Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
LA PIAZZA D'ITALIA 16 - la piazza d'italia, franz, turchi, informazione, politica, Italia, esteri, istituzioni, politica, scienze, spettacolo, tempo libero, www.lapiazzaditalia.it, www.franzturchi.it, alleanza nazionale, parlamento europeo, elezioni europee

LA PIAZZA D'ITALIA 16 - la piazza d'italia, franz, turchi, informazione, politica, Italia, esteri, istituzioni, politica, scienze, spettacolo, tempo libero, www.lapiazzaditalia.it, www.franzturchi.it, alleanza nazionale, parlamento europeo, elezioni europee

Ratings: (0)|Views: 49|Likes:
la piazza d'italia, franz, turchi, informazione, politica, Italia, esteri, istituzioni, politica, scienze, spettacolo, tempo libero, www.lapiazzaditalia.it, www.franzturchi.it, alleanza nazionale, parlamento europeo, elezioni europee
la piazza d'italia, franz, turchi, informazione, politica, Italia, esteri, istituzioni, politica, scienze, spettacolo, tempo libero, www.lapiazzaditalia.it, www.franzturchi.it, alleanza nazionale, parlamento europeo, elezioni europee

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/10/2014

pdf

text

original

 
Poste Italiane SpA- Spedizione in abbonamento postale - D. L. 353/2003 (conv. in L27/02/2004 num. 46) art. 1 - DCB-Roma
1-15/15-31 Dicembre 2006 - Anno XLIII - NN. 23-24 -
0,25
(Quindicinale)
In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romaninaper la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy
Abb. sostenitore da
E
1000 - Abb. annuale
E
500 - Abb. semestrale
E
250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina
— Fondato da Turchi —
COPIAOMAGGIO
LITVINENKO,SPY STORYIN PRIMA PAGINA
 — a pagina 2 — 
PRIMO PIANO
Per la vostra pubblicitàtelefonare allo 800.574.727
L
 A
P
IAZZAD
’I
TALIA
    w    w    w .     l    a    p     i    a    z    z    a     d     i     t    a     l     i    a .     i     t
ISSN 1722-120X
9 771722 12000050009 >
Voltafaccia
di Casini
L
 A
P
IAZZAD
’I
TALIA
di
Francesco di Rosa
HOLLYWOOD,DA
 EAST 
COASTA
 LEFT 
COAST
 — a pagina 7 — 
CULTURA E SPETTACOLI
 Questo sembra chiedersi il leader iraniano Mahmoud Ahmadinejad: l’immagine del regime indistruttibile vacilla, i giovani scendono in piazza e contestano la dittatura
 Ricco, continuamente aggiornato: arriva  finalmente sul web il nuovo punto di riferimento per i giovani e per un nuovo modo di fare politica in Italia
 www.lapiazzaditalia.it 
Una Piazza di confronto aperta al dibattito su tutti i temi dell’agenda politica e sociale per valorizzare nuove idee e nuovi contenuti
M
a in questo caso,non siamo qui acommentare lapoderosa decisione dialcun Cesare. Tutt’altro.Quello che ci troviamo afare è analizzare unasvolta - quella di Casini -covata per mesi ed ipo-critamente negata. Lagrande pulsione verso ungrande centro moderatonon e’ nuova tra i coccirotti della Dc sparsi adestra e a manca. Lestrizzatine d’occhio diCasini a Mastella e diMastella a Casini nonsono mai state nascoste.Solo l’opportunismomisto all’ambizione sonoriusciti a dissimulare iltutto. Casini, che al con-trario di Mastella non siaccontenta di feudi maaspira alla “corona”, haormai capito cheBerlusconi ha un soloerede che fa rima pro-prio con Casini. Un lea-der che, al contrario diPierferdinando, hamostrato - nei confrontidella coalizione - un’one-sta’ incomparabile edinsolita nella politica ita-liana. E mentre costuifaceva blocco controcoloro che volevanoscardinare la Cdl permontare sul carro del vincitore - inveterataconsuetudine nostrana -cosa facevano gli altri?Tramavano, tessevanotele di Penelope per evi-tare di confluire nel par-tito unico e ammiccava-no a quelli dell’altraparte per elemosinarequalche briciola di pote-re. In realta’, Casini unacosa - piu’ d’una in veri-ta’- l’ha detta. Dicendoinfatti che la Cdl cosi’com’e’ strutturata non hapiu’ senso ed e’ ormaiuna costruzione cheappartiene al passato,non gli si puo’ dar torto.Quello che non si puo’accettare e’ che - purdicendo questo - Casininon ha piu’ intenzione diridiscutere una strategiacon gli antichi alleati,
Continua a pag. 2 
L’INTERVISTA - Il Presidente di Avis Roma, Adolfo Camilli, spiega al taccuino della Piazza l’importanza della donazione del sangue 
PROFESSIONEDONATORE
 — a pagina 8 — 
 
