Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Le Malattie Degli Organi Della Circolazione Sanguigna

Le Malattie Degli Organi Della Circolazione Sanguigna

Ratings: (0)|Views: 12 |Likes:
Published by sirius5
La medicina dei Musulmani del Volga Bulgaria
La medicina dei Musulmani del Volga Bulgaria

More info:

Published by: sirius5 on May 18, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/29/2013

pdf

text

original

 
Le malattie degli organi della circolazione sanguigna
 In Oriente, agli organi della circolazione sanguigna e dell’apparato circolatorio è accordato unsignificato immenso, poiché, secondo i guaritori, il sangue è uno dei principali fornitorid’energia dai polmoni a ogni cellula del corpo. Certe scuole di guaritori Orientali nonfacevano alcuna distinzione tra sangue ed energia, giacché il sangue era considerato unasostanza vitale, un’energia divina. A causa di ciò, la riattivazione del bilancio energetico deimeridiani associati agli organi del sistema circolatorio, oltre al trattamento di tali organi èfondamentale per il risanamento di tutti i disturbi corporali. 
L’ipertensione (Morbus hipertonicus)
L’ipertensione cronica è una malattia tendenzialmente progressiva, la cui caratteristica èl’aumento della pressione arteriosa (sistolica e diastolica) dovuta ai disturbi dell’equilibrioenergetico del suo principale canale situato lungo la colonna vertebrale e che sale verso lacima della testa. A causa di questo squilibrio energetico cessa la regolazione nervosa del tono
 
vascolare, poiché è un disturbo funzionale dell’apparato nervoso superiore del cervello – lacorteccia cerebrale, l’ipotalamo, il midollo allungato portano all’aumento del tono arteriolare.I guaritori Bulgari evidenziarono i fattori interni ed esterni riguardanti lo sviluppodell’ipertensione. Secondo loro, le emozioni negative aprivano le porte (i centri energetici) per l’entrata degli spiriti maligni, poiché la stagnazione energetica si forma nel campo delsistema nervoso centrale distruggendo l’aura della persona.Tra i fattori interni, osservarono in primo luogo le malattie infiammatorie renali.Per la medicina moderna, questi disturbi renali dipendono da cause auto-immunitarie(allergiche), infettive (pielonefrite), dalle lesioni stenosanti delle arterie renali, dalle malattierenali urologiche.Il principio fondamentale dell’ipertensione proviene dall’ipertensione endocrina arteriosa,dalle lesioni organiche dei grandi vasi, del cuore e del sistema nervoso centrale (encefalite,tumori, traumi, lesioni ischemiche focali).L’ipertensione può presentarsi conseguentemente all’uso di farmaci (ad esempio l’efedrina).I guaritori Bulgari hanno da tempo trovato un legame tra l’alterazione della spina dorsale e icambiamenti della pressione arteriosa. Il quadro clinico dell’ipertensione è associato allanatura della sua insorgenza (acuta o graduale). Il decorso progressivo di questa malattia puòessere lento e rapido.Il decorso progressivo rapido è particolarmente pericoloso con una pressione sistolica ediastolica alta che non si abbassa nemmeno dopo un ictus e in seguito ad uno sviluppod’insufficienza cardiaca. Si segnala un cambiamento progressivo rapido del fondo oculareaccompagnato da una diminuzione visiva. La progressione rapida di fenomeni clinici conducein pochi mesi o in 1-2 anni dopo l’inizio della malattia alla morte.Lo sviluppo dell’ipertensione progressiva lenta è suddiviso in 3 fasi. La prima è caratterizzatadall’aumento instabile della pressione arteriosa che si abbassa fino alla norma in condizionifavorevoli. Degli angiospasmi del fondo oculare sono possibili. Nella seconda fase, la pressione arteriosa aumenta in modo più rilevante ed energico, sebbenesia caratterizzata da fluttuazioni. Senza medicine, la pressione non diminuisce e nonraggiunge la normalità. Sono possibili sostanziali disturbi della circolazione sanguigna. Sonoosservabili fenomeni di cardiopatia ischemica. Sono frequenti cambiamenti nei vasi retinici evariazioni nelle urine. La terza fase è caratterizzata da un aumento persistente e significativodella pressione sanguigna (specialmente diastolica). La diminuzione della pressione accadespesso in presenza di complicanze (insufficienza cardiaca, infarto miocardico, ictus), a voltenella progressione aterosclerosica. Si osservano frequentemente disturbi focali dellacircolazione sanguigna cerebrale con lo sviluppo di paralisi. Si manifesta insufficienzacoronarica e circolatoria. Si sviluppa l’arteriosclerosi renale. Avvengono cambiamentisignificativi delle arterie retiniche.Il trattamento dei pazienti ipertesi è un compito complesso. Il guaritore assegna innanzituttouna dieta che contribuisce ad alleviare dal corpo gli eccessi di proteine, grassi e sale. Si
 
raccomanda di non mangiar carne più di una volta alla settimana. Sono stabiliti infusi di erbeed esercizi di respirazione.L’influsso energetico inizia con una diagnosi della colonna vertebrale e della testa, cioè sidiagnosticano i principali centri energetici del corpo umano. Spesso il guaritore elimina idisturbi della colonna vertebrale, non solo energeticamente, ma anche in modo manuale (vedicap. “Il trattamento della spina dorsale”). 
 L’allineamento della pressione arteriosa agendo su Ajna Chakra.
 Il guaritore influenza energeticamente la colonna vertebrale in modo tradizionale. In un primomomento, “invia” l’energia dagli angoli degli occhi fino in cima alla testa tramite i due canali,e poi giù lungo la spina dorsale verso il coccige, dove i canali si intersecano in un punto. Conl’energia rossa della Kundalini (il colore del Sole al tramonto) riempie l’area del coccige, e poi la solleva (quest’energia) nella colonna vertebrale fino al centro
Vishuddha-chakra
. Poi,di nuovo, attraverso i meridiani della vescica, l’energia è inviata al coccige riempendo di piùla Kundalini. Dal
chakra
della Kundalini, il guaritore innalza l’energia lungo il centro dellaspina dorsale fino alla sommità della testa. Al pari di una fontana, l’energia trasporta un potente getto fuori dalla testa che discendendo lungo il corpo, forma così un “grande circoloenergetico”, la cui descrizione si trova nel capitolo “La polmonite.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->