Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword
Like this
7Activity
×
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
COSA DICE L'AGENDA MONTI E COME RISPONDE LA ME-MMT

COSA DICE L'AGENDA MONTI E COME RISPONDE LA ME-MMT

Ratings: (0)|Views: 310|Likes:
Published by Andrea Carancini
L'Agenda Monti (base dell'ultimo anno di governo, E BASE DEI GOVERNI FUTURI) analizzata dai neokeynesiani.
L'Agenda Monti (base dell'ultimo anno di governo, E BASE DEI GOVERNI FUTURI) analizzata dai neokeynesiani.

More info:

Categories:Types, Research
Published by: Andrea Carancini on Feb 21, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See More
See less

02/22/2013

pdf

text

original

 
AGENDA MONTIME-MMT
C
os
 
diCe
 
l
genda 
M
onti
 
 e 
 
come 
 
 rispond
 
l
 
Me-MMt
vs
www.memmt.info
 
Contributi: 
AGENDA MONTIME-MMT
C
os
 
diCe
 
l
genda 
M
onti
 
 e 
 
come 
 
 rispond
 
l
 
Me-MMt
vs
www.memmt.info
info memmt.info
@
AGENDA MONTI vErsus ME-MMT
introduzione 
-
Daniele Basciu
00
un anno di GoVerno Monti: i nuMeri 
-
Daniele Della Bona
01
europa e italia 
-
Riccardo Tomassetti
02
debito pubbliCo e CresCita 
-
Pier Paolo Flammini
03
CariChi isCali e spreChi 
-
Pier Paolo Flammini
04
liberalizzazioni 
-
Stefano Sanna
05
Capitali esteri e industria 
-
Mario Volpi
06
istruzione, riCerCa, Cultura, aGriColtura, aMbiente, turisMo 
-
Pier Paolo Flammini
07
pensioni 
-
Stefano Sanna
08
dati laVoro aGenda Monti 
-
Massimiliano Sparacino
09
Welare e poVertÀ 
-
Massimiliano Sparacino
10
Costi della Casta e Costi del “più europa” 
-
Daniele Della Bona
 
introduzione 
AGENDA MONTIME-MMT
AGENDA MONTI vErsus ME-MMT
Paradossalmente l’agenda di Monti è un documento superuo; da Novembre 2011 ad oggi l’Italia è stata governatadall’esecutivo presieduto dallo stesso Monti per cui oggi possiamo valutarne i risultati prima ancora che i propositi.Dopo un anno di ricette di austerity gli indicatori macroeconomici sono drammatici: incremento netto della disoccupazio-ne, crollo della produzione industriale, esplosione della pressione fscale fno a valori insostenibili. Altri esiti, molto piùdevastanti, non sono oggi percepibili ma si presenteranno tra qualche tempo, quando l’Italia sarà un Paese deindustria-lizzato, privato del proprio risparmio accumulato in decenni, abitato da enormi sacche di disoccupati, precari, anzianiprivi di un trattamento pensionistico che consenta una vita decorosa. Il Governo Monti in quest’anno appena trascorsoha posto tutti i presupposti per questo uturo da incubo. È il governo che ha introdotto la più sanguinosa riorma pensio-nistica che osse concepibile, per mano di un ministro, Elsa Fornero, che per anni ha lavorato per conto dei gruppi fnan-ziari che vendono pensioni private. È il governo che ha costretto i malati di SLA allo sciopero della ame e a maniesta-zioni in barella di ronte a Palazzo Chigi per la salvaguardia di un minimo di tutela da parte dello Stato.Tutto questo, è bene ricordarlo, Monti non lo ha atto da solo, ma con l’avallo di un Parlamento per la quasi totalità con-nivente e succube agli interessi dei gruppi fnanziari e neomercantili che hanno progettato e realizzato questa ormadegenere di economia che non è più capitalismo industriale, ma una nuova orma di rendita fnanziaria parassitaria in cuii cittadini e le collettività sono prede da spolpare. Centro-destra e centro-sinistra, PDL e PD, hanno votato e approvatouno per uno tutti i provvedimenti che il Governo Monti ha posto in essere, al grido di “ce lo chiede l’Europa”, ed è grot-tesco che oggi si propongano come “alternativi” a un progetto di governo che hanno votato punto per punto per un annodi seguito.Allora nell’Agenda Monti è interessante soprattutto quello che non è discusso nel documento: il pareggio di bilancio perlo Stato, il fscal compact, l’abolizione della spesa pubblica in defcit, il fnanziamento dello Stato sui mercati fnanziariprivati, l’azzeramento della sovranità politica, fscale, monetaria dello Stato italiano. Tra tutti i punti toccati dall’agenda,mancano quelli ondamentali, paletti che delimitano l’azione di qualsiasi Governo intenda rispettarli, e sono stati accet-tati come un dato di atto irrinunciabile nella quasi totalità dei programmi elettorali delle orze politiche che si presentanoalle elezioni 2013. Sono le ondamenta della crisi Europea, che non è una atalità, ma un progetto: “
L’Europa ha bisogno di crisi, anzi, di gravi crisi per are passi avanti. I passi avanti per l’Europa sono per defnizione cessione di parti delle sovranità popolari a un livello comunitario 
(M.Monti, 2011)”. L’Agenda Monti, quella delle parole scritte e di quelle omesse, è in realtà l’Agenda di tutti i principali candidati al Governoe rispettivi schieramenti. È un’Agenda che istituzionalizza la crisi, la a diventare metodo di governo e condizione perma-nente di vita per i cittadini. Chi nel proprio programma elettorale propone “più Europa”, chi si dichiara europeista, non aaltro che abbracciare questa agenda.Il documento elaborato da MEMMT.ino si articola in un riepilogo di indicatori macroeconomici e dieci schede, una perciascuno dei princpali argomenti trattati dall’Agenda. Le schede analizzano con gli strumenti MEMMT ciò che l’Agendascrive, e soprattutto evidenziano quello che l’Agenda tiene accuratamente nascosto o in secondo piano.Tutti gli approondimenti su questi temi e sul colpo di Stato fnanziario nell’Unione europea sono reperibili su:
www.memmt.ino
e
www.paolobarnard.ino
C
os
 
diCe
 
l
genda 
M
onti
 
 e 
 
come 
 
 rispond
 
l
 
Me-MMt
vs
AGENDA MONTIvsME-MMT
intro
www.memmt.info
info memmt.info
@

Activity (7)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
Andrea Carancini added this note|
"L’Agenda Monti, quella delle parole scritte e di quelle omesse, è in realtà l’Agenda di tutti i principali candidati al Governo e rispettivi schieramenti. È un’Agenda che istituzionalizza la crisi, la fa diventare metodo di governo e condizione permanente di vita per i cittadini. Chi nel proprio programma elettorale propone “più Europa”, chi si dichiara europeista, non fa altro che abbracciare qu
Andrea Carancini added this note|
il bilancio dell'agenda (e del governo) monti
Andrea Carancini liked this
Andrea Carancini liked this
Andrea Carancini liked this
Andrea Carancini liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->