Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
mm112

mm112

Ratings: (0)|Views: 63|Likes:
Published by adispe

More info:

Published by: adispe on Nov 29, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

12/04/2012

pdf

text

original

 
 
COMUNE DILARCIANO
 
Medaglia d’Oro al Merito Civile 
 
Periodico d’informazione dell’Istituto Comprensivo “FERRUCCI” di LarcianoFondato da Adriano Disperati Diretto da S. Beyrowski, S. Prinzivalli, F. Tortora
2012/13 Anno XXVII N. 1
Ciao Ragazzi!
Ciao Ragazzi!È cominciato (ormai da qualchetempo) anche questo nuovo an-no scolastico e con esso il pro-getto del giornalino, di cui que-sta è la prima uscita. Come ve-drete ci sono delle grandi novità,a partire dalla grafica…sonostate poi mantenute la maggiorparte delle rubriche degli anniprecedenti, mentre altre se nesono aggiunte (speriamo che vipiaceranno) e alcune hannocambiato solo il nome ma non icontenuti. La redazione ringra-zia tutti coloro che hanno contri-buito alla realizzazione degliarticoli pubblicati e invita i ra-gazzi, in particolar modo, a pro-porsi e partecipare numerosi,con le loro idee, alle future edi-zioni. Buona lettura e al prossi-mo numero!!!
Sono il nuovo dirigente scolastico del-l’I.C. “F. Ferrucci” di Larciano e colgol’opportunità di questo spazio per pre-sentarmi.Mi chiamo Giovanna Stefani e sono almio primo anno da dirigente, avendovinto l’ultimo concorso ordinario.Sono nata a Barga, in provincia di Luc-ca, dove risiedo con mio marito; ho duefigli e sono nonna di Sebastiano.Sono laureata in Informatica e, finoall’anno scolastico precedente, ho inse-gnato Matematica e Informatica pressol’Istituto Alberghiero dell’ISI di Barga,dove ho ricoperto anche l’incarico dicollaboratore vicario del dirigente.Nell’assumere il mio nuovo incaricodesidero rivolgere il mio cordiale salutoagli alunni, alle loro famiglie, ai docenti,al Direttore dei Servizi Generali Ammini-strativi, al personale ATA e all’interacomunità scolastica di cui sono parteintegrante anche i membri del Consigliod’Istituto e gli interlocutori delle differentirealtà istituzionali, culturali e sociali delterritorio che collaborano con la scuolaper contribuire al suo funzionamento eal successo educativo.Il mio desiderio, per quest’anno scolasti-co, è che questa comunità possa cre-scere in spirito di collaborazione, inserenità ed in ricchezza culturale.Gli obiettivi che intendo perseguire, instretta collaborazione con docenti, nondocenti e genitori, sono principalmentelegati alla creazione di un clima di lavo-ro sereno, costruttivo, condiviso, rispet-toso dei principi, delle regole, dei ruoliesistenti nella scuola, che favorisca ilsuccesso formativo dei nostri alunni;alla consapevolezza della centralitàdell’alunno, che deve guidare ogni no-stra scelta; all’apertura della scuola almondo esterno attraverso l’adesione areti ed associazioni di scuole; ed infineall’innovazione e alla qualità, necessarieper il miglioramento continuo dei risulta-ti.Gli obiettivi che ci poniamo come scuolasono ambiziosi, ma spero che con lacollaborazione e il contributo di tuttipossano essere raggiunti.In particolare, ai nostri alunni raccoman-do di impegnarsi, di frequentare in modoassiduo, di partecipare attivamente allavita scolastica, di tenere un comporta-mento corretto, collaborativo e rispetto-so e di mostrare curiosità, impegno evolontà di migliorare per acquisire quellacultura che, sola, permette di diventarecittadini attivi e consapevoli e padronidel proprio futuro. Ai genitori rivolgol’invito di collaborare fattivamente congli operatori scolastici per contribuire,attraverso un reale patto educativo dicorresponsabilità, al successo formativoe alla crescita dei propri figli come per-sona, nel rispetto dei ruoli di ciascuncomponente. Ai docenti auguro di sen-tirsi accomunati in un’efficace comunitàeducante che condivida valori, prassi eidee, in un clima di appartenenza erispetto reciproco. Al Direttore S.G.A., alpersonale amministrativo e ai collabora-tori scolastici auguro di trovare unasoddisfazione personale adeguata dedi-cando alla scuola l’impegno e le energienecessarie che, in alcune occasioni,superano i normali impegni di servizio.Saluto gli interlocutori delle differentirealtà istituzionali, culturali e sociali delterritorio, sperando che possano sup-portare l’Istituto nell’espletamento dellefinalità istituzionali di educazione, for-mazione e istruzione.Porgo, infine, un sentito ringraziamentoal Dirigente Scolastico dott. AndreaFaini, che ha guidato la scuola negliultimi anni e che mi ha calorosamenteaccolta all’arrivo.A tutti i più sinceri auguri di buon lavoroall’inizio del nuovo anno scolastico.Buon anno scolastico!(Giovanna Stefani)
La parola al Dirigente
Il nuovo Dirigente Scolastico Dott.ssaGiovanna Stefani e l’ex Dirigente Scolasti-co Dott. Andrea Faini
 
