Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Dalla psichedelia alla telepatica

Dalla psichedelia alla telepatica

Ratings: (0)|Views: 835|Likes:
Published by www.psiconautica.in
AAVV DALLA PSICHEDELIA ALLA TELEPATICA. A cura di BERARDI, Franco - BOLELLI, Franco. Milano, Synergon, 1992.
AAVV DALLA PSICHEDELIA ALLA TELEPATICA. A cura di BERARDI, Franco - BOLELLI, Franco. Milano, Synergon, 1992.

More info:

Published by: www.psiconautica.in on Jan 19, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/19/2013

pdf

text

original

 
AUTORI VARI. PSICHEDELIA E TELEPATICA.INDICE:1 Introduzione di Franco Bolelli2 Timothy Leary: LE POLITICHE DELL'ESTASI3 Alan Watts: L'esperienza psichedelica4 Stan Brakhage: Metafore sulla Visione5 A.Ginsberg, G.Snyder, T.Leary, A.Watts: Dialogo a Sausalito6 John Perry Barlow: GET HIGH7 Andrea Zingoni - G.M.M. Mayacreatures8 Timothy Leary: CHE NE SARA' DEL CORPO9 Franco Berardi: LA VISIONE MUTANTE10 - Cosmovisione barocca11 - La visione dei moderni12 - Immagine immaginario immaginazione13 - Dalla psichedelia alla telepatica attraverso la telematica14 - TecnomayaCAPITOLO 11 Introduzione di Franco Bolelli Perchè la cultura europea, italiana in particolare, appare sempre piùimpotente, sempre più inutile? Come la famosa rana nel pozzo, i nostrinoiosissimi intellettuali (anche e soprattutto quelli di opposizione)insistono a credere che la piccola fetta di cielo che loro vedono, sia tuttoquanto il cielo. Cos chiusi da non vedere che il modellomodernità-identità-storia-pensiero negativo e critico-filosofiatedesca-opposizione dolente-, non è che un affluente (assai inquinato)dell'oceano della cultura planetaria e universale. Manca davvero agliintellettuali un po' di zen, un po' di tao, un po' di tantra. Mancano leculture magiche. Manca una mitologia felice. Manca l'immaginariopsichedelico.Psichedel vuol dire naturalmente Alan Watts, Timothy Leary,Jefferson Airplane, San Francisco Oracle, summer of love, Human Be-In,Grateful Dead, light show. Ma l'immaginario psichedelico non può davveroesser confinato nel tempo storico, nemmeno nei luminosi sixties. Psichedel èl'esperienza dell'allargamento della coscienza, dell'espansione dellefacoltà neurologiche, della ricerca estatica. E' portare alla luce ilrespiro singolare e sintonizzarlo con il respiro cosmico. E' sperimentare lapossibilità non soltanto di cambiare il mondo, ma di moltiplicare i mondi.E' mettere a fuoco una sensibilità per l'armonia globale, per l'unitàolistica, per la sintesi (sintesi fra corpo e mente, fra oriente eoccidente). Una sensibilità per l'infinito: non l'infinito come astrazionemetafisica, ma come esperienza materiale, come modo di vivere (è questa lasola maniera per salvare l'infinito, come dicono Deleuze e Guattari).E'chiaro allora che psichedel non è soltanto uno stile, ma un progetto divita. Un progetto che qui e ora, nei corpi e nei modi di comunicare, con ilmassimo di autonomia, mette in scena nuovi paradigmi, al di là delle regolee dei ruoli sociali, al di là del limite dell'opposizione, al di làdell'unità di misura stessa del mondo unidimensionale. Ecco perchèl'immaginario psichedelico ritorna oggi nell'aria, in un momento che reclamal'uscita dal gioco malato dell'esistenza seriale e l'invenzione di nuoviparadigmi, di forme di vita alternative dentro e fra gli esseri umani. Nuovimodi di abitare, di comunicare, di vivere.Nel suo libro forse più compiuto(La Trasparenza del Male), Jean Baudrillard presenta un'analisistraordinariamente lucida della contemporaneità. Ma alla fine della letturanoi siamo certamente più consapevoli della catastrofe che ci circonda, maancora non sappiamo come è possibile liberarci dalla catastrofe. Questo è illimite dell'intelligenza critica europea: l'assoluta, parassitariadipendenza da ciò che critica. Il pensiero europeo ci spiega perchè il mondoè malato, tutt'al più si oppone al mondo, ma non fa autonomamente il proprio
 