Di spy story se ne ipotizzanoe suppongono tante, ma disolito restano nascoste, segre-te; invece quella esplosadavanti agli occhi del mondo,che ha visto la tragica mortedell’ex agente del KGBLitvinenko è nota a tutti.Quindi, interrogarsi sul per-ché di questa novità, è lecito;interrogarsi sul motivo cheabbia spinto qualcuno aduccidere un’ex spia con delpolonio 210, con la reale pos-sibilità di contaminare chissàquante persone e quanti postie città, è ovvio; interrogarsisul perché si sia voluto ren-dere così eclatante un omici-dio di tale genere è legittimo,poichè si sa, il lavoro dellespie di solito, deve passareinosservato. Tutto può esserein questa storia inquietante,ogni versione può reggere epiù si scava, più si ha l’im-pressione di precipitare in un vertiginoso pozzo senzafondo, fatto di poteri nascosti,società che coprono “losche”attività, commerci e trafficipoco leciti, interessi e davve-ro, chi più ne ha più nemetta, perché qui, le cose cheprima solo s’immaginavano,ora sono realtà. La sensazioneamara che lascia tutto questa vicenda delirante è il sospettodi chissà quante cose, vicen-de e fatti vadano così nelmondo e di quanto fumo venga gettato negli occhidella gente.La prima nuova notizia sulla vicenda è che MarioScaramella è stato dimessodall’University CollegeHospital di Londra; sta bene enon presenta sintomi di avve-lenamento. Ma rimarrà ancorain Gran Bretagna per poterfornire ulteriori chiarificazionia Scotland Yard.Inoltre, al contrario di quantoera venuto fuori dalle inter-cettazioni pubblicate pochigiorni fa, riguardanti un even-tuale compenso cheBerlusconi, allora Presidentedel Consiglio, avrebbe dovutodare a Scaramella in cambiodi prove che accusasseroProdi di essere “coltivato dalKGB”, il 6 DicembreScaramella stesso ha smentito,dicendo di non aver maiincontrato Berlusconi e chequesti non gli aveva mai pro-messo nulla.La vicenda si complica invecesu altri due fronti: il luogodell’avvelenamento diLitvinenko e lo stato di salutedi Dmitri Kovtun, ex agentedei servizi segreti russi.Si ritiene possibile, ma nonancora certo, che il luogo del-l’avvelenamento possa esserestato il Pine Bar dell’hotelMillenium di Londra, doveLitvinenko il 1 Novembrepare abbia bevuto del thè, incompagnia di Andrey Lugovoi, Dmitry Kovtun, dueuomini d’affari russi e exagenti segreti e VyacheslavSokolenko, altro uomo d’affa-ri.Ora pare che anche Kovtun,già interrogato nei giorniscorsi dagli agenti di Scotland Yard, recatisi a Mosca per leindagini, sia la seconda per-sona trovata seriamente intos-sicata da polonio 210.Intanto a Londra ieri si sonosvolti i funerali di Litvinenko,secondo il rito musulmano.Litvinenko si era convertitoall’Islam poche settimane fa.Significativo e davvero triste ilfatto che il suo corpo sia statosistemato in una bara apposi-tamente schermata in quantorimarrà radioattivo per alme-no venti anni. In marchiolugubre su una vicenda la cuieco continuerà finchè non sitroveranno risposte plausibiliai tanti legittimi dubbi.
