Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Rapporto DAP_BR 23-02-09

Rapporto DAP_BR 23-02-09

Ratings: (0)|Views: 42|Likes:
Published by Antonio
Nel corso della serata del 23 febbraio 2009 nello stabilimento Polimeri Europa di Brindisi, a seguito di problemi di natura elettrica che hanno causato la fermata degli impianti P1CR e P30B ed una linea dell’impianto PE12, sono entrati in funzione i meccanismi automatici di sicurezza dello stabilimento ed sono state così attivate le torcie RV101C e RV401 e guardate i dati di Diossina e PM10 per far venire la pelle d'oca....... stabilimento Polimeri Europa S.p.A.
Nel corso della serata del 23 febbraio 2009 nello stabilimento Polimeri Europa di Brindisi, a seguito di problemi di natura elettrica che hanno causato la fermata degli impianti P1CR e P30B ed una linea dell’impianto PE12, sono entrati in funzione i meccanismi automatici di sicurezza dello stabilimento ed sono state così attivate le torcie RV101C e RV401 e guardate i dati di Diossina e PM10 per far venire la pelle d'oca....... stabilimento Polimeri Europa S.p.A.

More info:

Published by: Antonio on Feb 28, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/10/2014

pdf

text

original

 
 
Dipartimento prov.le di Brindisi 
__________________________________________________________________________________________ARPA Puglia – Via Galanti, 16 – 72100 – Brindisi1
 
RAPPORTO DELLE ATTIVITA’DI ARPA PUGLIA DEL 23-02-2009
BRINDISI, 25-02-2009
ARPA PUGLIAAgenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambientewww.arpa.puglia.it 
Dipartimento Provinciale di BrindisiVia Galanti 16, 72100 BrindisiTel. 0831 536832/536838; Fax 0831.536848E-mail: dap.br@arpa.puglia.it
 
 
Dipartimento prov.le di Brindisi 
__________________________________________________________________________________________ARPA Puglia – Via Galanti, 16 – 72100 – Brindisi2
 
Rapporto delle attività
Nel corso della serata del 23 febbraio 2009 nello stabilimento Polimeri Europa di Brindisi, a seguito diproblemi di natura elettrica che hanno causato la fermata degli impianti P1CR e P30B ed una lineadell’impianto PE12, sono entrati in funzione i meccanismi automatici di sicurezza dello stabilimento ed sonostate così attivate le torcie RV101C e RV401 dello stabilimento Polimeri Europa S.p.A.
In serata è stata allertata l’ARPA di Brindisi
dal Responsabile del Settore Ecologia della Provincia diBrindisi, dott.sa Annamaria Attolini. Alle ore 21.00 del 23/02 è stato effettuato un sopralluogo sull’impianto da parte di tecnici di ARPA Pugliai(verbale di Contestazione n. 15, allegato al presente Rapporto di Attività) che hanno verbalizzato ledichiarazioni del Resp.le Qualità Sicurezza e Ambiente della Polimeri Europa S.p.A., ing. Paolo S. Brigantesecondo il quale “
una 
 perturbazione elettrica 
di natura esterna ha causato la fermata degli impianti P1CR, P30B ed una linea dell’impianto PE12. Attualmente gli impianti sono in sicurezza e si sta procedendo alle verifiche per il riavviamento. A seguito di tale disservizio si sono attivati immediatamente i sistemi di sicurezza convogliando i fluidi di processo ……….. direttamente alle torce di stabilimento RV101C e RV401 
.” I tecnici ARPA hanno richiesto di produrre entro 10 giorni una relazione tecnica che descriva le cause chehanno portato alla perturbazione elettrica e le modalità di ripristino delle normali condizioni di marcia.Sono stati visionati, presso il Centro di Elaborazione Dati di Brindisi, i dati meteorologici e i parametri chimiciorari registrati dalle centraline delle reti gestite da ARPA e di quelle della rete Costa Morena di ENEL eEDIPOWER.Presso il CED sono stati quindi valutati i dati meteorologici provenienti dalla centralina terminal Passeggeridella rete sulla banchina di Costa Morena relativi alla direzione e alla velocità dei venti prevalenti e gliindicatori di qualità dell’aria, a partire essenzialmente dalle ore 16.00.Per quanto riguarda i venti, nel corso della serata del 23/02, erano provenienti da Est a partire dalle ore 17per ruotare da ESE e poi da Nord Ovest alle ore 22, con velocità pari mediamente a 1,3 m/s.La direzione di ricaduta prevalente dei fumi emessi risultava posta a Ovest rispetto al Petrolchimico.Pertanto, sono stati visionati e vengono di seguito riportati i dati provenienti dalla centralina SISRI della retedi ARPA, poiché rientrava nell’area di ricaduta dei fumi.Nel corso della stessa serata si è verificata un aumento delle concentrazioni orarie (biorarie per il PM10)degli inquinanti
benzene, PM10, NO2 e CO
 
