Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Il Piccolo del 4 maggio 2013

Il Piccolo del 4 maggio 2013

Ratings: (0)|Views: 31 |Likes:
Published by promedia3
Il Piccolo Giornale di Cremona
Il Piccolo Giornale di Cremona

More info:

Published by: promedia3 on May 04, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

09/28/2013

pdf

text

original

 
Direttore responsabile Sergio Cuti • Direttore editoriale Daniele Tamburini • Società editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona • Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 • email redazione@ilpiccologiornale.it • stampa SEL Società Editrice Lombarda Cremona • pubblicità: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n° 357 del 16/05/2000 • Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 – Cremona • Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it
PICCOLO
il
Giornale
www.ilpiccologiornale.it
 pagina 6 
Settimanale d’informazione 
Anno XIII • n. 26 •
SABATO 4 MAGGIO 2013
 
Periodico • € 0,02 copia omaggio
 Non riceve alcun finanziamento pubblico
 Mario Carotti, psicologo e psicoterapeuta: «Si innescano pensieri ossessivi che possono sfociare in decisioni estreme»
 Sono sempre più frequenti le drammatiche notizie di persone che si tolgono la vita dopo aver perso il lavoro o per le difficoltà economiche
QUANDO LA CRISI UCCIDE: AUMENTANO I SUICIDI
 Edizione chiusa alle ore 21
 
SCUOLE  POLITICA
 a pagina 7  a pagina 7 
Edilizia scolastica,in arrivo oltre2 milioni di euroNuovo Governotra critichee speranze
 A SETTEMBRE 
SERVIZIO AFFIDATO A PADANIA ACQUE 
 a pagina 8 a pagina 5
Parte il progettodegli orti urbani,molte le richieste Acqua, la partitaora si giocasulle tariffe
SPORT
 IN TRASFERTA A SAN MARINO
 a pagina 22
Cremo, speranzedi centrare i playoffridotte al lumicino
ULTIMO TURNO CONTRO BIELLA
 a pagina 24
 Vanoli sul parquetper gli applausidei propri tifosi
 a pagina 26 
 
VOLLEY - SEMIFINALE PLAYOFF 
Per la Pomì è vietatosbagliare la “bella”oggi contro Pavia
 a pagina 26 
 LA STORIA DI ALESSANDRO FAGGIAN 
 a pagina 14
Portiere casalese,ora a Miamia insegnare calcio
 pagina 3
LA NUOVA MAPPA DEL TRASPORTO PUBBLICO
Dal 10 giugno, con l’orario estivo, nuove linee e nuovi percorsi
avversione degli italia-ni alla classe politicaha da tempo oltrepas-sato il livello di guar-dia. Sino ad arrivare agli spa-ri ai carabinieri davanti aPalazzo Chigi. Spari davantial luogo simbolo del potere politico e contro uomini dell’Arma, simbolodello Stato. E’ un fatto singolo e l’ottimismodella ragione porta a credere che atti cosìbarbari non possano trovare emulazione. Ma certo il sentimento dei cittadini è di to-tale e inappellabile condanna della classe politica che ha governato nella Seconda Re- pubblica, su cui vengono scaricate tutte lecolpe della condizione economica e socialedrammatica che stiamo vivendo. Di più, lacasta dei politici è vista non solo come in-capace e colpevole della crisi, ma anchedestinataria di grandi privilegi economici ebenefit di ogni tipo, spesso corrotta e deditaall’arricchimento personale approfittandoin modo improprio del finanziamento pub-blico ai partiti. Al progredire della crisi eco-nomica che interessa crescenti fasce di po- polazione è aumentato anche il tasso dirancore, rabbia e odio nei confronti della politica. Diventata il principale se non uni-co capro espiatorio. Senza alcuna distinzio-ne tra partiti e tra persone, come se fosse ununico e indistinto cancro italiano. E così siè passati dalle minacce online al lancio dimonetine davanti al Palazzo e agli insulti espintoni per strada e nei locali pubblici.Comportamenti irragionevoli e pericolosi,al di là delle tante ragioni che sostengono isentimenti di avversione alla politica. La forza della disperazione e del rancore rap- presentano una miscela esplosiva che può portare a guerre tra poveri, all’insegna del-lo sparare nel mucchio e del mors tua, vitamea. Di fronte allo scenario attuale di ten-sione, paura e sconcerto servono calma,responsabilità da parte di tutti, ma nel con-tempo anche azioni legislative incisive, perdisinnescare le mine sul nostro futuro.
L’OSPITE
L
di ROBERTO POLI
La sconfitta della politica
RIFIUTI: RIDURRE LA TARSUSI PUÒ. ECCO COME...
 a pagina 4
giornata mondiale per la libertà di stampa
      *      *
 
