Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
75Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Marx riassunto

Marx riassunto

Ratings:

4.0

(2)
|Views: 85,671|Likes:
Published by Gianfranco Marini
riassunto del pensiero di Marx completo e sviluppato nella forma di elenco numerato: struttura del pensiero e tesi e concetti principali
riassunto del pensiero di Marx completo e sviluppato nella forma di elenco numerato: struttura del pensiero e tesi e concetti principali

More info:

Published by: Gianfranco Marini on May 24, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/06/2013

pdf

text

original

 
MARX
1.VITA E OPERE2.CARATTERI GENERALI DEL MARXISMO: il marxismo presenta alcune caratteristichegenerali che lo contraddistinguono:2.1.Costituisce un
approccio globale
per la comprensione della realtà sociale nella suainterezza,è quindi irriducibile ad una disciplina specifica delle scienze umane;2.2.
unione tra teoria e prassi
: centrale è il nesso tra
interpretazione
dell'uomo e della società eesigenza di una sua
trasformazione
;2.3.
 fonti
della filosofia di Marx: economia politica classica, filosofia tedesca di Hegel eFeuerbach, pensiero socialista. Marx operò una sintesi critica ed originale di queste tre principali tradizioni di pensiero.3.I CAPISALDI DELLA FILOSOFIA HEGELIANA: comprensione della filosofia di Hegelessenziale per la comprensione del pensiero di Marx:3.1.
I caposaldi della filosofia hegeliana
: sintesi dei principali concetti generali della filosofiadello spirito di Hegel:3.1.1.
Risoluzione del finito nell'infinito
: la realtà è un
organismo untario
di cui tutto ciòche esiste è parte o manifestazione. I songoli momenti della realtà sono il
 finito
,manifestazioni finite della realtà che è l'
assoluto
. Il finito in quanto tale non è reale perché solo un momento del farsi dell'
intero
. Abbiamo un
monismo panteistico
ilmondo è una manifestazione dell'assoluto o
Spirito
, ma questo è concepito nonstaticamente, come dato una volta per tutte, ma come un processo dinamico, in altritermini l'assoluto non è
sostanza
immutabile ed eterna, ma
soggetto
in continuodivenire la cui essenza è data dalla totalità del processo del suo autoprodursi: il vero èl'intero3.1.2.
Ragione e realtà
: alla base del processo di sviluppo della realtà intesa come spiritoHegel pone il principio secondo cui: tutto ciò che è reale è razionale, tutto ciò che èrazionale è reale. Hegel afferma la necessaria identità di
essere e dover essere
: larazionalità non è qualcosa di astratto c e ideale rispetto a ciò che esiste, ma è l'ordineche governa lo sviluppo stesso dell'esistente. D'altra parte la realtà non è un aggregatocaotico di eventi ma è il dispiegarsi di una struttura razionale: realtà e ragione siidentificano necessariamente. Ciascun momento del costituirsi dell'assoluto ènecessario: la realtà o assoluto è una
totalità processuale necessaria
.3.1.3.
Il giustificazionismo
: compito della filosofia è
comprendere la struttura del reale e prenderne
atto. La filosofia non può pretendere di giudicare, criticare e trasformare larealtà, deve mantenersi in pace con la realtà perché questa è già necessariamenterazionale: quindi tutto ciò che avviene, avviene come è giusto che sia.3.1.4.
La
 
dialettica:
L'assoluto è divenire, la legge
ontologica
e
logica
del divenire è la
dialettica
.4.LA CRITICA DEL MISTICISMO LOGICO DI HEGEL: complessa questione del rapporto conla filosofia hegeliana, elementi di continuità e discontinuità. Fondamentale lo scritto "Criticadella filosofia hegeliana del diritto pubblico". Esposizione della critica metodologico-filosoficaalla concezione hegeliana:4.1.
Critica del metodo di Hegel
: assume le realtà storica ed empirica come manifestazionenecessaria dello sviluppo dello spirito con le seguenti conseguenze:4.1.1.Le realtà storiche sono poste come necessarie;4.1.2.Le realtà storiche sono poste come assolutamente razionali;4.1.3.In quanto tali sono inoltre santificate, ovvero legittimate come assolutamente giustesia sul piano filosofico che politico;
 
