Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
SANDS FROM MARS ISSUE 18.doc

SANDS FROM MARS ISSUE 18.doc

Ratings: (0)|Views: 27 |Likes:
il numero 18 della rivista sands from mars:
sommario
scritte inquietanti
le stranezze di google-il topone di Marte-romantica Nessie addio?
Marte è davvero così inospitale come ci hanno sempre raccontato?
la n.s.a. dice che gli alieni esistono, e se lo dicono loro...
storie di fantasmi giapponesi
white noise
ancora si parla di Jack
numeri arretrati ed aggiornamenti
il numero 18 della rivista sands from mars:
sommario
scritte inquietanti
le stranezze di google-il topone di Marte-romantica Nessie addio?
Marte è davvero così inospitale come ci hanno sempre raccontato?
la n.s.a. dice che gli alieni esistono, e se lo dicono loro...
storie di fantasmi giapponesi
white noise
ancora si parla di Jack
numeri arretrati ed aggiornamenti

More info:

Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/13/2013

pdf

text

original

 
 
SANDS FROM MARS ISSUE 18
 Numero dedicato alle luci e alle ombreCiò che ci aspetta nel buio, ciò che noi ci aspettiamo dalla luce,cose alla luce del sole e cose che possono avvenire solocon le tenebre.SOMMARIOSCRITTE INQUIETANTISTORIE DI FANTASMI GIAPPONESILE STRANEZZE DI GOOGLEIL TOPO DI MARTEROMANTICA NESSIE ADDIO?MARTE E’ DAVVERO COSI’ INOSPITALE COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO ?LA NSA DICE CHE GLI ALIENI ESISTONO E SE LO DICONO LORO…WHITE NOISEANCORA SI PARLA DI JACK  NUMERI ARRETRATI DI SANDS FROM MARS ED AGGIORNAMENTI
 
SCRITTE INQUIETANTILa colonia di Roanoke fu il secondo insediamento inglese nel territorio nord Americano. Nel 1585 e nel 1587 vennero tentati i primi insediamenti che finirono in tragedia, sia dalla parte degli indigeni, sia dalla parte dei coloni.La prima colonia capitanata da Sir Grenville e Sir Lane ebbe un epilogo sanguinoso, in quanto gli indigeni malsopportavano la presenza di quelli che loro ritenevano degli intrusi, e spesso c’erano piccoli attacchi da parte loro verso icoloni, furti di materiale e di cibo.Alla fine stanchi di stare sulla difensiva, gli inglesi attaccarono gli indigeni che perdettero il loro capo tribù Winginia, maanche i coloni vennero decimati e ridotti da più di un centinaio tra uomini, donne e bambini in qualche decina.Riportati in patria da Sir Francis Drake vennero lasciati a guardia dell’accampamento 15 persone, con l’intento di tornare ariprenderli con il secondo tentativo d’insediamento.La seconda spedizione guidata da Sir John White aveva lo scopo di portare oltre cento coloni sull’isola e recuperare ivolontari lasciati da Drake ma di questi ultimi non se ne trovò più traccia e si ritenne che fossero stati uccisi dagli indigeni
 
e che nei due anni che trascorsero tra il primo ed il secondo tentativo, dei corpi delle vittime non ne fosse più rimasto un brandello.Un mese più tardi nacque Virginia Dare la prima bambina inglese nata nel territorio Americano.Ben presto White dovette far ritorno in patria per gli approvvigionamenti ma a causa della guerra di Spagna non riuscì afare ritorno che tre anni dopo, ma quando vi tornò ciò che si trovò di fronte non se lo sarebbe mai aspettato nessuno: ognitraccia di quelle persone circa un centinaio tra donne, uomini e bambini e persino qualche animale, sembravano scomparsinel nulla lasciando ogni cosa nelle proprie tende ed abitazioni.Ogni più piccolo oggetto personale, vestiti, e persino quel poco cibo di cui disponevano era stato lasciato lì, ma ancoral’orrore non si era concluso.Proprio all’entrata dell’accampamento vi si ergeva una sorta di portale che era l’unico modo per entrare nel villaggio tuttorecintato da una fitta palizzata e su di un tronco della palizzata e sopra un albero posto proprio vicino al portale si potevaleggere una scritta misteriosa apparentemente scritta con le unghie: CROATOAN.White aveva dato delle precise istruzioni su cosa fare se i coloni si fossero trovati in difficoltà o fossero stati costretti afuggire, tra cui: lasciare l’isola solo in caso di vita o di morte e spostarsi su quella più vicina e molto probabilmentedisabitata, lasciare una scritta chiara e breve che indicasse dove trovarli accompagnati da una croce di Malta, questo per essere sicuri che fossero stati davvero i coloni a scriverla e non qualche indigeno.La scritta misteriosa poteva riferirsi all’isola di Croatoan molto vicina a quella occupata ma White non potè controllare acausa di una improvvisa e disastrosa tempesta che si abbattè su tutta la zona.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->