risposto che «la minoranzache sostiene che non ci sialibertà di parola sta impe-dendo alla maggioranza disentire il mio discorso». Tra idue gruppi sarebbe quindiscoppiata una rissa. Alcunistudenti hanno dato allefiamme fotografie del presi-dente persiano mentre ungruppo di ragazze ha fattocadere e mandato in pezziuna telecamera della televi-sione di Stato. Quando poi Ahmadinejad ha sottolinea-to «gli sforzi del governo perla giustizia e la lotta alla cor-ruzione», diversi studenti glihanno risposto gridando: «Èuna menzogna». È la primacontestazione ad Ahmadinejad dalla sua ele-zione nel giugno 2005.L’agenzia di stampa ufficialeiraniana, Irna, non ha men-zionato la protesta. La tv diStato ha dato notizia deldiscorso del presidente, manon ha riferito della conte-stazione.Due rabbini con un religio-so sciita discendente daMaometto (lo distingue ilturbante nero) alla confe-renza sull'Olocauto aTeheran.CONFERENZA SULL'OLO-CAUSTO - Intanto lunedì aTeheran si è aperta la confe-renza sull'Olocausto orga-nizzata dal governo iranianoper verificare se lo sterminiodegli ebrei europei durantela seconda guerra mondialeè avvenuto veramente o èun'invenzione dagli stessiebrei come sostiene il regi-me khomeinista. La confe-renza è stata aspramente cri-ticata dalla comunità inter-nazionale e gli ambasciatoridell'Ue hanno declinato l'in- vito a partecipare. Sono pre-senti però storici e studiosiprovenienti da una trentinadi nazioni, secondo gli orga-nizzatori. Vi sono anche cinque rabbi-ni ultraortodossi che conte-stano l'esistenza stessa delloStato di Israele. «Lo scopo diquesta conferenza non ènegare o confermarel'Olocausto», ha detto ilministro degli Esteri irania-no, Manouchehr Mottaki.«Lo scopo principale è dareun'opportunità agli studiosiche in Europa non possonoesprimere liberamente leloro opinionisull'Olocausto». Tra i parte-cipanti lo storico americanoDavid Duke, ex deputatorepubblicano dellaLouisiana e leader del KuKlux Klan, e l'italianoLeonardo Clerici, nipote delfondatore del Futurismo,Filippo Tommaso Marinetti,e convertito da molti anniall'islam sciita. Invece all'av- vocato palestinese israelia-no Khaleb Kasab Mahmeed,che due anni fa ha inaugu-rato a Nazaret il primomuseo arabo sull'Olocausto,non è stato confermato il visto di ingresso in Iran.
L
 A
P
IAZZAD
’I
TALIA
-I
NPRIMOPIANO
Pag. 21-31 dicembre 2006
 Berlusconi, Controllare Tutte Le Schede
APalazzo Grazioli Silvio Berlusconi durante la riunione con i coordina-tori azzurri e’tornato a contestare l’esito delle elezioni di aprile. “Bisognaassolutamente fare luce su quanto è successo”, ha ribadito il leader di Fi,accogliendo come “un primo passo” l’iniziativa di procedere al controllodelle schede bianche e nulle in Senato. “E’una buona notizia, ma nonbasta controllare le schede per campione. Occorre - è stata l’analisi fattadall’ex premier con i coordinatori azzurri - controllare tutto”.
Schede bianche, Bertinotti:si conti 
‘Facciano, facciano, si conti’: cosi’il presidente della Camera Bertinotti,sulla decisione della giunta delle elezioni del Senato. La giunta ha stabilitodi contare le schede bianche e nulle in sette regioni, e avviare controlli acampione su quelle valide.Dall’opposizione, Bossi sottolinea: ‘Qualche broglio c’è stato, se hanno tro-vato le schede nelle discariche’. Il leader della Lega aggiunge laconico che‘il lavoro della giunta non approderà a nullà.
 Finanziaria, fiducia al Senato
