Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
5Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Quando l’open source finisce in tasca

Quando l’open source finisce in tasca

Ratings:

4.67

(3)
|Views: 120|Likes:
Published by francesco

Gli smartphone sono il settore più in fermento dell’Information technology. Serve un sistema operativo sicuro, stabile e tanto software per i consumatori. Linux e il modello open source sono la scelta su cui puntano in molti. E nascono i primi gruppi per lo standard unico

Gli smartphone sono il settore più in fermento dell’Information technology. Serve un sistema operativo sicuro, stabile e tanto software per i consumatori. Linux e il modello open source sono la scelta su cui puntano in molti. E nascono i primi gruppi per lo standard unico

More info:

Published by: francesco on Mar 20, 2007
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/08/2014

pdf

text

original

 
MONTHLY VISION
I
APRILE
I
2006
U
n pinguino nel cellulare,per leggerele e-mail in viaggio,controllare ilconto in banca,giocare al sudokunel tempo libero e chi sa cos’altro.No,nonè notizia da cronaca zoologica; stiamoparlando del sistema operativo Linux,dicui il pinguino è la mascotte riconosciuta.Dopo aver conquistato il mondo dei siste-mi server,aver messo radici nel mercatodei desktop e in diversi altri settori,comequello delle console da gioco,Linux si
68
di Francesco Caccavella
avvia a invadere la telefonia cellulare,e inparticolare il settore dei cosiddetti smar-tphone: telefoni intelligenti che,oltre allechiamate vocali,possono installare edeseguire software,collegarsi all’internet,offrire posizionamenti Gps.I vantaggidella scelta sono molti: Linux è un sistemaoperativo gratuito e basato sulla filosofiadi programmazione open source checonsente a chiunque di usare il software,correggerlo,modificarlo e ridistribuirlo.Icosti di sviluppo software si dimezzano osi annullano,il parco di applicazionidisponibili si amplia,il supporto vienegarantito dal lavoro di diverse centinaia diprogrammatori e tutti possono modificareil sistema a piacimento.Sviluppatori disoftware Linux e produttori di hardwarehanno cominciato a fare i conti con unfenomeno che ha già la fisionomia delsuccesso.Tra i primi problemi in agendac’è la mancanza di uno standard.Linux èun sistema che ha trovato grande stabilitànel mercato dei personal computer e deiserver,mentre mancano ancora pratiche eottimizzazioni per la telefonia.Undici
Gli smartphone sono il settore più in fermento dell’Information technology. Serve un sistemaoperativo sicuro, stabile e tanto software per i consumatori. Linux e il modello open source sonola scelta su cui puntano in molti. E nascono i primi gruppi per lo standard unico
Quando l
open sourcefinisce IN TASCA 
LINUX E SMARTPHONE
 _
 
MONTHLY VISION
I
APRILE
I
2006
69
salda la sua quota di mercato a scapito diPalm OS e di BlackBerry della Rim.Altrianalisti sono più favorevoli al sistema delpinguino: secondo la società di ricerca Thediffusion group (Tdc) Linux arriverà nel2010 ad occupare il 26 per cento deglismartphone,con Microsoft leader delmercato al 29 per cento e Symbian incrollo verticale al 22 per cento.Il Lipsforum dovrebbe produrre i primi risultatinel 2006 e i primi smartphone standardvedranno la luce solo nel 2007,ma moltiproduttori si muovonogià in autonomia,soprattutto in Asia eCina.Motorola,Sam-sung e Nec hanno giàrilasciato al pubblicomodelli equipaggiaticon un sistema Linuxsviluppato da aziendepartner.La california-na MontaVista hasviluppato un sistemaoperativo per smar-tphone basato suLinux chiamato Mobi-linux 4.0 e diffuso giàin 8 milioni di termi-protagonisti del mercato mobile guidati daOrange Telecom hanno perciò dato vita loscorso novembre al Lips forum (Linuxphone standards),un consesso di tecnolo-gi che ha come fine quello di permettere achiunque voglia adottare il sistema opera-tivo Linux di basarsi su piattaforme condi-vise e testate.Il Lips studierà buone prati-che di scrittura dei software,fisserà iservizi che ogni smartphone Linuxdovrebbe garantire e metterà a punto iprogrammi con cui creare applicazioniaffidabili.Non è la prima iniziativa checerca di mettere ordine nel settore.Ce nesono almeno altre due: il Consumerelectronics Linux forum,che raccoglie imaggiori gruppi di Information technolo-gy mondiali per favorire l’adozione diLinux nei
consumer device
,tra cui appuntogli smartphone,e la Mobile Linux initiati-ve (Mli),che conta nove membri,tra cuiMotorola e British Telecom.
Un mercato in espansione
Il moltiplicarsi delle iniziative è giustificatodai report dei principali analisti di mercato,concordi nel vedere nella telefonia mobilela locomotiva dell’It.Sebbene gli smartpho-ne rappresentino solo una piccola porzione(meno del 10 per cento) meno del 10 percento dell’intero mercato dei telefonicellulari,sono il segmento più in espansio-ne.Una ricerca di Gartner fissa il tasso dicrescita degli smartphone all’85 per centoannuo su un totale del 35 per cento delsettore di telefonia mobile.Nel 2009 unquinto del miliardo di telefoni cellularivenduti sarà
smart
.Se il mercato dell’har-dware ha trovato,con Nokia e Motorola,isuoi leader,il mercato dei sistemi softwareè quasi al punto di partenza.Un lungorapporto Idc dell’aprile2005 fissa al 17 percento la quota dimercato che Linuxpuò ottenere nelsettore dei softwareper smartphone neiprossimi quattro anni:quota poco inferiore al17,3 dei sistemi Micro-soft,mentre oggientrambi i settori sonofermi a poco più del 10per cento.Symbian,che da solo occupa il60 per cento deglismartphone,terrebbe
UNDICI PROTAGONISTIDEL MERCATO MOBILEGUIDATI DA ORANGETELECOM HANNO DATO VITALO SCORSO NOVEMBREAL LIPS FORUM,UN CONSESSO DI TECNOLOGICHE HA COME FINE QUELLODI PERMETTEREA CHIUNQUE VOGLIAADOTTARE LINUX DI BASARSISU SISTEMI CONDIVISIE TESTATI
I numeri degli smartphone
10
%
dei telefoninioggi sonosmartphone
35
%
è invece iltasso dicrescita deitelefonini ingenerale
85
%
è il loro tassodi crescitaannuale
200
milioni
saranno glismartphonenel mondo nel2009
1
miliardo
sarà il totaledei telefonininel mondonel 2009
 _

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Emmanuele Sacco liked this
Giusine Giusy liked this
Chiara Fossati liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->