Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword or section
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa

L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa

Ratings: (0)|Views: 37 |Likes:
Published by giacomosolano

Il report riporta i risultati di una ricerca svolta sulle notizie dell'Ansa, relative al tema dell'immigrazione, pubblicate nel 2010 sul sito internet dell'agenzia di stampa.

Il report riporta i risultati di una ricerca svolta sulle notizie dell'Ansa, relative al tema dell'immigrazione, pubblicate nel 2010 sul sito internet dell'agenzia di stampa.

More info:

Categories:Types, Research
Published by: giacomosolano on Dec 20, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF or read online from Scribd
See more
See less

05/14/2014

pdf

 
 
Report di ricerca
 L’immigrazione nellenotizie dell’Ansa
 
Giacomo Solano
 
 
Indice
 
Introduzione
p. 1
 1.
 
La tipologia delle notizie
p. 4
 2.
 
Le parole utilizzate
p. 13
Conclusioni
p. 18
Riferimenti bibliografici
p. 23
Appendice 1: tabelle
p. 29
Appendice 2: le notizie mese per mese
p. 36
Giacomo Solano
: laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi
di Genova, attualmente è dottorando in
Urban and Local European Studies
 (Urbeur) presso il
Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università
degli Studi di Milano
 – 
Bicocca.
Si occupa di numerosi aspetti relativi all’immigrazione, e in particolaredell’attività imprenditoriale degli immigrati, delle pratiche di confronto
culturale nei
quartieri e dell’immagine che i mass media dannodell’immigrazione.
Per citare: Solano G. (2012),
 L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa
, report diricerca.
 
 1
Introduzione
Prima di illustrare i risultati della ricerca qui proposta, sembra utile fare alcune considerazionipreliminari e sintetiche riguardo la rappresentazione che i mass media forniscono dei fenomenimigratori. Numerosissime sono state le ricerche condotte in questo campo e la bibliografia
sull’argomento è, difatti, molto nutrita
1
, anche se i risultati di tali lavori sono stati, in realtà, tuttimolto simili: in generale si è messo in evidenza come ci sia, nei discorsi dei media, una connessionestabile fra immigrazione e criminalità. Tale connessione diventa sia un criterio di selezione dellenotizie che criterio di interpretazione e inquadramento delle stesse. Si tende a mettere in rilievo laprovenienza straniera degli autori di reati (e molto meno di chi subisce un reato) anche quandoquesta è solo presunta.I media fanno attenzione quasi esclusivamente alla quotidianità, ai piccoli atti criminali: il
fenomeno “immigrati” viene presentato soprattutto nella cronaca e nella sezione di politica interna;
sono da sempre invece molto scarsi, se non quasi assenti, inchieste e approfondimenti sul tema
dell’immigrazione. Le notizie ci suggeriscono l’idea di un binomio fra immigrazione e devianza: le
notizie di atti criminosi da parte di immigrati si susseguono di giorno in giorno, al più cambia ilreato che gli si imputa.Il tema immigrazione viene trattato prettamente come un problema da risolvere (solitamente diordine pubblico) e come emergenza, più che come un fenomeno da analizzare e approfondire:
questa dimensione problematica e di eterna eccezionalità e emergenza trasmette un’idea erronea
de
ll’immigrazione, non facendo comprendere all’audience come questa sia ormai è un fatto ormai
strutturale e ordinario della nostra società.
L’effetto dell’immagine stereotipata che i mass media presentano porta alla sedimentazione di unsenso comune sull’a
rgomento: si creano così una serie di stereotipi e categorizzazioni che
rappresentano l’immigrato (o più frequentemente l’extracomunitario o il clandestino) come portatore di degrado, violenza e criminalità: si impone di conseguenza l’idea che l’immigrazio
nedebba essere controllata, se non addirittura completamente fermata. A dare una legittimazione aquanto riportato dai mass media sono le numerose citazioni di rappresentanti istituzionali (forze
dell’ordine, politici ecc.) o presunti esperti del tema; a ciò fa da contr’altare una pressoché assenza
di parola dei diretti interessati.
Gli argomenti più ricorrenti sono quelli dell’invasione (sbarchi, sovraffollamento ecc.) e della
sicurezza e della criminalità (prostituzione, spaccio, terrorismo islamico ecc.). Si può notare,leggendo qualsiasi giornale o vedendo un qualunque telegiornale, come vi siano alcuni
leitmotiv
per
1
Per ricerche e pubb
licazioni sull’argomento si vedano i riferimenti bibliografici
.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->