Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Come è cambiato il modo di leggere e di studiare - Repubblica 06.12.2012

Come è cambiato il modo di leggere e di studiare - Repubblica 06.12.2012

Ratings:

5.0

(1)
|Views: 90|Likes:
Published by Trik

More info:

Published by: Trik on Dec 06, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/12/2013

pdf

text

original

 
l
l
a
a
 
R
R
e
e
p
p
u
u
b
b
b
b
l
l
i
i
c
c
a
a
S
e piacciono i toni drammatici, potremmo cominciarecosì: le nostre future classi dirigenti si stanno formandonon più sui libri, ma sulle slide, schemi riassuntivi che ri-ducono il sapere in pillole. Se un tempo esisteva il rassi-curante manuale con annessa bibliografia, oggi prolife-rano format didattici lunarmente distanti. E alle opere di architet-tura salda gli studenti universitari tendono a preferire materialisminuzzati, disponibili sulle piattaforme digitali dell’ateneo.Questo in sostanza ci dice una ricerca dell’Aie che inaugura oggi ilsalone romano della piccola editoria,
Più libri più liberi,
in pro-gramma fino al 9 dicembre al Palazzo dei Congressi (con stand e workshop, incontri e dibattiti, rassegna a metà tra la fiera e il labo-ratorio).L’indagine dell’Aie mostra toni un po’ preoccupati, come se unanuova minaccia s’allungasse sulla geografia dei cervelli destinataa frantumarsi nell’arcipelago delle nozioni sparse nell’immate-riale. Ma dobbiamo davvero assecondare la tentazione apocalit-tica degli editori, legittimamente propensi a difendere il mercatodei manuali universitari? Ed è tutto materiale di scarto quello di-gitale procurato ex cathedra? Al di delle interpretazioni divergenti, quello degli editori è unozoom originale su un universo magmatico di cui sappiamo moltopoco e sentenziamo moltissi-mo, il popolo degli studentiuniversitari. Si tratta di un’in-dagine condotta su duemila al-lievi per lo più tra i venti e ven-tiquattro anni, in regola con gliesami, egualmente distribuititra scienze sociali, scienzeumane e discipline tecnico-scientifico-mediche, prove-nienti da ogni angolo del paese,con una leggera prevalenza delcentro-Italia rispetto al Mezzo-giorno. Un campione molto ri-dotto (la popolazione universi-taria conta circa 1.742.000 stu-denti), che però l’Aie ritiene si-gnificativo per ricavarne abitu-dini di lettura e livelli di alfabe-tizzazione digitale.La mappatura ci dice innan-zitutto – o meglio ci conferma –che va esaurendosi la famiglia-rità con la lettura. Certo gli indi-ci appaiono superiori alla me-dia della popolazione italiana –ma non ci vuole granché –, conuna minoranza dell’11,6 percento che legge più di due librial mese (esclusi naturalmente itesti di studio) ma con un buon22 per cento che non legge o alpiù non supera i quattro titoliall’anno. O come sintetizzaGiovanni Peresson, responsa-bile dell’Ufficio Studi dell’Aie,«appena il 32 per cento leggeuno o più libri al mese». Il re-stante 68 per cento dormicchiao se la prende con grande cal-ma. Allora tutti pazzi per il digita-le? Anche qui occorre cautela. Itechnofan – come vengonochiamati i patiti della rete, o peressere più precisi i possessori di
A PEZZI
STUDIO
Una ricerca dell’Aie,che verrà presentataoggi a “Più libri piùliberi”, mostra comeè cambiato il mododi leggere dei ragazziall’università
 
Tanti lavoranocon materialidigitaliforniti daiprofessori
SIMONETTA FIORI
DAI MANUALI ALLE “SLIDE”GLI ESAMI IN UN RIASSUNTO
LO
LA SLIDE
Un esemplio di slide utilizzataper un corso universitario

Activity (4)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
Limonaie liked this
Oblique Studio liked this
Trik liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->