Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword
Like this
2Activity
×
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Il Piccolo 9 gennaio 2013

Il Piccolo 9 gennaio 2013

Ratings: (0)|Views: 230|Likes:
Published by promedia3
Il Piccolo Giornale il periodico di informazione più diffuso a Cremona
Il Piccolo Giornale il periodico di informazione più diffuso a Cremona

More info:

Published by: promedia3 on Jan 09, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See More
See less

01/09/2013

pdf

text

original

 
Direttore responsabile Sergio Cuti • Direttore editoriale Daniele Tamburini • Società editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona • Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 • email redazione@ilpiccologiornale.it • stampa SEL Società Editrice Lombarda Cremona • pubblicità: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n° 357 del 16/05/2000 • Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 – Cremona • Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it
PICCOLO
il
Giornale
www.ilpiccologiornale.it
 pagina 4
Edizione del Mercoledì 
Anno XIII n°2
MERCOLEDÌ 9 GENNAIO 2013
 
Periodico • € 0,02 copia omaggio
 Non riceve alcun finanziamento pubblico
 Dal primo gennaio sono in vigore le nuove norme della riforma Fornero. I nuovi parametri vengono calcolati in base alla speranza di vita
 Mino Grossi della Uil: «Si preannunciano grandi disagi sia per le anticipate che per quelle di vecchiaia»
PENSIONE: PER I GIOVANI UN’INCOGNIT
 
 PRIMO RINFORZOVERSO LE ELEZIONI 
 a pagina 15 a pagina 5
Cremo, arrivail portiereSergio Viotti
Cinzia Fontanacapolista,Pizzetti al Senato
 Edizione chiusa alle ore 21
CASALASCO
 a pagina 1
La popolazionecresce del 6%, booma Martignana Po
 ANIMALI INVESTITI,OBBLIGO DI SOCCORSO
 LA NORMATIVA E’ IN VIGORE DAL 27 DICEMBRE, MA MANCANO LE STRUTTURE 
 a pagina 3
VENERDÌ E SABATO A TEATRO
 a pagina 1
Il Don Giovannidi Molière sul palcodel Ponchielli
 ALLEANZA PDL E LEGA
 a pagina 5
Carminati: «Sceltaobbligata dallalegge elettorale»
 INTERVISTA A ORESTE PERRI 
 a pagina 6 
«Ricandidarmia sindaco? Se melo chiedessero...»
 
