Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
complessi11

complessi11

Ratings: (0)|Views: 116|Likes:
Published by albertoaltieri
complessi
complessi

More info:

Published by: albertoaltieri on Jul 15, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/28/2014

pdf

text

original

 
FUNZIONI ANALITICHE EDAPPLICAZIONI
Laurea Specialistica in MatematicaA.A. 2011-2012
Cornelis VAN DER MEEDipartimento di Matematica e InformaticaUniversit`a degli Studi di CagliariViale Merello 92, 09123 Cagliari070-6755605 (studio), 070-6755601 (FAX), 328-0089799 (cell.)cornelis@krein.unica.ithttp:
\\
krein.unica.it
\∼
cornelis
 
Prefazione
In questo documento verr`a presentata la teoria delle funzioni analitiche, anchedetta l’analisi complessa). A differenza dell’analisi reale, la derivazione di unafunzione viene definita rispetto ad una variabile complessa
z
appartenentead un aperto Ω del piano complesso
C
. In tal modo la forma differenzialecomplessa
(
z
)
d
z
= [
u
(
x,y
) +
iv
(
x,y
)](
dx
+
idy
)= [
u
(
x,y
)
dx
v
(
x,y
)
dy
] +
i
[
v
(
x,y
)
dx
+
u
(
x,y
)
dy
]dove
u
= Re
,
v
= Im
e
z
=
x
+
iy
, risulta chiusa. Se il dominio `e semplicemente connesso, la forma differenziale `e esatta e, di conseguenza,abbiamo l’identit`a12
πi
 
γ 
(
z
)
d
z
= 0valida per qualunque curva chiusa
γ 
contenuta nel dominio Ω. L’equazione pre-cedente rappresenta il Teorema di Cauchy che costituisce il risultato centraledell’analisi complessa.I punti
z
C
possono essere messi in corrispondenza biunivoca con i puntidi
R
2
:
z
=
x
+
iy
C
(
x,y
)
R
2
.
Oltre alle operazioni usualmente definite in uno spazio vettoriale reale di di-mensione 2, nel piano complesso
C
si introduce anche la moltiplicazione definitanella seguente modo:(
x
1
+
iy
1
)(
x
2
+
iy
2
) = (
x
1
x
2
y
1
y
2
) +
i
(
x
1
y
2
+
x
2
y
1
)
,
essendo (
i
)
2
=
1. Ad ogni numero complesso
z
=
x
+
iy
si associano laparte reale
x
e la parte immaginaria
y
. Utilizzando le coordinate polari in
R
2
e convertendo il punto (
x,y
)
R
2
in un numero complesso
z
=
x
+
iy
, sidefiniscono il modulo
|
z
|
=
 
x
2
+
y
2
e l’argomento
θ
= arctan(
y/x
) in modotale che
z
=
|
z
|
(cos
θ
+
i
sin
θ
) =
|
z
|
e
.
i

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->