Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Proposte per consiglio e assemblea CSI

Proposte per consiglio e assemblea CSI

Ratings: (0)|Views: 2 |Likes:
Published by Marco Pizzato
proposte raccolte nella riunione delle società di sabato 9, che saranno proposte in consiglio e assemblea
proposte raccolte nella riunione delle società di sabato 9, che saranno proposte in consiglio e assemblea

More info:

Published by: Marco Pizzato on Feb 11, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/26/2014

pdf

text

original

 
Gazzada, 09/02/2013
 ALLA C.A. DEL CONSIGLIO PROVINCIALE CSIOGGETTO: problematiche, proposte e soluzioni dalle società CSI per ilcalcio a 7
Negli ultimi anni il movimento attorno al settore calcio del CSI è cresciutoesponenzialmente, sia in termini di partecipazione sia qualitativi. Chiariesempi ne sono “La Gazzetta del CSI” e “Campionato femminile CSI Varese” chequotidianamente nel WEB danno spazio alle società e seguono “dal vivo”l’attività sportiva di ogni fine settimana. A fronte di tutto ciò, si ritienetuttavia che non vi sia un’adeguata e parallela evoluzione dei servizi offertidal settore calcio stesso, fermo ancora in una situazione che non tiene ilpasso con i tempi e, di conseguenza, non garantisce l’indispensabile evoluzionequalitativa di tutto il movimento.Con l’ausilio dei mezzi informatici di cui sopra è stata data possibilità allesocietà iscritte ai diversi campionati di calcio a 7 di evidenziare iprincipali problemi ravvisati nell’attività quotidiana ma anche di fornireeventuali idee, proposte e soluzioni. Sabato 9 febbraio è stata organizzata unariunione tra le società interessate con l’obiettivo di raccogliere e coordinaretutto il materiale raccolto, espresso poi in quanto segue.I punti critici sui quali si è concentrata l’attenzione sono essenzialmentequattro
 
strutturazione dei calendari;
 
gestione del settore arbitrale;
 
rispetto delle norme previste dai regolamenti nazionale (Sport in Regola)e provinciale;
 
organizzazione del servizio di segreteria tecnica.Segue la trattazione approfondita delle problematiche riscontrate
 
1.
 
STRUTTURAZIONE DEI CALENDARI E PROPOSTE 
 
Inizio anticipato e sosta prolungata nei mesi invernali
Indubbiamente il principale problema legato ai calendari sta nellagenerale difficoltà di svolgere l’attività prevista dal programma neimesi invernali, dicembre e gennaio. Neve e campi ghiacciati costringonospesso a giocare in condizioni prive dei requisiti di sicurezza personaleper chi va in campo o, peggio, a rinvii a date da destinarsi, con lerelative problematiche che ne derivano, trattate nello specifico nelpunto 3. Gli stessi rinvii spesso interessano poi solo una parte deiturni in programma (tipicamente la domenica a fronte delle nevicate delsabato), causando un deleterio frazionamento dei recuperi, che finisconoanche per falsare il normale prosieguo dei campionati.Possibili soluzioni in tal senso seguono due direzioni ben precise,l’
inizio anticipato dell’attività in settembre
e l’
aggiunta in calendariodi alcuni turni infrasettimanali
nei mesi autunnali e primaverili, inmodo da assorbire i turni normalmente programmati nei mesi di dicembre egennaio e lasciare questi ultimi interamente liberi da impegni,prolungando la pausa invernale.La prima proposta, l’inizio anticipato dell’attività, può riscontrareproblematiche organizzative per i tempi ristretti necessari periscrizioni e predisposizione dei calendari. Tuttavia questi possonoessere facilmente risolti anticipando il termine (o anche solo l’inizio)delle iscrizioni a fine luglio per le categorie Open Eccellenza, A, B eC, lasciando a inizio settembre il termine per la sola Open D e icampionati giovanili e femminili, per i quali c’è una maggior variabilitànei numeri e incertezza dovuta alle nuove squadre iscritte. Da nonescludere anche un rientro anticipato dal periodo di ferie normalmenteprevisto per l’attività generale del comitato provinciale CSI, chenormalmente coincide con la prima settimana di settembre.La soluzione dei turni infrasettimanali – se programmati e inseriti incalendario con ampio preavviso possono evitare i problemi sollevati indiscussione e relativi alla disponibilità delle squadre – può essere lasoluzione migliore per assorbire gli impegni invernali. La richiesta poidi indicare al momento dell’iscrizione la disponibilità di un impianto diilluminazione nel campo di gioco, risolve anche la possibile problematicalegata a questo fattore a fronte, ovviamente, di una adeguatapredisposizione del calendario.Ulteriore proposta presentata è quella di aumentare il numero dei gironi,in modo da snellire il calendario, soluzione che tuttavia dovrebbeverosimilmente essere il risultato di una più complessa riorganizzazionedel campionato Open.
 
 
Riduzione delle retrocessioni dall’Eccellenza
 
Viene valutata negativamente la proposta di limitare il numero diretrocessioni dall’Eccellenza alla Serie A o inserire eventuali spareggipromozione-retrocessione incrociati tra la undicesima e dodicesimaclassificata dell’Eccellenza e le seconde dei due gironi di Serie A. Inquest’ultimo caso anche i differenti termini temporali dei due campionatirendono poco fattibile la proposta.L’attuale numero di retrocessioni previste garantisce un adeguatoricambio auspicabile per il massimo girone della categoria Open, chemantiene così di fatto il suo ruolo anche qualitativo di “Eccellenza”.
 
Sistema di promozione e retrocessione nel campionato femminile
Analogamente all’Eccellenza viene proposto l’inserimento di spareggipromozione-retrocessione incrociati tra la terz’ultima e quart’ultimaclassificata della Serie A e le seconde dei due gironi di Serie B. Siritengono eccessive quattro retrocessioni in un girone di Serie A di11/12 squadre.La proposta di creare gironi con un numero più consistente di squadre perprolungare l’attività riscontra il problema della mancanza stessa disquadre, che costringe nella situazione attuale.
 
Orari delle gare interne delle società provenienti da altri comitati
Viene sollevato un problema già riscontrato la scorsa stagione nel GironeB2 del campionato femminile. Per le società di altri comitati chepartecipano all’attività del comitato di Varese, l’orario delle gareinterne deve tutelare – o quantomeno non mettere in condizioni didifficoltà – le società varesine ospiti, costrette a lunghe trasferte econseguenti partenze in orari proibitivi per motivi scolastici elavorativi.
 
Coppa CSI 
Viene proposta la realizzazione di una Coppa CSI con programmainfrasettimanale e di strutturazione analoga alla FA Cup inglese, conpartecipazione su richiesta e organizzazione su base zonale e scontridiretti tra squadre appartenenti ai differenti gironi della categoriaOpen.
 
Suddivisione territoriale
Si richiede una più oculata organizzazione della suddivisione dellesquadre nei gironi delle medesime serie, in modo da evitare di ritrovarsiin gironi di zone differenti dalla propria e di conseguenza essereimpegnati in lunghe trasferte evitabili (vedi Vulcania e San Giorgionella serie B femminile dello scorso anno e la suddivisione delle duesquadre di Varese nella B di quest’anno).

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->