i ispira alla forte alleanza traistituzioni e imprenditoria laconvenzione sottoscritta ilpresidente della RegioneLombardia e commissario ge-nerale di Expo Roberto Formigoni, ilcommissario generale di sezione per ilpadiglione Italia Diana Bracco, l'am-ministratore delegato di Expo 2015spa Giuseppe Sala e il nuovo presi-dente nazionale di ConfartigianatoImprese Giorgio Merletti: assieme da-ranno vita a un tavolo di coordinamen-to delle iniziative, che lavorerà fino al31 dicembre 2015.Molteplici gli ambiti di lavoro comu-ne indicati nella convenzione: attiva-zione di una collaborazione al fine dicreare le sinergie necessarie a svilup-pare progetti congiunti nell'ambito esui temi dell'Esposizione; attivazionedi collegamenti tra le iniziative italianenel mondo e l'Europa, supportando laconcezione dei Paesi stranieri, chevedono l'Italia inquadrata in un conte-sto più ampio, quale il bacino europeoe mediterraneo; accordi su progetti diinteresse e sviluppo di ulteriori part-nership con soggetti nazionali e inter-nazionali; formulazione di proposte diattività di comunicazione e informa-zione sui progetti, sia a livello localeche internazionale; individuazione del-le "buone pratiche" che siano valoriz-zate dalla comunità internazionale edesibite come best practices nel 2015;informazioni mirate sulle possibili op-portunità per le imprese artigianenell'ambito dei lavori e dei servizi con-nessi all'evento.La collaborazione con Confartigia-nato sarà volta, inoltre, a individuare econcordare le forme e le modalità diuna eventuale presenza della stessaConfartigianato nel padiglione Italia.«Expo sarà un'importantissima vetrinaper il Made in Italy - ha commentatoMerletti - e, dunque, anche per tutte leaziende artigiane. Tutto questo rap-presenta un'importante occasione dicrescita del sistema Italia e, proprio inquesta direzione, lavoreremo per ag-gregare le migliori realtà imprendito-riali del Paese». Proprio il padiglione -ha rimarcato Diana Bracco - sarà «unapiattaforma di relazioni internazionali,importantissima per tutte le imprese.L'augurio è che la collaborazione pos-sa portare a valorizzare giovani impre-se e prodotti di eccellenza».
Tutte le iniziative previste nella con-venzione saranno raccordate ai lavoridel Tavolo istituzionale per il governocomplessivo degli interventi regionali esovraregionali, denominato "TavoloLombardia", e, in particolare, conl'azione portata avanti all'interno del"Sottotavolo Attrattività del territorio".Sempre sui temi dell'Expo, un proto-collo di intesa è stato sottoscritto an-che con Coldiretti, allo scopo di valo-rizzare l'eccellenza agricola italiana,essere presenti al Padiglione Italia ediffondere i grandi temi promossi daExpo Milano 2015.«Il tema dell'agricoltura è assoluta-mente centrale nell'impostazionedell'evento che stiamo costruendo», hasottolineato Formigoni. Tutto ciò è evi-dente nel titolo della manifestazione"Nutrire il pianeta, energia per la vita"così come nel Documento strategicopresentato dallo stesso Formigoni.Lotta alla fame, sostenibilità, salute epace sono le parole chiave dell'Expo2015: «Secondo l'indagine del 2012 sulfuturo dell'agricoltura a cura della Fao- ha ricordato il commissario generale- la produzione agricola dovrà cresceredel 60% nei prossimi quarant'anni perfar fronte alla domanda determinatadall'incremento demografico. Questaesigenza può trasformarsi anche inopportunità per lo sviluppo di un'agri-coltura sostenibile a livello globale».L'impegno sottoscritto vedrà le isti-tuzioni lavorare insieme su tre ambitimolto concreti: la valorizzazionedell'eccellenza dell'agricoltura italianaattraverso la presentazione a livellonazionale e internazionale delle miglioriesperienze sviluppate dalle nostre im-prese; l'individuazione di forme e mo-dalità di una presenza della Coldiretti alPadiglione Italia; e, infine, la diffusionedelle tematiche e dei contenutidell'Esposizione nonché dell'eventualerealizzazione di iniziative o azioni co-muni sul fronte della comunicazione.