Si va verso la fiducia sulla Finanziaria al Senato. Il 12 dicembre sarà convo-cato un Consiglio dei Ministri per votare l’autorizzazione a porre la questio-ne di fiducia e il voto a Palazzo Madama potrebbe svolgersi il 15 o il 16dicembre. E’quanto riferiscono fonti di maggioranza.L’Ulivo mostra ulteriori segni di cedimento: dopo l’imponente manifestazio-ne del 2 dicembre, anche a Palazzo Madama gli stessi esponenti del centrosinistra faticano a trovare l’unità su una Finanziaria a dir poco scellerata.
Per informazioni e abbonamentichiamare il numero verde:
L
 A
P
IAZZAD
’I
TALIA
fondato da
 TURCHI
 Via E. Q. Visconti, 2000193 - Roma
Luigi Turchi
Direttore
Franz Turchi
Co-Direttore
Lucio Vetrella
Direttore Responsabile
Proprietaria: Soc. EDITRICE EUROPEA s.r.l.Registrato al Tribunale di Roma n.9111 - 12 marzo 1963Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Rom
a
 www.lapiazzaditalia.it E-mail: info@lapiazzaditalia.it 
Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anchenon recensiti, non si restituiscono.
Cod. ISSN 1722-120X 
Stampa: EUROSTAMPE s.r.l. Via Tiburtina, 912 - 00156 RomaFINITO DI STAMPARE NEL MESE DI DICEMBRE 2006
GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI:
L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati fornitidagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamentela rettifica o la cancellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S.Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma. Le informazioni custoditenell’archivio dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo diinviare copie del giornale (Legge 675/96 tutela dati perso-nali). La responsabilità delle opinioni espresse negli articolifirmati è degli autori.
Il caso della spia uccisa con il polonio 210 ci mostra come la comunicazione sia troppo avanzata anche per le intelligency 
Il presidente iranianoMahmoud Ahmadinejad èstato contestato da alcunistudenti all'università diTeheran. Lo rende noto l'a-genzia iraniana Fars. «Morteal dittatore», hanno urlato glistudenti tentando di attacca-re la tribuna da dove Ahmadinejad stava pronun-ciando un discorso. La mag-gioranza degli studenti però,aggiunge la fonte, «hannolanciato slogan a sostegnodel presidente» quando haavendo ormai virato alcentro con alleati piu’antichi. L’obiettivo e’ dar vita a rifondazione demo-cristiana. Ma ci chiediamo- e si chiedono gli italiani:la Cdl e’ il passato hauddubie e bisogna andareoltre. Il grande centro, larestaurazione Dc e’ il tra-passato è anni ’50. L’unicalogica che giustifica taleaspirazione - fatta salval’ambizione, passionenobile per carita’ - è lalogica di consorteria eclientelare.Fortunatamente, molti ita-liani tutto questo lo sannoe stando agli ultimi son-daggi e’ Gianfranco Fini illeader piu’ amato - anchepiu’ di Veltroni - l’homonovus, il prescelto a rac-cogliere la pesante eredi-ta’ del Cavaliere.Casini resta fiacco, comefiacchi restano i suoi pro-positi e le sue idee.Una preghiera: gli italianinon cadano nella trappo-la tesa dai concentricirevisionisti.Fosse per i succitatirestauratori, il balzo all’in-dietro gia’ sarebbe realta’e Pomicino potrebbeaspirare a prestigiose pol-trone.Non regaliamoci quest’in-cubo. Aggrappiamoci al sognodi poter vedere in unfuturo prossimo Fini e Veltroni sfidarsi per laconquista del nuovo.F
RANCESCODI
OSA
DALLA PRIMA PAGINA 
Voltafaccia di Casini
Litvinenko, spy story in diretta tv 
Prima contestazione a Teheran per Ahmadinejad, i giovani in piazza per riconquistare la libertà dal regime 
Il popolo iraniano alza la testa 
 