rilevati dagli analizzatori presenti nella stazione fissa diBrindisi-SISRI.I valori orari registrati sono risultati tutti inferiori ai Valori Limite di legge, e ciò si è verificato anche per i datigiornalieri.Come è accaduto in alcuni dei precedenti eventi, in merito ai dati gestiti da ARPA, una significativa variazioneoraria si è osservata nell’andamento delle concentrazioni orarie di
Idrocarburi policiclici Aromatici totali
 (di seguito IPA), misurate dall’analizzatore
 
Standard Real-Time Monitor for Particle-Bound Polycyclic AromaticHydrocarbons (PAH) (mod. PAS 2000 ECOCHEM), fornito da Edipower all’ARPA ed installato nella centralinaSISRI; tale strumentazione, come già detto nelle precedenti relazioni, rileva gli IPA totali presenti sulparticolato campionato, prodotti della combustione.
 
 
Dipartimento prov.le di Brindisi 
__________________________________________________________________________________________ARPA Puglia – Via Galanti, 16 – 72100 – Brindisi3
Il parametro relativo agli IPA totali in aria ambiente non è normato. Il D. Lgs. 152/07 si riferisce unicamenteal Benzo(a)Pirene, indicando un valore obiettivo annuale da non superare. Pertanto non è possibile fare unraffronto di quanto registrato da questo analizzatore con un valore limite di legge.Il 23 febbraio si è registrato alle ore 22.00 (i dati in tabella sono riferiti all’ora solare) un picco pari a 149,1ng/m
3
.Si riportano in allegato le elaborazioni statistiche effettuate relative ai valori di concentrazione registrati alsuolo nella serata del 23 febbraio e nelle prime ore del 24 (dati e grafici) per alcuni inquinanti significativirilevati dalle stazioni della rete ARPA nel territorio brindisno.Per gli inquinanti SO
2
, NO
2
, CO, PM10 e benzene le attività di validazione, elaborazione dei dati e valutazionedei risultati sono eseguite secondo quanto prevede il D.M. 60/02.
Osservazioni finali.
I dati registrati dalle stazioni fisse dimostrano un aumento delle concentrazioni orarie di PM10, benzene, IPAtotali, CO e NO2 nelle ore serali in tutte le centraline presenti nella città di Brindisi e particolarmente nellacentralina SISRI, posta a Sud-Sud Ovest rispetto al petrolchimico. Tali aumenti sono senza alcun dubbioassociati alle emissioni delle torce del petrolchimico. Sono in corso ulteriori elaborazioni ed approfondimentisui dati di qualità dell’aria dell’intero sistema di monitoraggio.I venti prevalenti nelle ore di accensione delle torce provenivano da Est.Le elaborazioni statistiche dei dati rilevati nella giornata del 23 febbraio ai sensi della normativa relativa allaqualità dell’aria (D.M. 60/02) sono presenti sul sito di ARPA Pugliawww.arpa.puglia.it.Si ribadiscono con maggiore forza le proposte tecniche già avanzate nei nostri precedenti documenti(novembre e dicembre 2008) e finora non riscontrate.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->