Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
PROTOCOLLO ANCI - DAP

PROTOCOLLO ANCI - DAP

Ratings: (0)|Views: 497 |Likes:
Published by Antonio Sammartino
LAVORI SOCIALMENTE UTILI PER I DETENUTI
LAVORI SOCIALMENTE UTILI PER I DETENUTI

More info:

Published by: Antonio Sammartino on Apr 27, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/03/2014

pdf

text

original

 
 
1
 
PROTOCOLLO D’INTESATRAASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI D’ITALIA (ANCI)E
DIPARTIMENTO PER L’AMMINISTRAZIONEPENITENZIARA
Premesso
che l’ANCI
, in base alle previsioni dell’ art.1 del suo Statuto, costituisce il sistemadi rappresentanza dei Comuni, ne promuove lo sviluppo e la crescita, ne tutela erappresenta gli interessi, anche nei rapporti con le altre istituzioni eamministrazioni. Svolge attività di sostegno, assistenza tecnica ed erogazione diservizi nell’interesse e nei confronti dei Comuni italiani, promuove lo studio diproblemi che interessino gli associati, presta informazione, consulenza edassistenza agli associati, direttamente o mediante altri soggetti, riceve e gestiscefinanziamenti, pubblici e privati, gestisce progetti e programmi di diversa natura;
 
 
2
che il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria,
nel quadro degli scopiprevisti dall’Ordinamento penitenziario, è da tempo impegnato sul fronte dellapromozione dell’attività lavorativa in favore della popolazione detenuta, da solo o incollaborazione con strutture pubbliche e private, al fine di dare concreta attuazioneal mandato costituzionale di cui all’art. 27 Cost.:
 
recuperare alla comunità sociale il reo;
 
evitare che possa ancora delinquere;
 
ridurre i rischi di fenomeni recidivanti.
che,
al fine di implementare il flusso di opportunità occupazionali mediante lapromozione, ricerca ed organizzazione di attività lavorative in favore dellapopolazione detenuta, è indispensabile instaurare un piano sinergico di azionicongiunte cui partecipino – ognuno per il proprio ambito di competenza - leamministrazioni comunali nell’attività di ricerca di posti di lavoro, e le struttureperiferiche dell’Amministrazione Penitenziaria insistenti sul territorio (istitutipenitenziari e Provveditorati Regionali), nella complessa opera di individuazione deidetenuti da impiegare nelle attività lavorative extramurali;
che
il lavoro riveste un ruolo di assoluta centralità in ogni percorso riabilitativofinalizzato al reinserimento sociale ed alla riqualificazione del detenuto che,attraverso l’impegno quotidiano, può emanciparsi dal crimine e riappropriarsi deivalori morali e del senso di legalità smarriti a seguito della commissione del reato;
che
, in questo contesto, la programmazione di una serie di iniziative checoinvolgano i detenuti in un percorso di sensibilizzazione all’educazione ambientaleed alla tutela della sicurezza pubblica, è condizione imprescindibile per la creazionedi una sistematica rete occupazionale per l’impiego in attività lavorativa, fuori dallemura del carcere, dei soggetti detenuti ristretti nei 220 istituti penitenziari dislocatisul territorio;che le Amministrazioni comunali considerano
la sicurezza un bene fondamentaleper i propri cittadini
e garantire sicurezza significa garantire benessere, qualitàdella vita e sviluppo per il territorio;
 
 
3
che le Parti
, condividendo gli stessi obiettivi,
ritengono fondamentalepromuovere il valore della “cultura e del lavoro e del saper fare” per ilrecupero de detenuti anche attraverso un Programma di attività per losvolgimento del lavoro di pubblica utilità.
Considerato che:
l’ANCI
può operare efficacemente quale facilitatore attivo a supporto dell’attuazionedelle politiche volte al contrasto del fenomeno criminale con
particolare attenzionealla sicurezza della collettività,
anche favorendo lo scambio di buone pratiche;
il Dipartimento per l’Amministrazione Penitenziaria
, allo scopo di ricercarenuove opportunità occupazionali, incrociarle con il potenziale occupabile di cuidispone e creare occasioni di lavoro intra ed extramurarie, ha l’esigenza diconsolidare la rete di contatti tra il carcere e gli enti locali, interessati a fruire diprestazioni lavorative ad opera di soggetti detenuti, agevolando la conoscenzaimmediata di eventuali fabbisogni occupazionali a livello locale.
TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO
L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI COMUNI D’ ITALIAEDIPARTIMENTO PER L’AMMINISTRAZIONE PENITENZIARA
CONVENGONO SU QUANTO SEGUE:

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->