L
 A
P
IAZZAD
’I
TALIA
-I
TALIA
1-31 dicembre 2006Pag. 3
Piste innevate ad arte e conla segnaletica ‘al posto giu-sto’. Fantasia o realtà? Conl’arrivo della stagione sciisti-ca,
l’Ente Italiano di  Unificazione (Uni)
si chiedea quale punto sia ‘l’adegua-mento degli impianti allenorme di sicurezza’ dellalegge 363/2003 a un anno didistanza dall’entrata in vigoredei decreti. Per capire comefare, basta sfogliare il manua-le, redatto dall’Uni, che spie-ga quali sono le regole darispettare.Sia che siate sciatori provetti- assidui frequentatori dellepiste nere - che incerti nel-l’arte dello ‘spazzaneve’,occhio ai cartelli. ‘Divieto diusare la slitta’, ‘sciare nelbosco’ - il fuoripista - ‘atten-zione al crepaccio’ , i
segna-li 
sono tanti e, se l’impianto èa norma niente paura, anche
facilmente riconoscibili 
.Se avete già messo gli sci aipiedi, inutile dirlo, le piste‘sicure’ avranno dei coloriper indicare la difficoltà delpercorso.Da quella per principianti, lablu (pendenza inferiore al25%) alla rossa (non superio-re al 40%) fino alla nera(oltre il 40%). anche l’attrez-zatura è fondamentale. Primadi tutto per i bambini. Dal 2marzo 2006 il ministero dellaSalute ha stabilito
l’obbliga-torietà del casco per i minori di 14 anni 
che dovràessere conforme alla normatecnica UNI EN 1077: 1998per essere totalmente sicuro.Per gli adulti invece la tran-quillità in pista parte da un
 buon equipaggiamento
.C’è il paraschiena da metteresotto la giacca a vento perattutire gli urti, gli occhialialla moda certo, ma anche esoprattutto privi di bordi erifiniture taglienti. Senzadimenticare gli scarponi che,se a norma, si sgancerannoimmediatamente nel caso dirovinose cadute.E infine la giacca a vento.Bella, colorata e perché no,fatta a regola d’arte. L’EnteItaliano di Unificazione sug-gerisce quali ‘requisiti’ nonpossano proprio mancare aquesto capo di vestiario.L’imbottitura dovrà essere inpiuma d’oca, la superficerepellente all’acqua - requisi-to fondamentale per ovvieragioni - e il colore dovràresistere a eventuali cadute.L’etichetta poi dovrà indicareil materiale di cui è fatta lagiacca e fornire le istruzioniper il lavaggio.Un consiglio in più per ‘staresicuri’ anche in caso d’acqui-sto natalizio. Per avere la cer-tezza di mettere sotto l’alberoun bel regalo, capace di resi-stere più di una stagione.
Turchia, Ankara apre scali a Cipro
La Turchia aprirà uno dei suoi porti ed uno dei suoi aeroporti alle merciprovenienti da Cipro.Lo ha annunciato un portavoce della presidenza di turno finlandesedell’Unione europea. Ieri, il premier turco Tayyp Erdogan, aveva affer-mato che la Turchia non intende rinunciare all’ingresso nell’Ue e di avere‘due piani di riserva’per rispondere alla possibile sospensione parziale delnegoziato.
 Russia: “Con l’Iran un’altra strategia” 
La Russia ha messo in guardia dal perseguire a tutti i costi la linea dura conl’Iran, e invischiarsi cosi’in un braccio di ferro interminabile, dopo l’enne-simo stallo creatosi sulle sanzioni internazionali da varare a carico diTeheran per il rifiuto di rinunciare al suo controverso programma nucleare.“Non dobbiamo spingere la situazione verso uno scenario di tipo nord-corea-no”, ha dichiarato il ministro della Difesa russo Serghei Ivanov, durante unavisita ufficiale di due giorni in Grecia.
 Finlandia, l’Italia applaude
Da parte italiana si esprime grande soddisfazione per il voto con il quale ilParlamento finlandese ha ratificato a larga maggioranza il Trattato che adot-ta la Costituzione per l’Europa.Con il voto di Helsinki sono ormai sedici i Paesi, che rappresentano la mag-gioranza degli Stati membri e la maggioranza della popolazione dell’Unione,ad aver confermato la firma apposta al Trattato il 29 ottobre 2004. E’quan-to si legge in una nota di Palazzo Chigi.
   C  o  n  s  u  m   i  :   d  a   4 ,   6  a   6 ,   1   l   /   1   0   0   k  m    (  c   i  c   l  o  c  o  m   b   i  n  a   t  o   ) .   E  m   i  s  s   i  o  n   i  :   C   O
   2
   d  a   1   2   2  a   1   5   4  g   /   k  m .
C’è un po’ più di sole nel mondo. Punto.
L’italiana più amata dagli europei.
Ci sono tanti, ottimi motivi per scegliere Punto: nuovo cambio automatico sequenziale DUALOGIC, Blue&Me Vivavoce con comando vocale e porta USB per MP3, nuovi motori Starjete Multijet fino a 130 CV con filtro antiparticolato, 6 airbag, climatizzatore automatico bi-zona, tetto apribile Sky Dome. Un altro motivo? È italiana, come te. Punto.
www.fiat.it
Sci, al via lo slalom della sicurezza 
Nuove misure di sicurezza, ora il casco è obbligatorio per i ragazzi under 14 

Activity (2)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->