ontinuiamo a parlaredei controlli che è indi-spensabile a fareall'auto in vista dellabella stagione e so-prattutto in vista delle prime par-tenze per le ferie. E' infatti impor-tante organizzarci per tempo, edeffettuare tutti i controlli almenoun mese prima della partenza.Non bisogna pensare alcheck-up estivo come a un ta-gliando vero e proprio, piuttostocome una verifica del correttofunzionamento di tutte le partiche compongono la vettura. E'sempre meglio effettuare i con-trolli presso un centro specializ-zato, che dovrà verificare: l’im-pianto luminoso, i fusibili, la bat-teria, i tergicristalli, gli pneumati-ci, gli ammortizzatori, l’impiantofrenante, l'impianto di accensio-ne, l’impianto di raffreddamento,l’impianto di lubrificazione, l’im-pianto di aspirazione, l’impiantodi climatizzazione.Per quanto riguarda l'impiantoluminoso, è fondamentale con-trollare il corretto funzionamentodelle luci di posizione, fari anab-baglianti, fari abbaglianti, fendi-nebbia, indicatori di direzione,stop, retromarcia e quant’altro.Tutto deve funzionare alla perfe-zione. E’ buona norma inoltre te-nere nel veicolo alcune lampadi-ne di scorta, almeno una per tipo.Il controllo dei fusibili è fonda-mentale, ma lo è altrettanto por-tare con sè del materiale di scor-ta, per evitare di restare "a piedi".Per quanto riguarda la batte-ria, se è stata cambiata di recen-te o se ha meno di un paio dianni di vita, si può stare tranquilli,ma se fosse più vecchia è il casodi verificarne lo stato prima dipartire. Bisogna vedere che suipoli non vi siano depositi di ossi-do, eventualmente da rimuoverecon una spazzola di ferro o unapposito strumento. Dopo averpulito i poli è poi possibile appli-carvi del grasso apposito per pre-venire future ossidazioni.Non dimentichiamoci degliammortizzatori, la cui importanzaviene spesso trascurata, così co-me il loro controllo e la loro sosti-tuzione. Essi, a differenza dellemolle, vanno incontro a una lentama progressiva usura man manoche si percorrono i chilometri.Con il tempo la loro capacità diassorbire gli urti diminuisce fino aritrovarci con l’auto molleggiante.Questo influisce negativa-mente sulla stabilità, sopratuttoin curva, e sulla frenata dell'auto.Inoltre avere degli ammortizzato-ri scarichi vanifica persino degliottimi pneumatici in quanto, sen-za buona aderenza al suolo, que-sti non riusciranno mai a garanti-re una buona tenuta. Allora percontrollare il perfetto funziona-mento degli ammortizzatori biso-gna verificarne l'attività in fase dicompressione. Sicuramente lascelta migliore per un controlloottimale è quella di recarci pressouna struttura autorizzata ed at-trezzata, dove verificheranno l’ef-ficacia di questi ultimi con degliappositi strumenti.In caso fosse necessaria lasostituzione, meglio cambiarlitutti e quattro o al massimo lacoppia dell’asse interessato, nelcaso si fossero sostituiti da pocoquelli dell’altro asse. E’ assoluta-mente sconsigliato, invece, sosti-tuire un solo ammortizzatore diun asse, in quanto verrebbe peri-colosamente compromessa lastabilità e la frenata dell’auto.
C
I controlli un mese prima delle vacanze
 Attenzione alla batteria, agli ammortizzatori, ai fusibili e all’impianto luminoso
ECOINCENTIVI 2013
E' partita da un paio di mesi l'opera- zione "Ecoincentivi 2013" per ottenerefinanziamenti per l'acquisto dell'auto nuova. Il contributo, infatti, viene asse- gnato in ordine di prenotazione da partedelle concessionarie fino all'esaurimentodei soldi messi a disposizione dallo sta-to, pari, per il 2013, a 40 milioni di euro rigidamente ripartiti per tipologia di ac-quirenti e di veicoli.L'incentivo è previsto unicamente per  l'acquisto di veicoli nuovi (non devonoessere mai stati immatricolati, nemmeno all'estero, e, quindi, non possono essere"chilometri zero") con emissioni di ani-dride carbonica fino a 120 g/km aventi le seguenti alimentazioni: elettrica, ibrida;Gpl (esclusiva o bifuel), metano (esclusi-va o bifuel)Sono esclusi dal contributo i veicoli "trasformati" a gas, cioè quelli non omo- logati dal costruttore per la doppia ali- mentazione. Sono "incentivati" molti tipi di veicoli: automobili, veicoli commercia- li leggeri, ciclomotori e motocicli a due etre ruote, quadricicli.I privati possono accedere al contri- buto per l'acquisto di veicoli a uso pro- prio nei limiti dei 4,5 milioni di euro de- stinati a tutte le tipologie di acquirenti, ma solo se il veicolo ha emissioni di CO2fino a 95 g/km. In questo caso non è ob- bligatoria alcuna rottamazione. Il restodei fondi è destinato esclusivamente alle imprese o a veicoli destinati all'uso di terzi a condizione di rottamare un veico- lo immatricolato da almeno dieci anni.Dato che i fondi sono limitati, è stato necessario istituire un sistema di moni-toraggio per informare gli interessati, intempo reale, della disponibilità di risorsee, soprattutto, per prenotare il contribu-to. Dal 14 marzo il contributo puù essere prenotato sul sito del ministero dal ven-ditore precedentemente registrato. Il venditore, secondo la disponibilità di ri- sorse, otterrà una ricevuta di registrazio- ne della prenotazione che dovrà "eserci-tare" entro i successivi 90 giornicomuni-cando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato.
Pianeta Auto 
Sabato 4 Maggio 2013
2
Per pubblicare la tuainserzione
in questa pagina
telefona al
0372.453967
i mmagina
,
 p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à p u b b l i c i t  à
 
