Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
19Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Pauli Jung

Pauli Jung

Ratings: (0)|Views: 1,198 |Likes:
Published by Patrizia Puggioni

More info:

Published by: Patrizia Puggioni on Apr 20, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/04/2013

pdf

text

original

 
Il dialogo fra Pauli e Jung: le strane coincidenzetra fisica e inconscio
Indice
1 Sincronicit`a e ampliamento delconcetto di causalit`a32 Archetipi e teoria della conoscenza33 Un’analogia con la meccanica quan-tistica4
Introduzione
Un breve saggio sulla corrispondenza e gli studi incrociati di Wolgang Pauli e Carl Gustav Jung 
Siamo all’inizio degli anni 1930: da pochi an-ni si `e giunti alla definitiva formulazione della
Meccanica Quantistica 
, nella cosiddetta “Inter-pretazione di Copenaghen”, a cui hanno parteci-pato i pi`u grandi fisici del tempo, da
Schr¨ odinger 
a
Heisenberg 
, da
Bohr 
a
Dirac
.
Wolfgang Pauli 
`e un giovane fisico di origineaustriaca; il suo nome `e legato principalmenteal
principio di esclusione
”, ma anche a impor-tanti lavori sulla teoria della relativit`a. Neglistessi anni la
psicoanalisi 
, nata alla fine del seco-lo precedente per opera di
Freud 
, viene original-mente rielaborata e interpretata da
Carl Gustav Jung 
.Tra i due incomincia un intenso scambioepistolare, che proseguir`a per diversi anni eporter`a anche alla pubblicazione del libro
Natur-erkl ˜ Arung und Psyche
(
Spiegazione della natura e psiche
) del 1952.Cosa spinge Pauli e Jung ad avvicinarsi e a di-alogare, confrontando idee appartenenti a saperitanto diversi? “E’ stata la concordanza di sen-so di idee che si sono presentate in rami diversi
Un dossier di Federica Pozzi,aggiornato al 10.03.2004http://www.torinoscienza.it/c
2002Provincia di Torino
 
Il dialogo fra Pauli e Jung: le strane coincidenze tra sica e inconscio 2del sapere quasi simultaneamente, la loro sensi-bile coincidenza, che mi ha indotto a uscire fuoridalla mia stretta specializzazione” scriver`a Paulimolti anni dopo.In effetti, grazie alle riflessioni e al continuoconfronto di idee che avvenne tra Pauli e Jungnell’arco di quasi un ventennio, i percorsi del-la fisica dei quanti e della psicoanalisi sembranointrecciarsi in pi`u punti.Frutto di questo scambio, come gi`a accennato, `eil libro
Naturerkl ˜ Arung und Psyche
, che si com-pone di due saggi: “La sincronicit`a come princi-pio di nessi acausali”, scritto da Jung, e “L’in-fluenza delle immagini archetipiche sulle teoriescientifiche di Keplero”, opera di Pauli. Nonos-tante i due saggi siano stati pensati per esserepubblicati insieme, in Italia abbiamo soltantola traduzione del primo.`E dunque pi`u dif-ficile cogliere il senso della collaborazione traJung e Pauli, che cercheremo qui brevemente dichiarire.Nel corso degli anni, Pauli affianca ai suoi con-tributi alla fisica dei quanti una continua rif-lessione filosofica sulla portata e sui limiti del-la scienza, soprattutto per quanto riguarda laneonata teoria dei quanti. Questa teoria, puressendo capace di prevedere molti risultati sper-imentali, lascia tuttavia aperti alcuni problemi:il mondo microscopico sembra obbedire a leg-gi diverse rispetto a quello macroscopico e gliscienziati si trovano in difficolt`a quando cer-cano di descriverlo usando i concetti della
fisica classica 
.Nello stesso periodo, Jung sta portando avan-ti le sue ricerche sulla relativit`a delle categoriespazio-temporali all’interno dell’inconscio e sul-l’esistenza di un legame, che egli definisce “disincronicit`a”, tra fenomeni fisici e psichici, nonriconducibile a un rapporto di causa-effetto.Egli si trova cos`ı a interessarsi ai risultati dellafisica quantistica e a discuterne con alcuni fisi-ci le conseguenze, le quali sembrano confermarealcune sue ipotesi.
Da leggere
C. G. Jung,
La sincronicit`a comeprincipo di nessi acausal
, Boringhieri, Torino,1980 C. Meier,
Il carteggio Pauli-Jung 
, Roma,1999 W. Pauli,
The interpretation of Nature and Psyche
, in
Writins on Physics and Philosophy 
,Springer Verlag, Berlin, 1994 W. Pauli,
Fisica econoscenza 
, Boringhieri, Torino, 1964Un sito dedicato a C.G. Jung:
Analytical Psychology and Culture
Un dossier di Federica Pozzi,aggiornato al 10.03.2004http://www.torinoscienza.it/c
2002Provincia di Torino
 
