Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
L’Anatomia Energetica Umana

L’Anatomia Energetica Umana

Ratings: (0)|Views: 15 |Likes:
Published by sirius5
La medicina dei Musulmani del Volga Bulgaria
La medicina dei Musulmani del Volga Bulgaria

More info:

Published by: sirius5 on May 18, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/14/2014

pdf

text

original

 
L’Anatomia Energetica Umana
 
“E temete il Giorno in cui nessun'anima potrà alcunché per un'altra, in cui non sarà accoltanessuna intercessione e nulla potrà essere compensato. Essi non saranno soccorsi.”
(Corano,2 : 48) Il campo energetico della persona è sottomesso alle leggi totali dell'Universo e, in particolar modo, alla “Legge di polarità” e al “Principio di conservazione dell'energia.”Tutto l'Universo, fino alla più piccola particella è permeata d'energia. Tutto il mondomateriale e spirituale si appoggia sull’energia, la quale si presenta come una carcassadell’Universo che circola costantemente trasformandosi in differenti qualità ed in unamoltitudine di forme.L’uomo ha una carcassa energetica complessa che interagisce costantemente con l'Universo,vale a dire con le energie Spaziali e Terrestri.Gli antichi Orientali ritenettero che la persona è in continua collaborazione con l'Universo. Sel'armonia è leggermente infranta, le persone si ammalano, mentre se lo squilibrio energetico èsignificativo può condurre alla morte. Gli antichi guaritori per gestire l'energia della personaconoscevano l’anatomia energetica umana e la sua interazione con l'Universo.Qualche frammento di questa conoscenza è arrivato fino a noi. Questa dottrina si fonda suicentri e sui canali energetici della persona in cui circola l’energia divina. Nel corpo umano, consideravano, l’esistenza di sette centri energetici che governano8.400.000 canali d’energia. Cinque centri energetici sono disposti lungo il lato interno dellacolonna vertebrale, mentre altri due centri sono situati nella testa, così com’è mostrato infigura. 
 
 Tutti questi centri gestiscono i processi fisiologici e spirituali dell'organismo umano. Gliantichi guaritori considerarono che i tre centri inferiori sono maggiormente responsabili dellavita materiale della persona, mentre i tre superiori si occupano della vita spirituale. Il quartocentro o “cardiaco” assicura l'equilibrio tra questi centri. In India, i centri energetici sichiamano chakra. Chakra nella lingua sanscrita significa ruota. Nelle antiche rappresentazioni,i chakra apparivano come dei fiori lungo l'albero della spina dorsale, poiché accumulano leforze vivificanti provenienti da un gran flusso anguiforme, che nasce dall'area del coccige.Ogni chakra ha due funzioni, interna ed esterna; cioè esso è responsabile di una parte delcorpo e fornisce un collegamento tra questa zona e l'ambiente circostante.Il primo centro energetico, il Muladhara chakra, si colloca alla base della colonna vertebrale.Mula significa radice e Adhara sostegno, giacché il chakra è il luogo d’origine ed il serbatoioPranico (l'energia vitale) della persona. Allo stesso tempo, il Muladhara-chakra è la radice edil sostegno di Sushumna, il cavo immaginario del canale energetico (Nadi) che sale lungoun’estremità della spina dorsale fino al cervello per ridiscendere da un’altra parte sino alcoccige formando un anello serpentiforme, il quale costituisce la residenza conica dellaKundalini.Il simbolo del Muladara-chakra, un cono capovolto all’interno di un loto ardente di quattro petali, è posto fra la base dei genitali e l'ano. La terra che è nata dall'acqua, è un elemento diquesto chakra. È il simbolo del pianeta Saturno. Il senso corrispondente a questo chakranell'uomo è l'odorato. Il colore del chakra corrispondente è il giallo dorato. Questi quattroelementi, diretti secondo le quattro direzioni dei petali contengono le quattro forme dellafelicità e beatitudine: la Beatitudine dello Yogi, la Beatitudine Superiore, la Felicità dellaForza Vitale, la Felicità Naturale. 
 
Dato che il Muladhara-chakra è la riserva energetica dell'organismo insieme al Sahasrara-chakra, entrambi mantengono in equilibrio tra loro tutti i centri energetici ed i canali ad essicollegati. Il Muladhara-chakra assicura il normale funzionamento dell'energia nell'area pelvica, nell'apparato urogenitale e negli intestini; mentre agisce sinergicamente colSahasrara-chakra nel sistema endocrino. Il secondo centro energetico, è il Svadhisthana-chakra, un loto a sei petali che si trova alla base dei genitali, sopra al Muladhara-chakra e sotto all'ombelico di due dita. L'elemento diquesto centro è l'acqua nata dal fuoco. Il suo simbolo è il pianeta Giove. Il sensocorrispondente nell'uomo è il tatto. Il suo colore è il rosso. I sei petali contengono differentistati, qualità, funzioni, modificazioni o inclinazioni mentali: l'ingenuità, la diffidenza,l'orgoglio, l'illusione, l'ignoranza, l'implacabilità (crudeltà). Svadhisthana-chakra garantisce lanormale circolazione dell'energia nella regione lombosacrale della colonna vertebrale, edinsieme al primo e al terzo centro energetico gestisce gli organi genitali e gli intestini. Il terzo centro energetico, Manipuraka-chakra, situato sopra l'ombelico, è rappresentato da unloto a dieci petali di color oro. Il nome Manipura-chakra è apparso conseguentemente alla purificazione (Pura) di questo centro renale (Mani) in un’epoca precisa. L’elemento di questochakra è il fuoco. Il suo simbolo è il pianeta Marte. Il senso corrispondente nell'uomo è lavista. Il suo colore è il giallo. I dieci petali color nuvola tempestosa contengono gli stati di pudore, incostanza, gelosia, desiderio, pigrizia, tristezza, stupidità, ignoranza, disgusto e paura. Manipuraka-chakra in combinazione con altri centri energetici gestisce l’apparatourogenitale e il tratto gastrointestinale. L’insorgenza del dolore nella regione lombare o nel“plesso solare”, è il primo segno della cattiva circolazione dell’energia in Manipuraka-chakra. Il quarto centro energetico, l'Anahata-chakra, un gran loto a dodici petali, è situato al centro esi trova sul petto tra i capezzoli. L'elemento dell'Anahata-chakra è l'aria nata dall'etere. Ilsimbolo di questo chakra è il pianeta Venere. Il senso corrispondente nella persona è il gusto.Il suo colore è il bianco. Dodici petali color cinabro riproducono gli stati d’attenzione,inquietudine, sforzo o costanza, attaccamento al proprio “Io”, orgoglio o ipocrisia, pigrizia olanguore, individualismo, apprendimento o speculazione metafisica, concupiscenza,doppiezza, indecisione e rammarico. Il dio Ishvara, il protettore dell'Anahata-chakra ed il sovrano dei tre precedenti chakra ha duemani, una delle quali fin dall'antichità crea la felicità, mentre l'altra semina la paura.L'Anahata-chakra è responsabile sia dell'equilibrio energetico tra il mondo materiale espirituale dell'uomo, sia della circolazione normale dell'energia tra tutti i chakra. L’Anahata-chakra o il cosiddetto “centro cardiaco” assicura il normale funzionamento di cuore e polmoni, e coordina il ritmo cardiopolmonare col ciclo Universale. 

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->