Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword or section
Like this
2Activity

Table Of Contents

Premessa
Introduzione
2.1. La fonte
2.2. Le cooperative sociali oggi in Italia
2.3. L’evoluzione
2.4. Servizi alla persona e inserimento lavorativo
2.5. Altri indicatori della presenza cooperativa
2.6. Una proposta di lettura
Premessa1
3.1. Le istituzioni nonprofit italiane: un profilo sintetico
3.2. Le cooperative sociali
3.2.1. Numerosità e distribuzione territoriale
3.2.2. I settori di attività
3.2.3. Le risorse umane
3.2.4. Le risorse economiche
Introduzione: cooperazione sociale e politiche attive del lavoro
4.1. La cooperazione di inserimento lavorativo in Italia: i dati
4.2. Inserimento lavorativo e analisi costi/benefici
4.3. Conclusioni
Introduzione: la Regione Lombardia e la cooperazione sociale
5.2.1. La presenza femminile nella base sociale
5.3. Occupati
5.3.1. Occupati nelle cooperative sociali di tipo A
Tabella 5.5.Occupati nelle cooperative sociali di tipo A
5.3.2. Occupati nelle cooperative sociali di tipo B
5.4. Attività delle cooperative sociali
5.4.1. Servizi e utenti delle cooperative sociali di tipo A
5.4.2. Attività delle cooperative sociali di tipo B
5.5. Analisi di alcune voci del conto economico
5.6. Interventi a sostegno della cooperazione sociale
5.7. Convenzioni
6.1. La ricerca: metodologia e obiettivi
6.2. I principali risultati
6.3. Le peculiarità delle cooperative sociali
6.3.1. Le dinamiche organizzative
6.3.2. Le caratteristiche dei lavoratori
6.3.3. Le remunerazioni
6.3.4. La soddisfazione
6.3.5. L’equità procedurale e distributiva
6.3.6. La fedeltà all’organizzazione
6.4. Alcuni modelli di cooperazione sociale
6.4.1. La localizzazione
6.4.2. La presenza di volontari
6.4.3. La dimensione
6.4.4. La composizione della base sociale
6.5. Conclusioni
7.1. I meccanismi di formazione e le funzioni dei consorzi
7.1.1. Le esigenze alla base della scelta consortile
7.1.2. I dilemmi dell’azione collettiva
7.1.3. Due modalità di formazione dei consorzi
7.2. Il quadro generale del fenomeno
7.2.2. La diffusione a livello locale
7.2.3. Le dimensioni dei consorzi
7.3. Il funzionamento dei consorzi
7.3.1. L’evoluzione delle attività
7.3.2. Lo sviluppo
7.3.3. Le disomogeneità territoriali
7.4. Conclusioni
8.2. L’analisi del campione: le tesi di partenza
8.2.1. Presentazione della base dati
8.3.1. La capacità di generare utili
8.3.2. La dipendenza dai contributi pubblici
8.3.3. La capacità di autofinanziamento
8.3.4. L’efficienza produttiva e la struttura organizzativa
8.4. Conclusioni
PIEMONTE
VALLED’AOSTA
LOMBARDIA
TRENTINO-ALTOADIGE
VENETO
FRIULI-VENEZIAGIULIA
LIGURIA
EMILIAROMAGNA
TOSCANA
UMBRIA
MARCHE
LAZIO
ABRUZZO
MOLISE
CAMPANIA
PUGLIA
BASILICATA
CALABRIA
SICILIA
SARDEGNA
Nota sugli autori
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Comunita Cooperative

Comunita Cooperative

Ratings: (0)|Views: 13 |Likes:
Saggistica
Saggistica

More info:

Published by: Nostalgico Turbolento on Feb 13, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

02/26/2013

pdf

text

original

You're Reading a Free Preview
Pages 7 to 8 are not shown in this preview.
You're Reading a Free Preview
Pages 15 to 121 are not shown in this preview.
You're Reading a Free Preview
Pages 128 to 285 are not shown in this preview.
You're Reading a Free Preview
Pages 292 to 297 are not shown in this preview.
You're Reading a Free Preview
Pages 304 to 341 are not shown in this preview.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->