«L'Expo è anche l'occasione per ri-badire l'importanza di una informazio-ne trasparente sull'origine di quello chemettiamo in tavola, in Italia e all'esterodove i falsi sottraggono ogni anni 60miliardi di euro alla nostra economia»ha fatto sapere l'associazione. «Desi-deriamo promuovere i nostri prodotti,puntando sul concetto di chilometrozero come principio di valorizzazionedel Made in Italy».Voucher per cofinanziare piani di ri-strutturazione aziendale, con un pla-fond per almeno 150 piccole e medieimprese, l'avvio di un fondo di garan-zia per l'accesso al credito di chi ade-risce a Raid e, infine, l'istituzione di unfondo per la ristrutturazione delleaziende in difficoltà mediante un in-gresso temporaneo nel loro capitale.Sono le tre iniziative allo studio che ilpresidente di Regione Lombardia Ro-berto Formigoni ha annunciato alconvegno "Crisi d'impresa e strategiedi risanamento: le principali novità inmateria fallimentare e le prime evi-denze giurisprudenziali - il progetto diRegione Lombardia Raid", tenutosinell'aula magna del Palazzo di Giusti-zia di Milano su iniziativa dell'Ordinedegli avvocati di Milano e della stessaRegione Lombardia.La Regione prosegue l'impegnonell'ambito della soluzione delle crisid'impresa e delle strategie di risana-mento, dal momento che la crisi haaumentato il tasso di mortalità delleaziende lombarde molti imprenditoristanno affrontando situazioni com-plesse, come ha sottolineato lo stes-so Formigoni. Se questi sono alcunidegli ostacoli che devono affrontare ititolari di aziende, Regione Lombardiaè da tempo al lavoro per fronteggiarele crisi aziendali, salvaguardando ilvalore delle imprese e i livelli occupa-zionali. Con una legge del 2007 fuistituito un nucleo operativo dedicatoa queste problematiche. Successiva-mente, con l'impegno di una primatask force in seno alla Giunta regiona-le e con l'affiancamento di Arifl,l'Agenzia regionale per istruzione for-mazione e lavoro, si iniziò a interveni-re in modo sempre più sistematico fi-no alla costituzione di Raid, la "Retedi affiancamento alle imprese in diffi-coltà". Attualmente sta accompa-gnando 11 aziende, ciascuna con piùdi 100 dipendenti, che hanno sotto-scritto l'atto di adesione. E talune diloro sono ormai avviate alla conclu-sione del percorso di risanamento e diristrutturazione del debito. Ma sonogià più di 50 le imprese che, pur nonpresentando i requisiti previsti daRaid, si sono rivolte alla Regione esono state comunque ricevute per unprimo colloquio.
S
Sottoscritti documenti con Confartigianato e Coldiretti per il coordinamento delle iniziative
Nuovi accordi per Expo 2015
Ristrutturazione aziendale, arrivano i voucher
Lombardia 
Mercoledì 9 Gennaio 2013
2
NUOVE MISURE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE 
Preoccupazione a Pralboinoper la famiglia Foresti
Sono ancora tutte aperte le ipotesisulla sparizione, in Venezuela, dell'aereobimotore su cui viaggiavano i coniugiMissoni e Foresti. Quest'ultimi - GuidoForesti e Elda Scalvenzi -, peraltro, sonoimprenditori di Pralboino, molto noti inpaese, per la propria generosità e genti-lezza. Hanno donato un pulmino per iltrasporto degli anziani in ospedale,sponsorizzato il gruppo sportivo di cal-cio. Foresti è inoltre appassionato di Mo-tori, tanto che ha partecipato a diverseedizioni della Mille Miglia con la sua Bu-gatti Type 37 del 1927. Nel 2012 lo hafatto come premium sponsor e comeconcorrente insieme al primogenito Pie-tro, 21 anni, così come nel 2008, quan-do i due si ribaltarono sulla tangenzialedi Rimini. Elda Scalvenzi, 50 anni, è inve-ce casalinga e mamma, sorella dell'exsindaco di Ghedi. I primi a dare l'allarmealla famiglia sarebbero stati proprio il fra-tello di Elda Scalvenzi, Giuseppe, e suamoglie Rosa Apostoli. La coppia era abordo di un secondo aereo atterrato aCaracas: non sono saliti sul bimotorescomparso perché non c'era più posto.Il gruppo di amici sarebbe dovuto torna-re a casa sabato dopo una vacanza di unpaio di settimane in Venezuela.Una serie di indicazioni per rendere più efficien-te il prezioso servizio che svolgono le Guardie eco-logiche volontarie (Gev) e per uniformare le moda-lità di gestione nelle diverse province della regio-ne. E' l'impegno preso dall'assessore regionaleall'Ambiente, Energia, Reti e Sistemi Verdi e Pae-saggio Leonardo Salvemini, che ha incontrato re-sponsabili e i coordinatori delle Gev lombarde. «Inbreve tempo stileremo una serie di linee guida vol-te a disciplinare al meglio il servizio fornito dalleGev, il cui ruolo è prezioso e fondamentale nel si-stema dei parchi della regione - spiega Salvemini-. Siamo riconoscenti ai volontari per l'impegnosvolto e consapevoli di dover essere sempre piùpresenti e attenti alle esigenze di chi dedica tem-po e forze alla tutela dei parchi e dell'ambiente».Indicazioni chiare e condivise da tutte le Gev spar-se sul territorio potranno rendere l'operato diognuno più semplice e libero da vincoli burocrati-ci, che a