di Laura Bosio
l trasporto pubblico cremonesecambia volto. Con l'avvio dell'ora-rio estivo, infatti, dal 10 giugnoprossimo, entrerà in funzione lanuova rete, come previsto dal ca-pitolato di gara per l'affidamento del ser-vizio. La prima importante innovazionedel nuovo servizio di trasporto pubblicolocale consiste nella procedura seguitaper l’affidamento, per la prima volta nelterritorio lombardo, in linea con la leggeregionale 6/2012 che prevede l’istituzionedi bacini sovraprovinciali. Le procedureconcorsuali si sono svolte infatti su unbacino territoriale che vedeva accorpatiComune di Cremona, Provincia di Cre-mona e Comune di Crema, con la Provin-cia di Cremona come capofila.«Questa procedura ha portato degli in-dubbi benefici, sia in termini di revisionedella rete, che in termini di chilometri diservizio effettuati, in quanto le aziendepartecipanti, raggruppate in un Raggrup-pamento temporaneo di imprese (Rti) con Autoguidovie come mandataria (e KmSpa insieme ad altre come mandante),hanno offerto un monte chilometrico, aparità di corrispettivo, superiore di circa100.000 chilometri annui rispetto all’at-tuale», dichiarano gli uffici preposti.Ma cosa cambia in concreto? Ne parla
Francesco Zanibelli,
assessore al tra-sporto pubblico del Comune di Cremo-na: «Per la scelta dei nuovi percorsi edelle nuove linee abbiamo valutato i luo-ghi maggiormente interessati dalla mobi-lità di passeggeri, come scuole od ospe-dali. Dobbiamo recuperare un gap di fi-ducia e fidelizzazione tra i cittadini e ilservizio pubblico, soprattutto risponden-do alle esigenze dell'utenza più fragile,che è però anche la più frequente: quelladella popolazione anziana».Il nuovo schema di trasporto pubblicoprevede una maggiore penetrazione daiquartieri al centro per ridurre al minimo ilcambio del mezzo per arrivare a destina-zione. Un nuovo nodo di interscambio èstato individuato in piazza Roma, cheaffianca quello principale confermatodella stazione ferroviaria.«Si sta lavorando per erogare un ser-vizio con forme più flessibili di quellotradizionale, in modo da andare incontroalle esigenze degli utenti» spiega
EnricoBresciani,
dirigente comunale del setto-re. «Il Comune ha fornito degli indirizzispecifici a cui le aziende vincitrici hannodovuto attenersi: un maggiore collega-mento diretto verso il centro, l'utilizzo dimezzi compatibili con la città, sia per ledimensioni che per il tipo di motorizza-zione (a basso impatto ambientale); ilraggiungimento dei luoghi cosiddetti"generatori di traffico".Entrando nel merito delle linee, ci sa-ranno alcune importanti novità. E' statoinfatti introdotto un nuovo percorso cheva a servire zone che prima non eranocoperte dal trasporto pubblico: dal pologeriatrico a Borgo Loreto, per passaredalla Casa di Cura San Camillo e fino alcentro storico, con un passaggio in tuttii parcheggi del centro stesso. Altra lineanuova sarà