4.2.
Misticismo logico
: principio da cui deriva l'errore di Hegel è il capovolgimento
idealistico fra soggetto e predicato
: L'idealismo capovolge il giusto rapporto esistente tra ciò che nellarealtà è il
 soggetto
(ciò che è primo, reale, originario: la mela, la pera) e ciò che nella realtàè il
 predicato
(ciò che è derivato, astratto, ideale: il frutto). In altri termini si ha unaconcezione mistica della realtà dove il concreto viene assunto come manifestazionedell'astratto, occorre applicare il
metodo trasformativo
e ricapovolgere ciò che l'idealismoha capovolto: lo spirito non è la realtà originaria ma una manifestazione secondaria delleconcrete ed oggettive condizioni di esistenza dell'uomo.4.3.I MERITI DELLA CONCEZIONE DIALETTICA DELLA REALTÀDELL'HEGELISMO: nonostante queste critiche Marx riconosce molti meriti allaconcezione dialettica della realtà avanzata da hegel:4.3.1.Aver concepito la realtà come una totalità processuale;4.3.2.Aver visto nell'opposizione dialettica il motore della real, la sua leggefondamentale;4.3.3.Il limite di Hegel è aver interpretato questa realtà e l'opposizione tra i suoi momentiin termini ideali ed astratti.5.
LA CRITICA AL LIBERALISMO
: critica alla concezione liberale dello stato al centro del pensiero di Marx:5.1.
Essenza del moderno
: scissione ed opposizione tra società civile e stato, tra beneindividuale e bene comune. Individuo vive una vita sdoppiata, come membro della societàcivile dominata dalla legge dell'interesse individuale, del mercato e concorrenza; comemembro dello stato dove invece tutti gli individui sono uguali;5.2.
Illusorietà dell'uguaglianza
: secondo il liberalismo lo stato avrebbe la funzione disuperare la legge dell'egoismo propria della società civile e di conciliare nel bene comune enell'uguaglianza gli interessi dei diversi individui. In realtà tale uguaglianza è illusoria.5.3.
Lo falsa universalità dello stato
: persegue gli interessi particolari delle classi dominanti,l'uguaglianza che esso garantisce è puramente formale, nella sostanza dominal'ineguaglianza. Paragone con il cristianesimo e stato come "democrazia cristiana".5.4.
La civiltà borghese
: la sua essenza è il
bellum omnium contra omnes
, i suoi tratti essenzialil'
individualismo e l'atomismo
. L'errore è già nei principi della rivoluzione francese dove trai diritti dell'uomo sono considerati la libertà individuale e la proprietà privata che in realtàhanno un valore puramente formale. Respige in blocco il liberalismo:5.4.1.
 Libertà individuale
:
frutto atomismo borghese, considerazione individuo al di fuoridell'interazione sociale con gli altri;5.4.2.
 Proprietà
 
 privata
: fondamento dell'ineguaglianza reale;5.4.3.
Soluzione
: dopo un'iniziale adesione al
 suffragio universale
Marx adotta una prospettiva di rivoluzione sociale mirante all'abolizione della proprietà privata ed allainstaurazione di una democrazia sostanziale di cui sarò protagonista il proletariato.6.
LA
 
CRITICA DELL'ECONOMIA POLITICA E L'ALIENAZIONE
6.1.
 I Manoscritti Economico Filosofici
: esame dell'economia politica:6.1.1.
Aspetti positivi
: fornisce un quadro valido dell'economia capitalistica;6.1.2.
Limiti
: manca di una prospettiva storico-processuale perché incapace di pensare larealtà economico sociale in termini dialettici:6.1.2.1.
 
Assolutizzazione sistema produzione capitalistico posto come dato enaturale;6.1.2.2. incapacidi cogliere i rapporti di conflittualiche caratterizzano ilcapitalismo, incentrati sull'opposizione tra
capitale
e
lavoro
;6.1.2.3.
astratta
: considera il mercato e la produzione in termini astraendo dalleconcrete condizioni sociali in cui queste si svolgono e riducendo l'esistenzaumana al solo lato economico;
 
