Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Slow water-irrigazione sostenibile

Slow water-irrigazione sostenibile

Ratings: (0)|Views: 47 |Likes:
Published by John Galanti
CONFERENZA - Giovedì 6 giugno, ore 17 (ingresso libero) Sala Strozzi, Via La Pira, 4 Firenze Relatori: Giacomo Salizzoni, Cecilia Lucchesi, Niccolò Poggi - Per non rinunciare alle fioriture nel giardino e nel terrazzo in vista di una crisi idrica, tre appassionati propongono un sistema di irrigazione sostenibile.
Il progetto Slow water nasce dalla volontà di offrire un’alternativa sostenibile e a basso impatto ambientale volta al risparmio idrico. Consapevoli che anche piccoli gesti come l’ uso intelligente dell’acqua per orti e giardini domestici possa rappresentare un contributo importante per la salvaguardia della risorsa acqua seriamente minacciata.
L’incontro di tre soggetti professionali diversi e complementari, la passione che li accomuna per il verde e la sostenibilità ambientale e l’esperienza nei rispettivi ambiti di intervento sono i motori che hanno dato vita al progetto Slow water – irrigazione sostenibile - Giacomo Salizzoni, architetto e designer che opera da anni nel Guerrilla Gardener e Urban Gardening, movimento internazionale che ha l’obiettivo di proporre soluzioni eco-sostenibili in campo ambientale, urbano e paesaggistico www.guerrillagardener.it
Cecilia Lucchesi, coltivatrice diretta e titolare del vivaio MondoRose di Firenze, progetta e
realizza giardini ecologici volti al mantenimento della biodiversità con l’introduzione di specie botaniche e autoctone www.mondorose.it
Niccolo Poggi, architetto, designer operante nel campo delle materie plastiche quali ceramica e terracotta e docente presso Libera Accademia di Belle Arti a Firenze ww.niccolopoggifirenze.it.
Il progetto consiste nella promozione di sistemi di irrigazione che tengano conto del risparmio idrico esostenibilità ambientale con ampolle sub-irriganti in terracotta e ceramica. La porosità del materiale permette una fuoriuscita di acqua regolare che va a nutrire le radici delle piante circostanti senza alcuna dispersione ed evaporazione e permette un risparmio di utilizzo dell’acqua fino ad un 70% e una crescita più rapida, sana e vigorosa delle piante. Utile per giardini ed orti domestici ed estremamente funzionale per la coltivazione in contenitore, e per la riproduzione per talea.
CONFERENZA - Giovedì 6 giugno, ore 17 (ingresso libero) Sala Strozzi, Via La Pira, 4 Firenze Relatori: Giacomo Salizzoni, Cecilia Lucchesi, Niccolò Poggi - Per non rinunciare alle fioriture nel giardino e nel terrazzo in vista di una crisi idrica, tre appassionati propongono un sistema di irrigazione sostenibile.
Il progetto Slow water nasce dalla volontà di offrire un’alternativa sostenibile e a basso impatto ambientale volta al risparmio idrico. Consapevoli che anche piccoli gesti come l’ uso intelligente dell’acqua per orti e giardini domestici possa rappresentare un contributo importante per la salvaguardia della risorsa acqua seriamente minacciata.
L’incontro di tre soggetti professionali diversi e complementari, la passione che li accomuna per il verde e la sostenibilità ambientale e l’esperienza nei rispettivi ambiti di intervento sono i motori che hanno dato vita al progetto Slow water – irrigazione sostenibile - Giacomo Salizzoni, architetto e designer che opera da anni nel Guerrilla Gardener e Urban Gardening, movimento internazionale che ha l’obiettivo di proporre soluzioni eco-sostenibili in campo ambientale, urbano e paesaggistico www.guerrillagardener.it
Cecilia Lucchesi, coltivatrice diretta e titolare del vivaio MondoRose di Firenze, progetta e
realizza giardini ecologici volti al mantenimento della biodiversità con l’introduzione di specie botaniche e autoctone www.mondorose.it
Niccolo Poggi, architetto, designer operante nel campo delle materie plastiche quali ceramica e terracotta e docente presso Libera Accademia di Belle Arti a Firenze ww.niccolopoggifirenze.it.
Il progetto consiste nella promozione di sistemi di irrigazione che tengano conto del risparmio idrico esostenibilità ambientale con ampolle sub-irriganti in terracotta e ceramica. La porosità del materiale permette una fuoriuscita di acqua regolare che va a nutrire le radici delle piante circostanti senza alcuna dispersione ed evaporazione e permette un risparmio di utilizzo dell’acqua fino ad un 70% e una crescita più rapida, sana e vigorosa delle piante. Utile per giardini ed orti domestici ed estremamente funzionale per la coltivazione in contenitore, e per la riproduzione per talea.

