Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
50Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
[YOGA KUNDALINI ByKepler Corso Base Sahaja Yoga

[YOGA KUNDALINI ByKepler Corso Base Sahaja Yoga

Ratings:

3.67

(1)
|Views: 3,230|Likes:
Published by hogworths

More info:

Published by: hogworths on Apr 17, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/28/2014

pdf

text

original

 
"Per prima cosa dobbiamo capire che non possiamo creare la verità, né possiamoorganizzarla. La verità è, era e sempre sarà. Non possiamo ingannare la verità.Dobbiamo arrivare al punto in cui siamo in grado di riceverla. Non è possibile farequesto a livello mentale. Non è un concetto, non possiamo cambiarla. Sahaja Yoga dona la prova della verità e vi permette di percepirla."
ShriMataji Mimala Devi 
 
INTRODUZIONE
Che cosa è la Realizzazione del Sé?
Con il termine
Realizzazione del Sé
la psicologia moderna indica la condizione di pienarealizzazione delle proprie capacità e inclinazioni che da sempre costituisce il sogno di ogniessere umano e la spinta più autentica alla sua evoluzione.L'aspirazione alla
Realizzazione del 
diventa infatti insopprimibile, una volta che sonostati soddisfatti i cosidetti bisogni primari, cibo, casa, sicurezze economica ed affettiva.Il Sé o Spirito è il riflesso del Divino in ciascun essere umano. La
Realizzazione del Sé èdunque
il riconoscimento del proprio
Spirito,
tale riconoscimento si realizza nel momento incui il nostro Spirito individuale (Atma) si ricongiunge con lo Spirito Universale (Jivatma).Questa unione è lo stato di yoga (yoga in sanscrito significa unione) descritto nei Veda, èl'Armonia Universale che Budda chiama "Samadhi", lo Zen "Satori' e la Bibbia "Regno di
Dio".
Perchè la Realizzazione del Sé?
Nel passato questa esperienza era accessibile soltanto a pochi individui che attraverso unalunga serie di penitenze e restrizioni avessero raggiunto un alto livello di evoluzionespirituale.Oggi esiste un maestro, Shri Mataji Nirmala Devi, che possedendo il calibro spirituale per effettuare, a livello di massa, quel risveglio cui i ricercatori hanno da sempre aspirato, hadato inizio, sin dal 1970, al sottile processo evolutivo denominato Sahaja Yoga.Shri Mataji, ha votato tutta la sua vita alla diffusione della Realizzazione del Sé e a donareSahaja Yoga ad una società tormentata che è alla disperata ricerca di un realecambiamento.Shri Mataji ritiene
infatti 
che l'umanità sia finalmente entrata in una nuova era
the blossomlime,
il tempo della fioritura in cui la Realizzazione del Sé può finalmente essere raggiuntada tutti attraverso un'esperienza spirituale di massa ottenuta grazie al metodo di SahajaYoga.In sanscrito Sahaja significa spontaneo da saha
con
e ja
nato.
Sahaja Yoga è dunque"unione spontanea"E' uno strumento di conoscenza che, mediante la meditazione e l'impiego di semplicitecniche, conduce alla scoperta delle dimensioni più profonde della consapevolezza umanaattraverso il risveglio di un'energia sottile detta Kundalini: In Sahaja Yoga il risveglio dellakundalini si ottiene senza sforzo e senza rischioCome il germogliare di un seme, esso è un processo spontaneo e naturale; un processo dicrescita della consapevolezza di noi stessi ed anche della
consapevolezza collettiva
che cipermette di percepire sia il nostro sistema sottile che quello degli altri e correggerne glisquilibri. L'aspetto collettivo della psiche umana, intuito da Jung, diventa così per la primavolta direttamente accessibile.
Sahaja Yoga - Lezioni di basePag. 1
 
Quali gli strumenti per ottenere la Realizzazione del Sé?
Lo strumento attraverso il quale avviene la Realizzazione del Sé è un sistema energeticocomposto da tre canali (Nadi) e 7 centri (Chakra)Il canale sinistro (canale lunare, o Ida Nadi) è il substrato energetico dei nostri desideri edemozioni. La sua terminazione, nella parte posteriore della testa, governa il nostro Super-Ego, ed accoglie l'energia dei nostri ricordi, abitudini e CondizionamentiIl canale destro (canale solare, Pingala Nadi) è il canale che alimenta l'azione, sia fisicache mentale e ci permette di elaborare i nostri progetti futuri. La sua terminazione, nellaparte anteriore della testa, dirige le funzioni dell'Ego e costruisce il senso della nostraindividualità.Il canale centrale (Sushumna Nadi) è il canale della evoluzione spirituale; esso veicolal'energia che sostiene la crescita della nostra consapevolezza individuale e collettiva.I chakra, (in sanscrito - ruota) sono centri d'energia dislocati lungo i canali, regolano lenostre diverse funzioni fisiche, psichiche e spirituali e costituiscono i fili invisibili che tessonola trama del nostro essere.II primo chakra, Mooladhara si immagina situato al disotto dell'osso sacro, corrispondefisicamente al plesso pelvico e controlla gli organi genitali ed escretori. Le sue qualitàspirituali sono l'innocenza, la purezza, la saggezza, la spontaneità.Il secondo chakra, Svadisthan, corrisponde al plesso aortico e controlla i reni, parte delpancreas, del fegato e della milza. Le sue qualità sottili sono la creatività, il senso estetico,la pura conoscenza.Il terzo chakra, Nabhi o Manipur, corrisponde al plesso celiaco o solare e controlla leghiandole surrenali, lo stomaco, la rimanente parte del pancreas, del fegato e della milza.Esso ci dà un senso di completo benessere, tranquillità, equilibrio.Il quarto chakra, Anahat o chakra del cuore, corrisponde al plesso cardiaco e controllacuore, pericardio, polmoni e pleure. E' la sede del nostro vero Sé, e dispensa l'amore, lacompassione, la fiducia in se stessi e il senso di responsabilitàIl quinto chakra Vishuddhi, corrisponde al plesso cervicale e controlla le varie parti del volto,l'epidermide, le corde vocali e le mani. E' il chakra della diplomazia, del giusto distacco,della correttezza nei rapporti sociali e della capacità di comunicazione. L'energia da essosprigionata ha il potere di rimuovere tutti i sensi di colpa e i rimorsi inutili, la collera el'aggressività e ci rende capaci di percepire che nella nostra unicità siamo parte di un Tutto.Il sesto chakra, Agnya, corrisponde all'area del chiasma ottico e controlla l'ipofisi, l'epifisi,l'ipotalamo, la retina e la corteccia cerebrale. E' il chakra dell'umiltà e del perdono, qualitàche rendendoci realmente liberi dall'ira e dal risentimento ci permettono di scoprire la nobiltàe la generosità del nostro Spirito.
Sahaja Yoqa - Lezioni di base
Pag.
2
Il settimo chakra, Sahasrara, corrisponde all'area limbica e ne controlla il funzionamento. E'il centro che integra le qualità sottili di tutti gli altri chakra. Quando la Kundalini lo illuminaentriamo realmente in un nuovo campo di percezione: la "percezione vibratoria" che cicollega alla dimensione sottile ed assoluta della realtà.

Activity (50)

You've already reviewed this. Edit your review.
nduja07 liked this
1 thousand reads
1 hundred reads
Franco Clementi liked this
kiarash_king liked this
marco0082 liked this
zot1967 liked this
Joshua Carter liked this
Pacanica liked this
Shivashankar liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->