6.2.
Il concetto di alienazione
: ripreso da
Hegel
e da
Feuerbach
, costituisce la modalità direalizzarsi del divenire dello spirito:6.2.1.
Hegel
: indica il secondo momento della dialettica, il farsi altro da sé dello spirito chenel terzo momento si riapproprierà di sé;6.2.2.
Feuerbach
: è il movimento negativo per cui lo spirito pone la sua essenzainfinitizzata come altro da sé e ad essa si subordina riconoscendola come un'entitàautonoma e sovrana; quindi è
 scissione
e
dipendenza
;6.2.3.
Marx
: limite di entrambi è di interpretare l'alienazione come un fatto spirituale eideale, in realtà essa ha basi materiali e oggettive e solo eliminando queste si eliminal'alienazione. Tali condizioni oggettive da cui sorge l'alienazione sono di natura socioeconomica e determinano quattro tipi di alienazione:6.2.3.1.
Rispetto al prodotto
del lavoro che non appartiene all'operaio e lo domina;6.2.3.2.
rispetto alla sua attività
: non gli appartiene egli è uno strumento per larealizzazione di fini estranei che gli vengono imposti;6.2.3.3.
rispetto alla sua essenza
: essenza dell'uomo è il lavoro libero atraverso cuirealizza la propria personalità e le proprie attitudini, ma proprio il lavoro è
lavoro forzato
;6.2.3.4.
rispetto agli altri
: l'altro è il capitalista che lo soggioga e lo riduce a propriostrumento.6.2.4.
Causa dell'alienazione
: è la
 proprietà privata dei mezzi di produzione
per cui il
capitalista
sfrutta la
 forza lavoro
dell'operaio per incrementare la propria ricchezza.Col la rivoluzione, il superamento del capitalismo e l'affermazione del
 socialismo
,l'uomo si riapproprierà della propria essenza.6.2.5.
La storia e l'essenza dell'uomo
: la storia è il luogo in cui si sviluppa la vicendadell'uomo caratterizzata dalla lotta per riappropriarsi della propria essenza alienata.6.2.6.
Hegel
: suo
merito
è aver colto la dialettica storica di alienazione disalienazione, suo
limite
aver ricostruito tale processo storico in termini ideali, nell'ambito del puro pensiero e non nei suoi termini reali e oggettivi individuando dell'alienazione umana lareale causa: l'alienazione economica.7.
FEUERBACH E MARX
: complesso anche il rapporto con
Feuerbach
cui Marx riconoscenotevoli meriti ma anche grossi limiti:7.1.
La rivoluzione teoretica di F.:
contro la concezione teologizzante dell'uomo di Hegel,secondo cui gli uomini concreti sono una manifestazione secondaria dello spirito infinito, F.avrebbe rivendicato la naturalità e materialità dell'essenza della vita umana e avrebbeoperata il rovesciamento della filosofia hegeliana ricollocando quale soggetto le concrete emateriali condizioni di esistenza degli uomini. Tuttavia F. parla di una
essenza umana
concepita come qualcosa di atemporale e dato una volta per tutte, eterna ed immutabile,mentre l'essenza dell'uomo è
 socialmente e storicamente determinata
così come sostieneHegel.7.2.
Il fenomeno dell'alienazione religiosa
: F. ha messo a nudo il meccanismo dell'alienazionereligiosa, ma non è stato in grado di individuare le cause reali di questa né gli strumenti per liberare l'uomo da essa.7.3.
La religione oppio dei popoli
: Opium des Volks, nasce dall'ingiustizia sociale e proietta inun immaginario aldilà la realizzazione della giustizia del bene. Il solo modo per eliminaretale alienazione non è la critica filosofica, ma la rivoluzione sociale che elimina le causeconcrete dell'alienazione religiosa: la divisione in
classi della società
.7.4.
Il materialismo contemplativo di F
.
:
F. ignora l'aspetto pratico e attivo del sapere, i problemi sociali e storici non sono risolvibili nell'ambito della pura teoria, occorre unsapere che si traduca in prassi rivoluzionaria, un
nuovo materialismo
che si preoccupi nonsolo di interpretare il mondo, ma anche di cambiarlo.8.
La concezione materialistica della storia
:il passaggio definitivo di Marx dalle posizioni dellafilosofia tedesca di Hegel E Feuerbach alle posizioni del
materialismo storico
avviene con

Activity (75)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Vincenzo Laudato liked this
Vincenzo Laudato liked this
Alfredo Pipoli liked this
mooobie liked this
Laura Marziali liked this
Vincenzo Laudato liked this
Adi Adisor liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->