Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
La Donna Con Le Corna

La Donna Con Le Corna

Ratings: (0)|Views: 0|Likes:
Published by luna_stelle
tratto da "antiche leggende"
tratto da "antiche leggende"

More info:

Published by: luna_stelle on Aug 03, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/05/2014

pdf

text

original

 
Una ricca donna sedeva una notte sul tardi a cardare ed a preparare la lanamentre la famiglia ed i servi dormivano. Improvvisamente si udì bussarealla porta ed una voce gridò: “Aprite, aprite!” 
Chi è là?” disse la padrona di casa.
Sono la Strega dal Corno” fu la risposta.La padrona di casa, supponendo che uno dei suoi vicini la stesse chiamandoed avesse bisogno di assistenza, aprì la porta ed entrò una donna che avevain mano due cardatori per la lana e sulla fronte un corno, come se fossecresciuto lì. Ella sedette in silenzio presso il fuoco e cominciò a cardare lalana con una fretta indiavolata. Improvvisamente si fermo e disse ad altavoce: “Dove sono le donne? Stanno tardando troppo.” Quindi si udì nuovamente bussare alla porta ed una voce gridò come prima:
Aprite, aprite!” La padrona di casa si sentì costretta ad alzarsi e ad aprire la porta edimmediatamente entrò una seconda strega con due corna sulla fronte ed inmano una ruota per filare la lana.
Fammi posto,” disse “io sono la Strega dalle Due Corna” e cominciò afilare veloce come il fulmine.E si udì nuovamente bussare e nuovamente chiamare e le streghe entraronofin quando alla fine dodici donne vi furono dodici donne sedute attorno alfuoco – la prima con un corno, l‟ultima con dodici corna. Ed esse cardavanoil fino e facevano girare le loro ruote per filare ed avvolgevano e tessevanocantando tutte insieme un motivo antico, ma non dissero una sola parola alla padrona di casa. Strane audirsi e spaventose a vedersi erano queste dodicidonne con le loro corna e le loro ruote e la padrona di casa si sentiva vicinaalla morte; cercò di alzarsi per chiamare aiuto ma non riuscì a muoversi né apronunciare una parola o un grido, perché l‟incantesimo delle streghe era sudi lei. Quindi una di solo la chiamò in Irlandese e disse:
Alzati, donna, e facci un dolce.” Allora la padrona di casa cercò un recipiente per portare acqua dalla fonte inmodo da potere mescolare la farina e fare il dolce, ma non riuscì a trovarnealcuno. Ed esse le dissero:
Prendi un setaccio e porta l‟acqua in quello.” Ed ella prese il setaccio ed andò alla fonte, ma l‟acqua usciva da esso ed ellanon riusciva a prenderne per il dolce e sedette piangendo presso la fonte.Allora una voce vicino a lei disse:
Prendi dell‟argilla gialla e del fango ed impastali assieme, quindi foderaneil setaccio ed esso terrà.” E questo ella fece ed il setaccio tenne l‟acqua per il dolce. La voce dissenuovamente:
Ritorna e quando giungerai all‟angolo nord della casa grida ad alta voceper tre volte: „La montagna delle donne Fenian ed il cielo sopra di essa sonotutte infuocate.” E così ella fece.Quando le streghe dentro la casa udirono il grido, dalle loro labbra uscì unurlo grande e terribile e si precipitarono fuori con alti lamenti e strida,quindi volarono verso Slieve-namon, dov‟era la loro dimora principale. Malo Spirito della Fonte consigliò alla padrona di casa di entrare e preparare lapropria dimora contro gli incantesimi delle streghe qualora fossero ritornate.E, per prima cosa, per spezzare i loro incantesimi ella spruzzò l‟acqua in cuiaveva lavato i piedi del suo bambino (l‟acqua dei piedi) fuori dalla portasulla soglia; come seconda cosa, prese il dolce che le streghe avevano fattoin sua assenza e che era fatto di farina mescolata al sangue spillato allafamiglia dormiente e lo ruppe in vari pezzetti, mettendone un pezzetto nellabocca di ogni dormiente, che fu risanato; ed ella prese il tessuto che esseavevano fabbricato e lo mise metà dentro e metà fuori dalla cesta con illucchetto; infine assicurò la porta con una grossa trave a forma di crocefissata nei montanti, in modo che non potessero entrare. Avendo fattoqueste cose, attese. Non molto tempo dopo le streghe furono di ritorno,furiose e desiderose di vendetta.
Apri, apri!” urlarono. “Apri, acqua dei piedi!” 
Non posso,” disse l‟acqua dei piedi “ sono sparsa sul terreno e la miastrada è verso il Lough.” 
Aprite, aprite, legno ed albero e trave!” gridarono alla porta.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->