mondo. E' un pensiero della crisi, non della creazione.Mettere al mondo ipropri mondi, materializzando zone di vita liberata: è questa la grandesfida dell'esperienza psichedelica. Imparare a vivere come se il mondo nonesistesse, nella più orgogliosa dichiarazione di autonom , di energiapositiva e felice.Un progetto di secessione. Watts, Snyder, Leary, hannoraccontato, i Jefferson Airplane hanno messo in musica, gli human be-inhanno messo in scena, qualche migliaio di esseri umani ha messo in pratica,il progetto di comunità indipendenti, fondate su quella sinton che puònascere solo dalla più assoluta autonom singolare. Comunità illuminate chesi riuniscono intorno a un evento, a un progetto, a un luogo, e l davverovivono come se il mondo non esistesse, al di là dell'esistenza normalizzata,al di là delle regole e delle identità. Non tanto contro il mondo, ma al dilà del mondo. Come la comunità scritta da Pynchon in Vineland, come quellasurf di Point Break, come quelle nomadi dei deadheads. Senza attendere idomani illusori dell'utopia. Vivendo la libertà, la felicità, l'estasi, lacomunicazione armoniosa, non come traguardi finali, ma come punti dipartenza, come stati d'animo, come materiali e concrete energie divita.Perchè questa è forse l'essenza stessa dell'esperienza psichedelica:sperimentare e svelare che la conoscenza magica, l'estasi, l'espansione deisensi e della mente, tutto questo non si trova in luoghi esotici ai marginidell'esistenza, ma è organicamente dentro il corpo, la materia, la vita. E'il corpo quando si libera dalla meccanica conformista, è la mente quando silibera dai modelli dissuasivi della conoscenza lineare e razionale, è lavita quando si libera dalla sottomissione alla necessità. Con l'immaginariopsichedelico, impariamo che se ci allontaniamo dal dominio sofferenzialedella necessità, non solo non finisce nulla, ma è proprio qui che tuttocomincia davvero. Impariamo che quello che gli esseri umani possono ancorafare con i loro corpi, le loro menti, le loro energie, è infinitamente dipiù di quanto già hanno fatto.Il pensiero occidentale è infettato dal sensodi appartenenza a una storia costruita sulla necessità e sull'identità. Lapsichedel ha svelato che andarsene da un'esistenza mortificata dallanecessità e imprigionata dall'identità non è un'evasione utopica, ma unviaggio più dentro la vita.Il pensiero, la politica, la religione, hannosempre costruito sul disagio, sulla sofferenza. Imparare finalmente acostruire sulla deriva felice è il progetto psichedelico. Evidenziare glieventi, i progetti, gli incontri, i movimenti, dove gli esseri umaniesprimono le proprie energie di armon , di autonomia, di immaginazione, difelicità, di vita. Raccontare che il gioco della necessità e dell'identità èuno di quei giochi malati dove partecipare, in qualunque ruolo, significaperdere. E cos felicemente, separare il proprio destino.S sappiamo cosaqualcuno starà dicendo: che il movimento psichedelico ha prodotto comunifallite, disastri chimici, evasioni nel misticismo, ed è naufragato in unmare di ingenuità. Vero, naturalmente: ma questo è ancora il vecchio viziodi giudicare sul metro della storia e degli epiloghi. Perchè la psichedel èstato il primo movimento in occidente a guardare negli occhi il potenzialebiochimico, neurologico, sensoriale, inventivo, emotivo, mentale, cosmico,che gli esseri umani abbracciano in sé. Il primo progetto ad azzardare unasintonia fra ritmo singolare e ritmo universale. Il progetto che piùradicalmente ha investito i modi di vivere. Nella più ambiziosa dellesintesi, la psichedel ha abbracciato le esperienze orientali a più altotasso di energia positiva e le ha proiettate sullo scenario dove lecontraddizioni sono più avanzate e più raffinate sono le forme dicomunicazione, alla ricerca di un'alternativa davvero globale, davvero al dilà del tempo. E' nata cos quella simbiosi fra magico e tecnologico che oggi-nell'epoca cyberspaziale, immateriale, interattiva- è la tendenza che stainvestendo le menti, i neuroni, i corpi, i linguaggi, i modi di comunicare,dell'intero pianeta. Abbandonarsi a questa mutazione e portare alla luce lesue potenzialità armoniose, le sue energie di desiderio, la sua sensibilitàestatica, il suo respiro cosmico, è questo il progetto psichedelico.Cominciare a creare una mitologia che il pensiero europeo nemmeno immagina:
 