More info:

Categories:Topics, Art & Design
Published by: John Galanti on Jun 06, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/29/2013

pdf

text

original

 
Comunicato stampa: Slow water – irrigazione sostenibile
Come nasce Slow water
Il progetto Slow water nasce dalla volontà di offrire un’alternativa sostenibile e a basso impattoambientale volta al risparmio idrico. Consapevoli che anche piccoli gesti come l’ uso intelligentedell’acqua per orti e giardini domestici possa rappresentare un contributo importante per lasalvaguardia della risorsa acqua seriamente minacciata.
L’incontro di tre soggetti professionali diversi e complementari, la passione che li accomuna peril verde e la sostenibilità ambientale e l’esperienza nei rispettivi ambiti di intervento sono i motoriche hanno dato vita al progetto
Slow water – irrigazione sostenibile
Giacomo Salizzoni, architetto e designer che opera da anni nel Guerrilla Gardener e UrbanGardening, movimento internazionale che ha l’obiettivo di proporre soluzioni eco-sostenibili incampo ambientale, urbano e paesaggistico www.guerrillagardener.it
Cecilia Lucchesi, coltivatrice diretta e titolare del vivaio MondoRose di Firenze, progetta erealizza giardini ecologici volti al mantenimento della biodiversità con l’introduzione di speciebotaniche e autoctone www.mondorose.it
Niccolo Poggi, architetto, designer operante nel campo delle materie plastiche quali ceramica eterracotta e docente presso Libera Accademia di Belle Arti a Firenze ww.niccolopoggifirenze.it.
Il progetto
Consiste nella promozione di sistemi di irrigazione che tengano conto del risparmio idrico esostenibilità ambientale con ampolle sub-irriganti in terracotta e ceramica. La porosità delmateriale permette una fuoriuscita di acqua regolare che va a nutrire le radici delle piantecircostanti senza alcuna dispersione ed evaporazione e permette un risparmio di utilizzodell’acqua fino ad un 70% e una crescita più rapida, sana e vigorosa delle piante.
Utile per giardini ed orti domestici ed estremamente funzionale per la coltivazione incontenitore, e per la riproduzione per talea.
Filosofia in pillole
Risparmio idrico 
l’uso corretto con ampolle permette di risparmiare fino al 70% di acqua senza sprechi
Efficienza produttiva 
con minori consumi le piante crescono più rapidamente, sane e rigogliose
Educazione ambientale 
promuovere pratiche consapevoli sull’utilizzo dell’acqua come contributo alla salvaguardia dellerisorse del pianeta
Produzione eco-compatibile 
I prodotti sono realizzati con materiali naturali, in modo artigianale, nel rispetto dell’ambiente
Info: Giacomo Salizzoni, 333 3824997- Cecilia Lucchesi, 338 9194358 - Niccolo Poggi, 335 8007744
 
Irrigazione con ampolle sub-irriganti, una tecnica per risparmiare acqua
L'irrigazione con ampolle interrate é un’antica tecnica utilizzata in diverse aree del pianeta comeCina, Pakistan, India, Iran, Messico e Brasile. Esistono citazioni di questo tipo di utilizzo in testicinesi di oltre 2000 anni fa. Ancora oggi giorno se ne fa uso in zone particolarmente siccitose.
 
Impianto di un ampolla vicino ad una giovane palma
In cosa consiste
L'irrigazione con ampolle consiste nell'interrare un’ampolla di terracotta non smaltata e copertacon un tappo vicino alle piante. Grazie ad una cottura a temperature specifiche che garantisceuna elevata porosità della terracotta l’acqua versata al suo interno trasmigra lentamente nellaterra alimentando le radici delle piante con un costante apporto di umiditá.
 
Il risparmio idrico
Con il sistema della sub-irrigazione con ampolle l'acqua è utilizzata in maniera piú efficienterispetto ad altri metodi dal momento che arriva direttamente alle radici delle piante e non adaltre aree piú ampie del campo, senza dispersioni nel terreno e favorendo un accrescimentoregolare e costante delle piante, che non sono soggette ad alcuno stress idrico. Il movimentodell'acqua é il risultato dell'assorbimento radicale e continua fino al completo assorbimento esuccessiva evaporazione. Quando la terra circostante diventa satura di acqua e l'ampolla sisvuota, l'acqua tenderá a rifluire all'interno dell'ampolla in un processo che si autoregola.
Il ciclo dell’acqua piovana e di sistemi irrigui tradizionali
Solo una minima parte dell’acqua utilizzata con sistemi di irrigazione tradizionali a caduta, apioggia, a goccia arriva a nutrire le piante poichè gli sprechi costituiti dall’evaporazione, lapercolazione profonda, e lo scivolamento sono altissimi
Quando utilizzare la sub-irigazione con ampolle
Il vantaggio più evidente per l'uso delle ampolle é dato dalla capacitá di risparmiare acqua.Pertanto questo sistema è indicato per tutte le aree siccitose, desertiche, a difficile reperibilitàidrica, dove non ci sono sistemi d’irrigazione automatica e si privilegiano sistemi naturali e abasso impatto ambientale.
L'irrigazione con le ampolle é ideale per giardini e orti domestici e a piccola scala. La quantitàd’acqua utilizzata in un campo irrigato da ampolle è assai inferiore rispetto al sistema a gocciaa causa della lenta permeabilitá delle ampolle e della pressoché inesistente evaporazionepermettendo un risparmio fino ad un 70% di acqua
Particolari benefici si sono riscontrati per la coltivazione di piante ornamentali ed orticole incontenitori da terrazzo, balcone, loggiato, cortile e per piante da appartamento, ma anche per lacoltivazione in pieno campo.
Un’altra applicazione che ha riportato risultati eccezionali per percentuali di attecchimento ènella riproduzione di piante per talea

Activity (3)

You've already reviewed this. Edit your review.
Barbara Gaballo added this note
Fantastico, voglio provare!!!!!
Barbara Gaballo added this note
Fantastico!!!!!
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->