Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword or section
Like this
1Activity
P. 1
CIRCOLARE N. 48/E - Agenzia Entrate Imposta di bollo

CIRCOLARE N. 48/E - Agenzia Entrate Imposta di bollo

Ratings: (0)|Views: 7 |Likes:
Published by memedesimo2006
OGGETTO: Imposta di bollo – Modifiche alla disciplina dell’imposta di bollo
applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei
libretti di risparmio ed alle comunicazioni relative ai prodotti
finanziari – Articolo 13, commi 2-bis e 2-ter, della Tariffa, parte
prima, allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 642
OGGETTO: Imposta di bollo – Modifiche alla disciplina dell’imposta di bollo
applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei
libretti di risparmio ed alle comunicazioni relative ai prodotti
finanziari – Articolo 13, commi 2-bis e 2-ter, della Tariffa, parte
prima, allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 642

More info:

Published by: memedesimo2006 on Sep 11, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/30/2014

pdf

text

original

 
CIRCOLARE N. 48/E
 Roma, 21 dicembre 2012OGGETTO
:
 Imposta di bollo – Modifiche alla disciplina dell’imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti deilibretti di risparmio ed alle comunicazioni relative ai prodotti finanziari – Articolo 13, commi 2-bis e 2-ter, della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 642
Direzione Centrale Normativa
 
 2
 PREMESSA...........................................................................................................3
 
1.
 
 MODIFICHE ALL’IMPOSTA DI BOLLO APPLICABILE AGLI  ESTRATTI CONTO E AI RENDICONTI DEI LIBRETTI DI RISPARMIO...8
 
1.1.
 
 Ambito di applicazione............................................................................8
 
1.2.
 
 Determinazione dell’imposta................................................................10
 
1.3.
 
 Esenzione per estratti e libretti intestati a persone fisiche con valore medio di giacenza non superiore a 5.000 euro...............................................16 
 
 2.
 
 MODIFICHE ALL’IMPOSTA DI BOLLO APPLICABILE ALLECOMUNICAZIONI INVIATE ALLA CLIENTELA RELATIVE A PRODOTTI FINANZIARI.................................................................................21
 
 2.1.
 
 Ambito di applicazione..........................................................................21
 
2.1.1 Polizze emesse da imprese di assicurazioni estere operanti in Italia in regime di libertà diprestazione di servizi.........................................................................................................................25
 
 2.2.
 
 Determinazione dell’imposta................................................................27 
 
 2.3.
 
 Applicazione delle soglie minime e massime di imposta.....................30
 
 2.4.
 
Calcolo dell’imposta di bollo per le polizze di assicurazioni, buoni postali fruttiferi e per i prodotti finanziari diversi da quelli dematerializzati per i quali non sussiste uno stabile rapporto con l’intermediario.................35
 
 3.
 
SOGGETTI TENUTI ALL’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA.............41
 
 4.
 
 MODALITÀ DI VERSAMENTO DELL’IMPOSTA.................................44
 
 
 3
PREMESSA
L’articolo 19 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, conmodificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 (di seguito
decreto
), hamodificato, tra l’altro, la disciplina dell’imposta di bollo applicabile agli estrattidi conto corrente, rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioniinviate alla clientela relative a prodotti finanziari.In particolare, con le disposizioni dettate dai commi da 1 a 3 dell’articolo 19 èstato modificato l’articolo 13, commi 2-
bis
e 2-
ter,
della Tariffa, parte prima,allegata al Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, e lerelative note 3-
bis
e 3-
ter 
.Tali modifiche trovano applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2012, secondo lemodalità stabilite con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24maggio 2012 (di seguito DM 24 maggio 2012), pubblicato nella GazzettaUfficiale, serie generale, n. 127 del 1° giugno 2012.Il medesimo articolo 19 ha disposto, inoltre, al comma 4, la riduzione dellapercentuale dell’acconto dell’imposta di bollo da versare nel 2012, per il 2013,relativa alle comunicazioni di cui al comma 2-
ter 
dell’articolo 13.Con il comma 24 dell’articolo 19, viene, infine, soppressa l’addizionaleall’imposta di bollo prevista dall’articolo 11, comma 5, del decreto-legge 19dicembre 1994, n. 691, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 febbraio1995, n. 35. Per effetto di tale abrogazione, la misura dell’imposta di bollodovuta in relazione ai conti correnti, libretti di risparmio e prodotti finanziaririsulta definita, diversamente rispetto al passato, unicamente nell’ambito delleprevisioni recate dall’articolo 13 della Tariffa, parte prima, allegata al DPR n.642 del 1972.Il quadro normativo si completa, infine, con le modifiche apportate alla disciplinain commento dagli articoli 5 e 8 del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16,convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012, n. 44.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->