una mitologia felice, positiva. La mitologia di quegli esseri umani in statodi grazia che stanno imparando a vivere come se il mondo non esistesse.CAPITOLO 22 Timothy Leary: LE POLITICHE DELL'ESTASI Il tuo corpo è l'universo. L'antica saggezza di gnostici, ermetici, sufi,guru tantrici, yogi, guaritori occulti. Ciò che è fuori, è dentro. Il tuocorpo è lo specchio del macrocosmo. Il regno dei cieli è dentro di te.Dentro il tuo corpo. Le grandi filosofie psichedeliche d'oriente -tantra,yoga kundalini,...-vedono il corpo umano come il tempio sacro, il centrocreatore, il santuario squisitamente architettato dell'intera creazione. Hocest corpus meum. E la consapevolezza della funzione del corpo è ilfondamentale metodo sacramentale di queste religioni. Il tantra tibetano eindiano allenano lo studente a divenire fedele dell'esperienza somatica, afare attenzione alle energie e ai messaggi del corpo. Respiro, controllodella circolazione, controllo dei muscoli e dei riflessi, della digestione,degli organi genitali, consapevolezza dell'intricato linguaggio degli ormonie degli umori, la psicofarmacologia del corpo, il cakras. Non è possibilecomprendere i ritmi e i significati del mondo se non si imparano glialfabeti del corpo.(tratto dalla Psychedelic Review, '64).Parole come gioia,estasi, grazia, bellezza, non esistono affatto nel vocabolario psichiatrico.Ai poveri psichiatri è stato affidato il triste incarico di cercare lapatologia. Loro sono contenti quando trovano problemi e sono sconcertatiquando si trovano faccia a faccia con le più essenziali esperienze dellavita.La vita è una serie di rischi. Nessuna società paternalistica e nessunamedicina paternalistica hanno il diritto di trattenerci dal prendere queirischi. Se dessimo ascolto ai neurologi e agli psichiatri, non dovremmo maiinnamorarci.(novembre '63).Libertà e armonia sono le chiavi della nostrareligione e del movimento politico attivo oggi negli stati uniti. La libertàdi trovare il tuo potenziale interiore e di svilupparlo senza limiti postida un'entità politica esterna centralizzata e autoritaria. Ritornare inarmonia con il tuo corpo e con la vita che ti circonda. L'uomo moderno ècompletamente fuori sintonia con la natura, con le stagioni, con i pianeti.Sta per verificarsi, a mio parere, una rigenerazione spirituale che sicompie sintonizzandosi con se stessi e trovando il proprio ritmointeriore.Il mito è, naturalmente, consapevolezza cellulare. Cambiano isimboli, le culture nascono e muoiono, ma fin da quando gli esseri umanipossiedono questa specie di corpi, certi miti continuano ad apparire eriapparire.E molti di essi si riferiscono alla mag e alla meraviglia delledroghe sacre. A un certo punto della ricerca storica ecco arrivare ilvecchio mago con l'elisir di vita. Colui che controlla la chimica che cambiala mente, controlla la consapevolezza. Chi controlla la chimica, puòdistorcere la tua mente, può alterare la tua personalità, può cambiare te ela tua concezione del mondo. L'uomo che può accenderti sta sempre là, sullosfondo della storia.(giugno '66).Il concetto chiave della rivoluzionepsichedelica è il lavoro: lavoro estatico.Più libertà, più responsabilità.Setu prendi sul serio la partita della vita, se tu prendi sul serio il tuosistema nervoso, se tu prendi sul serio i tuoi sensi, se tu prendi sul serioil processo dell'energia, tu devi accenderti, sintonizzarti, ritirarti.Peraccendersi (turn on), intendo prima di tutto entrare in contatto con i tuoiorgani sensoriali (non come strumenti da usare in qualche gioco mondano, macome macchine da presa che ti sintonizzano con le vibranti energie intorno ate. Entrare in contatto con la tua saggezza cellulare. Entrare in contattocon l'universo dentro di te. La sola via d'uscita è dentro. E il modo pertrovare la saggezza in te è accendersi.Ci vuole coraggio, per andar fuoridalla tua mente. La cosa più facile è stare dentro il tuo sistema di simboliconsueto. La strada psichedelica non è facile nè maestosa.Per sintonizzarsi(tune in), intendo collegare le tue rivelazioni interiori con il mondoesterno intorno a te. Il movimento hippy, lo stile psichedelico, richiede

Activity (4)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
lukacs liked this
Domenico Santoro liked this
lukacs liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->