Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Ultima Pagina, Alice Munro Come Philip Roth - La Rapubblica 21.06.2013

Ultima Pagina, Alice Munro Come Philip Roth - La Rapubblica 21.06.2013

Ratings: (0)|Views: 128 |Likes:
Published by Trik

More info:

Published by: Trik on Jun 21, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/21/2013

pdf

text

original

 
l
l
a
a
 
R
R
e
e
p
p
u
u
b
b
b
b
l
l
i
i
c
c
a
a
È
“NON SCRIVO PIÙ”ALICE MUNROCOME PHILIP ROTH
L’editor dell’autrice canadese:“Non ricevo nulla dall’anno scorso”
NADIA FUSINI
L’AUTRICE
 Alice Munro ènata nel 1931in CanadaEsce oraun Meridianocon i suoiracconti
appena uscito il Meridiano che Mondadori dedica a Alice Munro, do-ve Marisa Caramella con perizia e gusto raccoglie i suoi racconti mi-gliori, quando arriva la notizia che la scrittrice canadese ha annun-ciato che no, lei non scriverà più. E difatti da più di un anno al suo edi-tor non arriva niente. L’aveva già detto altre volte, viene da pensared’istinto a chi ama i racconti della Munro. L’ultima volta in una re-cente intervista: «Non che non abbia amato la scrittura», aveva det-to, «ma forse quando si arriva alla mia età non vuoi più essere sola co-me uno scrittore deve essere». E aveva aggiunto: «Smetto per quellastrana idea di essere “più normale”».L’aveva già detto e non l’ha fatto. Il che non significa che menta. Alcontrario. Ogni autentico scrittore insieme alla gioia di scrivere, haanche l’impulso contrario a ta-cere. Quando lo vince, è perchélo trascina una volontà prepo-tente e ostinata di mettersi allaprova: provare a dire, provare aesprimere il proprio mondo in-teriore. Ora evidentemente Ali-ce è stanca. Ha ottantuno anni. Vuole semplicemente vivere.Chissà. Meno di un anno fa an-che Philip Roth ha preso la stes-sa strada, quella del silenzio.Ci eravamo abituati alla vocedella Munroe, una voce che si eracostruita negli anni con tenacia.Riconoscibile e tutta sua. Di unoscrittore di racconti, si sa, il mo-do più semplice di lodarlo è direche somiglia a Cechov. Di unoscrittore realista il modo miglio-re per promuoverlo è quello didire che ricorda Flaubert. In Ita-lia, come nel più vasto mondodelle recensioni, comprese lecolleghe Cynthia Ozick e Anto-nia Byatt, di Alice Munro hannodetto: è come Cechov, comeMaupassant. Ma sono scorcia-toie. Alice Munro non somigliané all’uno né all’altro. Né serveevocare Faulkner e la sua conteadi Yoknapatawpha — a lei Faulk-ner “non piace”. Volendo cono-scerla attraverso il paragone, co-me spesso si fa con le cose nuo-ve, serve di più evocare CarsonMcCullers, Katherine Anne Por-ter, Eudora Welty, Flannery O’-Connor — scrittici “regionali”che dichiara di leggere e ammi-rare. Anche se c’è una tonalità dimiseria e di sventura tutta pro-pria al paese in cui lei, Alice, vive.La geografia è importante, co-me ormai da tempo la critica ac-cademica ci segnala. Munro è
Ultima
 pagina
Più normale
Alla mia età non vuoi più essere sola comeuno scrittore deve essereÈ quella strana ideadi essere “più normale”

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->