Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Materiali per lo studio dell'Operazione Cecchetti 8: carteggio tra Guido Salvini e Gerardo D'Ambrosio

Materiali per lo studio dell'Operazione Cecchetti 8: carteggio tra Guido Salvini e Gerardo D'Ambrosio

Ratings: (0)|Views: 7 |Likes:
Published by Andrea Carancini
In cui il giudice istruttore milanese chiede a D'Ambrosio l'immediato invio delle intercettazioni a Venezia
In cui il giudice istruttore milanese chiede a D'Ambrosio l'immediato invio delle intercettazioni a Venezia

More info:

Published by: Andrea Carancini on Nov 20, 2013
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/08/2014

pdf

text

original

 
TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI MILANOUfficio Istruzione sez.2Q
N.2/92F - Milano, 26 agosto 1996Oggetto: Procedimento penale nei confronti di ROGNONI Giancarlo ed altri.AL SIGNOR PROCURATORE AGGIUNTO pressa il Tribunale Ordinario SEDEdr. Gerardo Ambrosioe p.c. al Dr. Antonio ChiappaniProcura della Repubblica B R E S C I Ae p.c. al Dr. Felice CassonProcura della Repubblica V E N E Z I ACon riferimento alle notizie, peraltroframmentarie, apparse sulla stampa ( ad esempio II Gazzettino del 27.7.96), ' segnalo al Vostro Ufficio la necessità di trasmettere alla Procura della Repubblica di Venezia ed eventualmente anche, a quella di Brescia, le trascrizioni delle intercettazioni operate dalla DIGOS Di Venezia nella parte in cui riguardano le attività di interferenza ed inquinamento svolte dal grupipo di Mestre / Venezia già nel 1994/95 sulle indagini in corso ed in particolare le attività di Carlo Maria MAGGI e di altri nei confronti del cap, Massimo Giraudo.Sembra infatti emergere con estrema chiarezza dalle conversazioni e quindi dalla viva voce degli ordinovisti, che l'esposto nei confronti del Capitano fu suggerito in un quadro di iniziative eterodirette e strumentali volte a fermare con ogni mezzo 1'indagine del R.O.S. che stava toccando il cuore della cellula eversiva. L'attività di inquinamento delle indagini svolta,probabilmente dietro compenso, dai dr. Maggi e. da altri exmilitanti su indicazione di Delfo Zorzi con la i
inaii
tà
 
prima di colpire. Rartino Sici ano e poi gl i operanti , dovrebbe de] resto essere riconosciuta nella stessa annotazione conclusiva della DIGOS di Venezia del maggio 1996, struttura cui potrà essere affidato l'incarico di selezionare ed ordinare le conversazioni utili.Al di là delle scelte delle strutture di polizia giudiziaria che ciascuna Autorità ritiene liberamente di operare , un elementare senso di giustizia impone infatti che siano forniti all'A.G. di Venezia tutte le risultanze che consentano in tempi rapidi dì rendere giustizia e restituire serenità a 111Ufficia 1e che più di ogni altro, con il suo lavoro e impegno personale, ha permesso alle indagini sull 'eversione di destra sin dal 1992 di muovere i passi deci si vi.Le intercettazioni operate sono del resto state considerate valide e importanti tanto da consentire l'emissione dì ordinanze di custodia cautelare proprio per il reato di favoreggiamento <concettualmente prossimo al blocco delle indagini tentato con 1'esposto ) e non vi sono più ragioni di segretezza in quanto depositate e fotocopiate dai difensori al momento della richiesta di riesame.Il non protrarsi ulteriormente, anche grazie alla trasmissione dei Vostri atti, di ipotesi accusatorie superale dei i
favi,
i, costituisce
il
punto di partenza per la ricostituzione di una azione almeno parzialmente unitaria dei vari Uffici nei prossimi mesi certamente determinanti per l'esito concreto e non solo " storico " delie indagini in corso.Con i migliori salutiIl Giudice Istruttore Guido Salvini
 