Il dialogo fra Pauli e Jung: le strane coincidenze tra sica e inconscio 3
1 Sincronicit`a e ampliamentodel concetto di causalit`a
A partire dagli anni ’30
Jung 
incomincia a studi-are una serie di fenomeni che definisce “sincro-nistici” o “di sincronicit`a”, oppure “coinciden-ze significative”. In essi si ha coincidenza tradue eventi diversi e in particolare tra un eventointeriore, psichico (sogno, idea improvvisa, pre-sentimento) e un evento esterno (dato di fattoobiettivo).A tutti noi `e capitato di vivere curiose coinci-denze di questo genere: sogniamo di notte unapersona e la incontriamo il giorno dopo, oppureuna determinata situazione e questa accade sen-za che noi interveniamo per favorirla. Di solitosi tende a considerare questi eventi come pu-ramente casuali e non si attribuisce loro moltaimportanza. Per Jung invece essi sono di grandeinteresse: mostrerebbero infatti l’esistenza dilegami, di corrispondenze tra il mondo fisico equello psichico. In una coincidenza significativail rapporto tra l’evento psichico e quello fisiconon `e spiegabile ricorrendo al rapporto causa-effetto, eppure il rapporto esiste ed `e evidente:si tratta di un’affinit`a di senso, di contenuto,che ci balza agli occhi immediatamente quandoviviamo un’esperienza del genere.Secondo Jung, il legame tra realt`a sica epsichica non scaturirebbe da connessioni causali,ma da una dinamica nascosta comune ad en-trambe, da un ordine che collega tutte le cose.Quest’ordine comune, generale, creerebbe lega-mi acausali tra eventi diversi. Si profila quin-di l’introduzione di un nuovo principio esplica-tivo della realt`a, da porre accanto al princi-pio di causalit`a: Jung chiama questo principio“sincronicit`a”.Questa esigenza compare, in quegli anni, an-che all’interno della fisica dei quanti. Tale teo-ria `e infatti intrinsecamente probabilistica: non`e possibile prevedere con certezza quale sar`al’evoluzione di un fenomeno microscopico, sipossono dare soltanto previsioni probabilistichesulle diverse possibili evoluzioni. Gli eventi de-scritti sono per loro natura statistici, cio`e singo-larmente imprevedibili. Il principio di causalit`a,tanto caro alla fisica ottocentesca, sembra quivacillare.Secondo
Pauli 
la realt`a `e troppo complessa peressere descritta in maniera esaustiva dal princi-pio di causalit`a; ai suoi occhi l’introduzione delnuovo principio sembra in grado di completarnel’immagine in nostro possesso: “Osservati a par-tire da una prospettiva globale, i fenomeni sin-cronistici e quelli causali potrebbero essere con-siderati come due lati di un nastro di Moebius”,scrive in una lettera al fisico Fierz.
2 Archetipi e teoria dellaconoscenza
Un altro punto fondamentale all’interno del-la riflessione di Pauli riguarda la teoria del-la conoscenza. Egli si pone l’antico problemafilosofico riguardante la natura del “ponte” chepermette di passare dai dati empirici provenien-ti dall’esperienza ai concetti e alle idee e quindialla formulazione di teorie scientifiche. Si trattadi un problema lungamente dibattuto nel corsodella storia della filosofia e delle scienze.
Un dossier di Federica Pozzi,aggiornato al 10.03.2004http://www.torinoscienza.it/c
2002Provincia di Torino

Activity (19)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Emanuele Casale liked this
marcocarcano1066 liked this
Giulio Rotonda liked this
beppe_marcon liked this
marcocarcano1066 liked this
marcocarcano1066 liked this
agaveblu9003 liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->