volte rischiano di complicarne il servizio.Il loro apporto è fondamentale anche nell'attivitàdi prevenzione della micro criminalità ambientale.Con una dotazione di 500.000 euro la Regio-ne Lombardia apre il nuovo bando della misura331 del Programma di sviluppo rurale (Psr), chesi rivolge agli operatori attivi in progetti di diver-sificazione dell'economia rurale e che finanziacorsi di formazione e aggiornamento, visite gui-date in campo, convegni e pubblicazioni dedi-cati ad argomenti quali l'agriturismo, le energierinnovabili, i servizi sociali e la riqualificazionedell'ambiente e del territorio. A partire da giovedì20 dicembre, giorno di pubblicazione del bandosul Burl, fino al 31 marzo, gli enti di formazioneprofessionali accreditati, le associazioni agricolee le organizzazioni professionali potranno pre-sentare le domande per accedere alle risorse. Ilcontributo è assegnato in conto capitale nellepercentuali del 100 per cento della spesa am-missibile per le attività di formazione e del 70 percento della spesa ammissibile per le iniziative diinformazione.
IL BANDO
Sviluppo rurale, fondiper 500mila euro
CONTROLLO DEL TERRITORIO
Nuove indicazioni perle Guardie ecologiche
 a cura di Laura Bosio
Qualificare il settore del florovivaismo at-traverso la costituzione di un albo regiona-le, che certifichi, al tempo stesso, la profes-sionalità delle imprese e la qualità dei pro-dotti vegetali, a maggior tutela anche delcommittente, pubblico o privato, di opere dicostruzione e manutenzione del verde. Sene è discusso a Palazzo Lombardia, in un in-contro tra l'assessore regionale all'Agricol-tura Giuseppe Elias e gli operatori del com-parto, tra i quali Fondazione Minoprio, i Di-stretti agricoli del florovivaismo Alto Lom-bardo e Plantaregina, Assofloro Lombardiae le organizzazioni professionali regionali.«Un albo che gli operatori chiedono datempo e per il quale - ha spiegato Elias - ènecessario promulgare una legge regionale.L'obiettivoè di istituire uno strumento chedovrà dare certezza al settore nell'ambitodella sicurezza del lavoro, della professiona-lità, della trasparenza e della legalità».La Giunta della Regione Lombardia haapprovato un finanziamento complessivo dioltre 11 milioni di euro (11.027.280), per con-tribuire a realizzare 6 interventi negli ospeda-li di Brescia (5 milioni), Sondrio, Bormio, Ti-rano e Sondalo (1,7 milioni), Merate(647.000), Mantova (1,8 milioni), Menaggio(680.000) e Treviglio, Romano di Lombardiae San Giovanni Bianco (1,2 milioni). I finan-ziamenti serviranno a realizzare diversi lavoridi completamento, adeguamento strutturalee ammodernamento delle strutture. Nel bi-lancio regionale del 2013 è prevista la prose-cuzione del Fondo di rotazione, necessarioper ovviare al blocco dei trasferimenti statalisull'edilizia sanitaria. Sono previsti 110 mi-lioni di euro destinati a un piano straordina-rio di ammodernamento tecnologico e quali-ficazione delle strutture ospedaliere pubbli-che: a questo scopo, per il 2014, sono giàstati appostati ulteriori 66 milioni di euro.
IN BREVE
Finanziamenti agli ospedali Albo per il florovivaismo
Regione Lombardia ha messo a disposi-zione "Redil 2.0" l'applicativo web per moni-torare l’attuazione della l.r. n.4 del 2012 "Nor-me per la valorizzazione del patrimonio esi-stente e altre disposizioni in materia urbani-stico-edilizia", attraverso cui i Comuni pos-sono ottemperare all'obbligo di dare notiziaa Regione Lombardia dei provvedimenti as-sunti e degli interventi assentiti di riqualifica-zione urbanistica ed edilizia in attuazione de-gli articoli da 3 a 7 della l.r. n. 4 del 2012.
Edilizia, arriva Redil 2.0
Un vademecum com-pleto per il contrastoall'inquinamento delsuolo, del sottosuolo edelle acque sotterraneead uso degli enti locali edegli operatori per le at-tività di bonifica, spessomolto complesse e deli-cate. Si tratta del Proto-collo operativo che laGiunta regionale lom-barda ha adottato suproposta dell'assessore all'Ambiente, Leonardo Salvemini. Il testodisciplina le molteplici azioni da intraprendere in caso di contami-nazione: valutazioni e indagini per stimare i rischi per la salute, -vincoli e limitazioni d'uso per i suoli o le acque sotterranee, e mo-dalità di risarcimento per le conseguenti perdite economiche - azio-ni coordinate tra diversi soggetti istituzionali coinvolti a livello loca-le - individuazione delle modalità di intervento più idonee sulle areeinquinate, ecc.
 Vademecum contro l’inquinamento del suolo
 
