Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Grebennikov_CSE_002

Grebennikov_CSE_002

Ratings:
(0)
|Views: 145|Likes:
Published by Sam
Viktor Stephanovich Grebennikov - Cavity Structural Effect
Viktor Stephanovich Grebennikov - Cavity Structural Effect

More info:

Published by: Sam on Jun 25, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

09/21/2013

pdf

text

original

 
 1
Proteus Research Institute
 Biotechnology Division – Alpha Core
VIKTOR STEPHANOVICH GREBENNIKOVCAVITY STRUCTURAL EFFECT
Analisi sugli studi e scoperte di Viktor Stephanovich Grebennikov,relativamente all’Effetto di Cavità Strutturale e possibili applicazioni anti-G.
Report #002 Versione # 00018 15/11/2008
 
 2
Proteus Research Institute
 Biotechnology Division – Alpha CoreAnti-G
VSG prosegue il suo racconto, riportando degli estratti dal suo diario. A seguito di un fortunato episodio,l’entomologo scoprì un effetto anti-g naturale causato dalle elitre di un particolare insetto.Vedremo in seguito maggiori dettagli in merito, ora poniamo l’attenzione su alcuni particolari:<<
Non proietto ombra, anche in un volo molto basso… La gente avolte vede qualcosa nel punto del cielo in cui mi trovo. Loro vedonouna sfera di luce, un disco, o qualcosa come una nube con bordi netti, che si muove stranamente…Una persona ha osservato un “quadrato piatto e non trasparente,circa un ettaro in dimensione”…Potevo vedere ma non fare fotografie, il dispositivo di scatto non funzionava, ed entrambe le pellicole che avevo con me, una nellamacchina fotografica e una in tasca, erano bruciate come fosserostate esposte alla luce.
>>Tutti questi indizi portano a credere che il dispositivo fosse in grado di generare un qualche campo di forzatale da creare una bolla di spazio differente. L’idea è bizzarra, ma è lo stesso VSG a suggerirci questapossibilità, nell’immagine tratta dal suo diario.La stessa immagine può aiutarci a capire il funzionamento del suo dispositivo. Si possono notare dei raggidivergenti fuoriuscire dalla base della piattaforma. Più avanti vedremo come questi raggi sembrano esserevortici di aria ionizzata. La forma a clessidra del campo di forza suggerisce però che il CSE sia proiettatoanche verso l’alto, con una strozzatura in corrispondenza della piattaforma. Probabilmente il CSE venivaemesso verso l’alto e verso il basso. Questo spiega i diversi malanni che affliggevano VSG nell’ultimoperiodo della sua vita, e che lui riteneva causati dall’uso prolungato della sua piattaforma. A questoproposito è da notare che VSG ipotizzava la creazionedi un nuovo dispositivo, di forma triangolare estudiato in modo tale da non esporre il pilota alleradiazioni. In alto ho riportato un dipinto fattoproprio da VSG. È da notare la somiglianza con il TR-3B, un prototipo di aereo anti-g di fabbricazionestatunitense.Tornando al campo di forza, c’è da considerarequesto: è da verificare se un emettitore di CSE generianche un controcampo CSE nella direzione opposta.Credo che in generale il CSE si manifesti in forma divortici. La mia idea è che un emettitore CSE generi una coppia di vortici divergenti in direzionidiametralmente opposte e rotanti in senso opposto. La strozzatura in corrispondenza della piattaforma èsecondo me una delle ragioni per cui la gente vede qualcosa in corrispondenza della posizione dellapiattaforma. Se la strozzatura non ci fosse e la nuova zona di spazio avesse una forma sferica invece che aclessidra, la piattaforma sarebbe completamente invisibile.
 
 3
Proteus Research Institute
 Biotechnology Division – Alpha Core
VSG afferma di non percepire attrito con l’aria, mentre la sua piattaforma vola alla velocità di circa 25 km alminuto (parliamo di 1500 km l’ora…), questo rafforza l’idea del campo di forza che ritaglia una zona dispazio differente.Vediamo adesso un particolare inquietante:<<
 A volte ho sperimentato dei problemi con l’orologio e in alcuni casi con il calendario. Mentre scendevo suun pianoro familiare, a volte l’ho trovato “fuori stagione”, con uno scarto di circa due settimane, ma nonavevo possibilità di confrontare per un riscontro.Nel volo, in particolare all’inizio, l’orologio funziona in modo sbagliato, ora troppo lento e successivamentetroppo veloce. Ma l’orologio è regolato bene alla fine delle escursioni…Insetti catturati “lì” (sul campo, dopo un eventuale shifting temporale – n.d.t.) scomparivano dalle mie provette…In un caso ho ritrovato l’insetto catturato, nella mia provetta, ma non era l’adulto di Ichneumon, con gli anelli bianchi sull’addome, ma la sua crisalide, cioè il suo stadio precedente. Era vivo e muoveva l’addomequando toccato, ma con mio grande dispiacere morì una settimana dopo.
>>Inquietante perché questo aspetto della faccenda esclude la possibilità di impiegare questa tecnologia pertutti, come già anticipato precedentemente.Da riflettere sul perché gli effetti collaterali con l’orologio si manifestavano particolarmente al momentodel decollo. Probabilmente gli sfasamenti temporali non si verificano all’atto del volo in sé, ma solo nelmomento in cui si “apre una breccia” nello spazio. Lo studio comparato e approfondito di tutto il lavoro diVSG potrebbe portare alla comprensione di molte cose… Ci sono diversi fattori di cui tener conto in questostudio, lo spazio, il tempo, campi elettromagnetici, e dulcis in fundo anche il sole sembra avere un ruolodeterminante.Leggiamo infatti che:<<
È difficile volare quando piove, e quasi impossibile in inverno. Non a causa del freddo, poiché potrei adattare opportunamente il mio dispositivo, ma i voli invernali sono comunque inutili per me, essendo unentomologo.
>>VSG dirà più avanti che i temporali sono grandi emanatori di CSE, a causa della struttura “micro cellulare”che si viene a creare quando una moltitudine di gocce d’acqua staziona nell’atmosfera. Per questo, diceVSG, molti esseri umani sono portati a non uscire e starsene a casa anche quando un temporale è lontano.L’organismo percepisce il CSE e reagisce inconsciamente cercando un riparo.Inoltre è evidente dalle fotografie che la piattaforma utilizza la corrente elettrica, e questo potrebbeesporre il pilota al rischio di trovarsi sulla traiettoria di un fulmine attirato dall’eventuale campo elettrico. Ilparticolare da valutare è il fatto che è quasi impossibile volare in inverno e non a causa del freddo.Aggiungiamo a questo un altro particolare, il fatto che la piattaforma tende a spostarsi in direzionealeatoria nella fase ascensionale, il più delle volte opposta a quella del sole. Cosa cambia tra estate einverno, in relazione al sole? Cambia l’inclinazione dell’asse terrestre. Forse la piattaforma riesce ainteragire con una qualche radiazione solare che d’estate (con i raggi solari più diretti) è maggiore che nonin inverno. Lo spostamento in fase di decollo forse è causato dal fatto che, ritagliando uno spazio differente

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->