positivie negativi, come fa la maggioranza delle persone, il risultato sarà una cella incapace di mantenere lacarica o addirittura una cella che non funziona affatto.
12. Può penetrare o spostarsi all'interno di tutti i materiali conosciuti. Tutti i corpi con una strutturauniforme sono conduttori ugualmente buoni. Ad esempio può viaggiare attraverso 21 metri o più dimetallo. Dunque, non pensate che lo possiate imprigionare nella cella. L'unica ragione per cui
3

Activity (8)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads
nirvanafans liked this
nirvanafans liked this
Igor Kovinski liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->