di Laura Bosio
nvestire un animale e non soc-correrlo è un reato amministrati-vo, punibile con sanzioni fino acirca 1.500 euro. Lo dice il decre-to del Ministero dei Trasporti del9 ottobre 2012, n. 217 ("Regolamento diattuazione dell'articolo 177, comma 1,del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285, come modificato dall'articolo 31,comma 1, della legge 29 luglio 2010, n.120, in materia di trasporto e soccorso dianimali in stato di necessità) pubblicatosulla Gazzetta Ufficiale n. 289 del 12-12-2012, entrato in vigore lo scorso 27 di-cembre. L'obbligo introdotto da questanormativa vale anche per chi trova lungola strada un animale ferito, anche senzaessere l'autore dell'incidente. Il decretova a modificare ulteriormente il Codicedella Strada in chiave animal friendly: in-fatti, il legislatore ha inserito nell’art. 189il comma 9-bis che fa obbligo agli utentidella strada, “in caso di incidente da essiprovocato e da cui sia derivato danno aduno o più animali d’affezione, da redditoo protetti, di fermarsi per prestare tem-pestivo soccorso agli animali investiti,punendone l’inosservanza con il paga-mento di una sanzione amministrativa daeuro 389 a euro 1.559. La norma pone unobbligo di tempestivo soccorso anche acarico degli utenti che non abbiano de-terminato l’incidente con il loro compor-tamento, ma che siano comunque coin-volti nello stesso, sanzionando in questocaso la violazione dell’obbligo di soccor-so con una sanzione amministrativa pe-cuniaria da euro 78 ad euro 311”.Chi assiste ad un incidente con sog-getto che non opera il soccorso stabilitoall’animale ferito, può rilevare il numerodella targa del veicolo e ogni altro ele-mento utile per l’identificazione del mez-zo e della persona e segnalare tali dati adun organo di polizia.Tuttavia, come spesso accade, no-nostante sia stata fatta la legge ancoramancano le strutture atte a supportarla.Lo conferma la dottoressa
Laura Mori,
 veterinaria cremone-se. «Nel nostro territo-rio non esistono strut-ture veterinarie pub-bliche di pronto soc-corso, esistono strut-ture private che ovvia-mente prevedono ilpagamento delle pre-stazioni mediche effettuate. Ovviamen-te, non si può pretendere che il medicoveterinario possa svolgere un’attivitàprofessionale, che gli dà il diritto di farsiretribuire correttamente, in modo gratu-ito. Questo fa sì che il cittadino sia restioad ottemperare all’obbligo di soccorso,nel timore di vedersi addebitare le spe-se veterinarie. Pertan-to è necessario chiari-re quale sia la proce-dura corretta da at-tuare: nel caso in cuisi sia coinvolti in unincidente con investi-mento di un animale oci si imbatta in un ani-male necessario di soccorso, è neces-sario contattare il servizio veterinariolocale (negli orari di ufficio risponderàun addetto e negli orari di chiusura èattiva una segreteria riportante il nume-ro telefonico delle urgenze)che si attive-rà per allertare la ditta con la quale è inatto una convenzione che provvederà alrecupero dell’animale incidentato e alsuo trasposto presso una struttura vete-rinaria sempre convenzionata con l’Asl.Nel caso in cui l’animale sia un selvaticosarà sempre l’Azienda sanitaria localead attivare il centro Wwf locale per il re-cupero. Ovviamente, i tempi necessariad attivare tutti i personaggi coinvoltidilatano l’attesa dell’animale e del soc-corritore. E’ auspicabile che la normati-va venga presto integrata da un decretodel Ministero dei Trasporti che perfezio-ni la disposizione».
CREMONA
I
 Ma sul territorio mancano i servizi per ottemperare la normativa. Laura Mori: «Serve una rete di strutture adeguata»