2012/13 Anno XXVII N. 1
Vita Scolastica
2
Giovedì 27 settembre, noi ragazzi delle pri-me abbiamo assistito ad un incontro con l'i-spettore Giuseppe Ferraro responsabile dellasezione della polizia postale di Pistoia.L'ispettore ci ha spiegato che il suo lavoroconsiste nel far capire a tutti noi di stare mol-to attenti quando navighiamo su internet. Ciha raccontato che ci sono siti dove vengonovenduti molti oggetti utili, ma anche sostanzeillegali come la droga.Come tutti sappiamo, la maggior parte dellepersone possiede il computer a casa o co-munque lo sa utilizzare. Nel mondo diinternet esistono tantissimi programmi, tracui quello più utilizzato dai giovani è Facebo-ok, che nasce come un sito per ritrovare vec-chie amicizie, ma che con il passare del tem-po è diventato un mezzo per chattare e ac-cettare le amicizie di tutti, anche degli scono-sciuti. Alcuni adulti con questo sistema pos-sono approfittarsi dell'ingenuità dei ragazzipiù piccoli. Può succedere inoltre che quan-do usiamo il computer si prendano dei virusperché magari abbiamo navigato in alcuni sitiillegali, quelli che i nostri genitori ci proibi-scono di guardare. Una cosa molto importan-te da ricordare è quella di non fingere con inostri genitori che non sia successo niente eportare da un tecnico il computer se ha presoun virus.La polizia postale ha il compito di assicurarela gente da questi pericoli, rintracciando epunendo i responsabili di tali reati.Internet non è però soltanto una minaccia,ma anche una fonte di conoscenza condivisada molti ragazzi. I nostri genitori quando era-no piccoli non avevano l'opportunità di usarequesto mezzo, pertanto è vero che i ragazzidevono stare attenti, ma anche approfittaredi questa occasione perché internet non èsolo spazzatura, ma è anche un qualcosache se utilizzato nella maniera giusta puòportare anche grandi vantaggi. (IA)Puliamo il Mondo anche quest’anno central’obiettivo: la più grande campagna di volonta-riato ambientale, organizzata in Italia da Le-gambiente, ha coinvolto in questo ultimo we-ek-end di settembre una squadra di oltre 600mila volontari, di cui 300mila studenti soprat-tutto delle scuole medie.Persone di tutte le età hanno ripulito oltre 400-0 località dai rifiuti abbandonati. Nella puliziastraordinaria sono stati inoltre coinvolti 1.700comuni, dove sono stati raccolti rottami di ognigenere come materassi, carcasse di elettro-domestici, mobili e tanta plastica.Il risultato di quest’anno dimostra ancora unavolta la voglia da parte di tantissimepersone a fare qualcosa di concreto per il Pia-neta.Anche l'Istituto Comprensivo di Larciano hapartecipato a questa iniziativa e sebbene glialunni della scuola media, a causa del mal-tempo, non abbiano potuto aderire, tuttiquanti pensiamo che questa iniziativa ci per-metta di vivere in un mondo più civile. (IIIA)
 
2012/13 Anno XXVII N. 1
Vita Scolastica
3
Quante volte sentiamo par-lare dei giovani, i “giovanid’oggi” e spesso, purtroppo,in maniera assai sfavorevo-le!Dalla cronaca vengono ri-portati perlopiù episodi ne-gativi sul loro conto e nelleconversazioni “tra adulti” dirado scappa una parola cherende loro il giusto merito!Se poi si parla dei giovanicome studenti, allora sì chene piovono di discorsi espesso alcuni da lasciartiletteralmente senza fiato!Ecco che gli alunni, alla lu-ce di tali ragionamenti, sitrasformano in una massaindistinta, anzi, oserei direin un’orda barbarica, fatta dimaleducati, bulli, fannulloni,le cui scatole craniche noncontengono più un cervello,ridotto ormai in pappa davideogiochi, computer e te-lefonini, ma al massimo…un criceto in prognosi riser-vata (la battuta non è mia)!Né siffatti parlatori della gio-ventù odierna, né la crona-ca dei giornali, o quella tele-visiva, menzionano mai, in-vece, tutti quegli studentiche si impegnano a scuola,che sono capaci (e come!)di pensare, riflettere su ciòche viene loro insegnato o licirconda e che non conside-rano i prof. solamente unbersaglio da schernire e in-gannare o un ostacolo dasuperare e sprofondare per sempre nelle regioni più re-mote della dimenticanza,una volta che hanno conclu-so un determinato ciclo distudi!Alcuni alunni, come questiragazzi della foto (ex IIIAdella Scuola Media di Lar-ciano), ormai sui banchi del-la scuola superiore, vengo-no perfino a trovarli i loro“vecchi” prof.! E lo fannocon il cuore, disinteressati,perché probabilmente gliinsegnanti qualcosa hannoloro lasciato impresso nelricordo o forse perché i tan-to famigerati ragazzi di ogginon sono quelli dei discorsitirati a caso, delle parole deipessimisti, dei nostalgici delpassato, dei lodatori di unmondo antico (forse che ilmondo è cambiato?), masono ragazzi e basta, con leloro emozioni, certo con ipropri difetti e sbagli indivi-duali, e soprattutto giovanicon tutta la vita davanti, ca-ratterizzati da quella spon-tanea umanità che fa spera-re noi adulti, noi “vecchi”prof., nel futuro!(Sandra Beyrowski)

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->