Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
2013 ROSSI Marina. From Moscow to the Ebro Front 1936-1939

2013 ROSSI Marina. From Moscow to the Ebro Front 1936-1939

Ratings: (0)|Views: 31|Likes:
Published by Virgilio_Ilari
Ethnic Italian and Slovenian communists coming from Trieste region who fought in Spain against Franco and Mussolini
Ethnic Italian and Slovenian communists coming from Trieste region who fought in Spain against Franco and Mussolini

More info:

Published by: Virgilio_Ilari on Apr 23, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/14/2013

pdf

text

original

 
1
 
Da Moscaall’Ebro 
Emigranti politici italianie sloveni della Venezia Giuliadall’URSS alla guerra di Spagna
 
di Marina Rossi© Società Italiana di Storia Militare
 
2
Da Mosca alla difesa della Repubblica
Emigranti politici italiani e sloveni della Venezia Giuliadall’URSS alla guerra di Spagna
 
di Marina RossiNella Spagna di Zapatero la memoria della guerra civile spagnola èparticolarmente viva, grazie all’impegno del governo che contribuisce edha contribuito alla realizzazione di importanti archivi, che ha dato lacittadinanza spagnola ai reduci attualmente residenti in Russia ed in altripaesi del mondo ed a quegli orfani che a suo tempo l’Unione Sovieticaaccolse dopo la caduta della repubblica.Il rapporto con l’ex Unione Sovietica si alimenta attraverso scambiintensissimi con studiosi russi di varia età, alcuni dei quali sono statiprotagonisti di quel glorioso e tragico capitolo di storia europea.Un lungo filo rosso unisce le mie ricerche pluriennali inizialmenterivolte, attraverso documenti russi e di altri paesi, alle prigionie durantela Iª guerra mondiale e la IIª, successivamente a temi strettamentesovietici senza mai trascurarne i rapporti con la nostra storia difrontiera
1
.L’esperienza della guerra di Spagna è emersa spontaneamente nellestorie di vita di antifascisti italiani, sloveni, croati, sovietici
2
.Nella Russia post-sovietica il tema su cui gli studiosi della guerracivile spagnola hanno cercato di far chiarezza, è quello del rapporto tralo stalinismo con i suoi apparati polizieschi e la lotta contro il trockismoe l’anarchia.La ricerca avviata da tempo insieme ad Aleksander Volk intorno adAnton Ukmar, internazionalista di spicco, tende ad esprimere in unampio contesto l’impegno politico, le difficoltà, le incognite affrontateda una generazione di idealisti posti al servizio del progetto comunista.Dall’archivio del
Komintern
ricaviamo importanti indicazionisull’attività politica militare ed i problemi umani dei comunisti italiani e
1
Marina Rossi,
Prigionieri italiani in Russia nei documenti riservati degli archivi exsovietici
in Annalisa Carlotti (a cura di),
 Italia 1939-1945. Storia e memorie
.Prefazione di Franco Della Porta, ed. Vita e Pensiero, Crema, 1996, p. 205-221
2
Marina Rossi,
 L’URSS e la guerra civile spagnola. Una memoria difficile
, inAA.VV., Luisa Cigognetti (a cura di), Bologna, 1999, p. 119-145
 
3
sloveni, provenienti dalla Venezia Giulia, quadri dirigenti, intermedi osemplici militanti
3
.L’esame di un’ampia casistica consente di esaminare gli
iter 
formatividiversificati a seconda dei livelli e delle capacità rilevate da parte degliorganismi dirigenti dell’Internazionale Comunista.Per tutti era prevista una formazione politica e militare, con unaddestramento obbligatorio nella guerriglia.Per gli elementi più dotati si prevedevano incarichi di responsabilitànel Soccorso Rosso Internazionale (MOPR), in case editrici di testimarxisti (
Glavlit 
) nell’Intelligence politica militare del
Komintern
 (Ufficio Centrale Censura Militare) corsi di lavoro specifici pressol’Università delle minoranze occidentali (
 Zapada
). I quadri piùqualificati del Partito Comunista Italiano affrontano l’avventuraspagnola con competenze precise: Vittorio Vidali (Contreras - Carlos)inizierà la propria attività in Spagna a partire dal ’34 nell’ambito delSoccorso Rosso e la proseguirà come commissario politico del VReggimento, leggendaria unità adibita alla formazione del nuovoesercito repubblicano.Documenti, testimonianze e ricerche provenienti dall’ex UnioneSovietica confermano in Carlos ottime qualità politiche e militari ed unruolo di primissimo piano nella lotta contro il trockismo.
Contreras Georgi Ivanovich
Vittorio Vidali (Muggia 1900 - Trieste 1983),
alias
Enea SormentiContreras Georgi Ivanovi
č
, Carlos Viktor Karas è una delle figure piùdiscusse dopo la caduta del comunismo sia in Italia che all’estero,secondo quanto emerge da alcune recenti pubblicazioni.Nella prima metà degli anni ’90 l’interesse nei suoi confronti si èaccentuato a causa del suo legame con Tina Modotti. Il rigetto delcomunismo staliniano ha generato in Russia, anche da parte di storiciautorevoli come Leonid Gibianskij
4
la convinzione di un coinvolgimentodi Carlos nella rete operativa della GPU in nome della lotta contro iltrockismo.
3
Marina Rossi,
 Ivan Regent a Mosca nei documenti riservati dell’Archivio del PCUS ed in altre fonti biografiche ed epistolari (1931-1945)
, in Acta Istriae, 17, 2009, 4, p.681-719
4
Intervista rilasciata da Leonid Gibianskij a Marina Rossi e Ravel Kodri
č
il 03.12.2009

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->