 Lo prevede un nuovo decreto: il mancato soccorso è un reato amministrativo, punibile con una forte sanzione
Scatta l’obbligo di soccorrere gli animali feriti
Riprendono le conferenze della serie "Vive-re con energia", curate e promosse dall'As-sociazione Ex dell'Aselli: venerdì 11 genna-io alle ore 16.30 in sala Puerari si terrà unincontro su "Energia nucleare: c'è futurodopo Fukushima?" con Marco Ricotti. Altro interessante incontro è quello del 20gennaio, durante il quale Ignazio Tabaccoaffronterà il tema 'Energia e ambiente: ilprotocollo di Kyoto ci salverà?'.
“Energia nucleare: c’èfuturo dopo Fukushima?”
La Diocesi di Cremona e il Segretariato Mi-grantes, in occasione della 99° Giornata delMigrante e del Rifugiato hanno deciso dicelebreare una messa animata dalle comu-nità etniche alle 15.30 di domenica 13 gen-naio nella chiesa di Santa Lucia 1 a Cremo-na. «L'invito a partecipare è accompagnatodalle parole di Benedetto XVI» fanno saperedalla Diocesi: «che chiede di rinnovare la fi-ducia e la speranza nel Signore».
Messa per la Giornatadel migrante e rifugiato
“Adotta una bolletta”, campagna di solidarietà
II Forum Terzo Settore di Cremona lanciano una campagna di solidarietà fra la cittadinanza, le associazioni, il mondo produttivo, attraverso anche il contributodi artisti cremonesi: “Adotta una Bollet-ta”. Allo scopo di definire insieme le ini- ziative da intraprendere i Forum invitanocittadini e associazioni all’incontro pub- blico di giovedì 10 gennaio alle ore 17.30 nella sede di via Speciano 2 a Cremona.«Nell’aprile 2012 i Forum del Terzo Set-tore presenti nel territorio cremoneseunitamente alle organizzazioni sindacali Cgil-Cisl-Uil e alle assemblee dei sindaci dei tre distretti della Provincia di Cremo- na, si sono mobilitati per chiedere allaRegione Lombardia il reintegro dei fondi  per il sociale e la non autosufficienza» hanno commentato i portavoce del Fo- rum. «Il nostro disappunto sta nella ridu- zione del 70% del Fondo Sociale asse- gnato ai Comuni e il mancato finanzia- mento dei fondi per anziani e disabili non autosufficienti con enormi ripercussioni  sulla già difficile condizione di vita di tan-te famiglie, molte delle quali già colpitedalla crisi; nella mancanza di lavoro, di  pensioni sempre meno adeguate».
 FORUM TERZO SETTORE 
 
 Incontro pubblico giovedì 10 gennaio in via Speciano
Il decreto emanato dal ministero fissa, tra le altre cose, l’equiparazione dello stato di  necessità di trasporto di un animale feritocome per una persona, l’utilizzo di sirena e lampeggiante per ambulanze veterinarie e mezzi di vigilanza zoofila. «La norma ha preso atto del cambiamento del sentire co- mune sul dovere di prestare soccorso an-che agli animali e le sanzioni irrogate fino ad oggi per le violazioni sono state un esempio positivo per automobilisti e Polizie locali» hanno detto Gianluca Felicetti, presidenteLav e Carla Rocchi, presidente nazionaledell’Enpa «nel Decreto siamo riusciti a far  inserire il pieno riconoscimento del privatocittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio vete- rinario, la necessità di intervento anche ai fini della tutela dell’incolumità pubblica e il  pieno riconoscimento dell’attività delleGuardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di inter-vento già previsti da altre normative».
IL TRASPORTOUTILIZZA LA SIRENA
 Multe da 389 a 1.559euro per chi violagli obblighi di legge
 Bisogna allertareil servizio veterinario easpettare il recuperoin arrivo da Crema

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->