quella che parte dal Bo-schetto per poi attraversare la Tangen-ziale, passando per la casa di cura "Fi-glie di San Camillo", per piazza Roma,fino a raggiungere l'Ospedale. Altre linee (la 2 e la 3) sono invece stateriproposte esattamente come sono at-tualmente, essendo quelle che funziona-no meglio. E' invece modificato il percor-so delle circolari (5 e 15), i cui percorsisono stati spezzati: una servirà la zonaovest, e collegherà il centro commerciale,il Politecnico, per arrivare fino a viale Po.L'altra riguarderà invece la parte est.«Il nostro intento è di fornire alla cittadi-nanza servizi sempre più mirati ed effi-cienti: per il trasporto pubblico gli utentidiventeranno infatti una risorsa semprepiù importante» sottolinea
Loris Armani-ni,
presidente di Km. A questo proposito,un'altra importante novità è il ripristino delservizio a chiamata, in via sperimentale,nella fascia oraria serale, con il prolunga-mento dell’orario di servizio. Con questamodalità viene prestata particolare atten-zione a chi utilizza i treni, in modo dausufruire, anche dopo le ore 20, di unservizio di trasporto a domanda per rag-giungere la propria destinazione. Al fine di promuovere il nuovo servizio,limitare il più possibile disagi agli utentiper le novità introdotte, far conoscere lenuove linee, il Raggruppamento Tempora-neo di Imprese ha previsto un piano dicomunicazione che prevede diversi inter-venti, «nonché il coinvolgimento di variattori attraverso iniziative finalizzate alladivulgazione delle nuove linee di trasportopubblico urbano» spiega
Elena Colom-bo,
amministratore delegato di Km. «A SpazioComune sarà attivo, ogni lunedìper tutto il mese di maggio, uno sportellocon personale Km che fornirà informazio-ni ai cittadini che volessero saperne di piùsul nuovo servizio. Inoltre offriremo un bi-glietto omaggio a coloro che verranno achiedere informazioni, invitandoli a prova-re la nuova rete di trasporto».
I
 Dal 10 giugno, con l’avvio dell’orario estivo, entrerà in vigore la nuova rete che coprirà un bacino territoriale sovraprovinciale
CREMONA
Per sette giorni, con “Il Pane in piazza”, l’arte biancascende tra la gente. L’evento è voluto dal gruppo fornaiConfcommercio. L'invito fatto alla cittadinanza, a cuiviene donato questo pane, è di recarsi sotto il tendonein piazza Roma per scegliere il nome di questo pane: sipuò scegliere tra Panviolino, Cremonino, Liuto, Cello eVioletta. Si può votare al tendone (aperto fino al prossi-mo giovedì dalle 9 alle 20) o attraverso facebook.
PANE IN PIAZZA
Via al voto perscegliere il nome
La Mappa del nuovo sistema di trasporto pubblico urbano
 Zanibelli: «Per la scelta dei nuovi percorsi e delle nuove linee abbiamo valutato i luoghi maggiormente interessati dalla mobilità di passeggeri, come le scuole o gli ospedali»
Trasporto pubblico, si cambia

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->