x
 j l
i'OiNTAiNA. 1 recenti parresti dopo il tentativo di ostacolare le mdagini e fai' pressioni sui
. K>: -s-'.-V.-vv!-r->;"i'iv
";,
-w'ji -W'.  ì ; •. ' ; : ‘ .! v. v-'f . !l, ' •»*! ?
mmwtrwim
 m m *.. ."'K f.**'. ?’•
*' 
 .}* i •-« i 1‘v.’ , m
 Le intercettazioni telefoniche ineastmno gli ex di Ordine Nuovo e il low amico giq)ponese
Venezia
Delfo'Zorzi, uno deiprin- .cipali indagati per la strage di piazza Fontana, e suo fratello Rudi, avrebbero provveduto a corrispondere somme di denaro a Carlo Maria Maggi, Piercarlo- Montagner, Piero Andreatta e ad altri esponenti neofascisti veneti, per aiutarli a far fronte ai riflessi negativi provocati dall'inchiesta, giudiziaria e alle spese legali da loro sostenute.Grazia Pradella, il magistrato che si occupa delle indagini sulla bomba fatta esplodere nel dicembre del 1969 a Milano, lo ha scoperto grazie ad una serie di intercettazioni telefoniche ed ambientali e si è convinta che i contattiera gli ex militanti di Ordine Nuovo veneziani e Delfo Zorzi, da anni in Giappone, non sono mai cessati. Al contrario, sarebbero continuati con un fine preciso: cerca-, re di ostacolare le indagini, con pressioni su testimoni e l’accordo su una strategia comune da seguire.Si spiegano così i quattro ordini di custodia cautelare per favoreggiamento; firmati dal gip Paolo Arba- sino nei confronti del trevigiano Roberto Raho è dei veneziani Stefano Tringali, Andreatta e Montagner, in carcere da martedì. ••■■-, I colloqui intercettati tra -' la fine dello scorso anno e l’inizio di questo nonlascia- no dubbi agli inquirenti, anche se ad un certo punto i quattro si accorgono che. .qualche telefono è sotto controllo. '
•: :•
1Chiacchierando tra loro, ' la sera del 28 febbraio scor-. so, Montagner e Tringali;  parlano della situazione di' Andreatta, che non può allontanarsi dall'Italja e Montagner osserva: «E troppo comodo... la pensione vuole... e Rudi giustamente nel suo bilancio, questa gente qua... perchè in fondo Rudi su queste cose haragione..:  per cui sarebbe bene che se ne occupasse quell'altro...»Andreatta è considerato uno da tenere-sotto controllo: «Piero sa tutto...'il Piero se va a parlare...» dice Tringali a Rudi Zorzi lariot-. te prima di recarsi dallaPradella. E aggiunge: «...cercano l’eleinento. de bole».. ..... ;..•••• v. •:  Non a caso Andreatta è sospettato di aver.messo unaltra bomba alla fine degli anni Sessanta, vicino ài grandi magazzini Coin di Mestre. Circostanza confermata da.una donna che all’epoca lo frequentava, Paola Rossi, la quale ha raccontato al pm Pradella che fulo stesso Andreatta a raccontarle l’episodio, ormai coperto- da prescrizione, ma importante pèrche il ti po di esplosivo utilizzato - gelignite.- fu lo stèsso di piazza Fontana. ..Andreatta,interrogato a sua volta nega ogni responsabiliper la bomba .di Goin. Ma poi parlando con ‘Montagner dice: «...se dovessi dire che sono io il col pevole di Coin... comincia tutto, questo è il punto...»'. .Dopo'essere stata sentita dal magistrato milane- •se, Paola Rossi s’incontra  più volte con Montagner e ' Tringali che, secondo gli inquirenti-, avrebbero cercato di convincerla a ritrattare le sue dichiarazioni.Montagner, intercettato il 22 dicembre scorso sbotta: «Ti pareva cosa vai a dire. Va be, adesso, d’ora in  poi...» / E Tringali, parlando con Rudi Zorzi, annuncia di voler «smontare» la donna. Cosa che puntualmente fa quando viene convocato dalla dottoressa Pradella, davanti alla quale la definisce «instabile,.comunque con dei problèmi di tipo  personale..-, inaffidabile,..»Molte anche le Intercettazioni che confermano i sospetti degli inquirenti sul tentativo attuato di concordare una versione difensiva comune. .Tringali spiega a Montagner di esse-. re andato da Rudi Zorzi: «Gli ho detto facciamo co-  brdinare tutto a Delfo..: io' non ho riessuri problema ad aiutare tutti e tutto...' Lo sa che io cerco di difenderlo un’altra volta». E in un’altra occasione sempre Tringali, chiacchierando con Montagner: «Bisogna sentire Zorzi per vedere co-.sa ha detto.'., o c’è fiducia reciproca e collaboriamo... si fa un gioco di squadra, olo si ha in culo tutti in una volta».Parlando con, Montagner, Paola Rossi e la moglie, Tringali fa riferimento anche all’esposto presentato lo scorso anno da Maggi al pm Casson, in cui il medico veneziano, ex leader di Ordine Nuovo, ha denunciato presunte indebite  pressioni da parte dei cara binieri per spingerlo a confessare, avvalorando le dichiarazioni già rese da Martino Siciliano. E ne parla come di un’azione per screditare l’immagine del primo "pentito” dell'inchiesta sul- lastrage: «Se Delfo è riuscito... attraverso l'intervento di Maggi, l'esposto di Casson...»Sulla base di tutto il materiale raccolto dalla Digos in mesi di lavoro, ieri il gip Arbasinò ha concluso gli interrogatori dei quattro indagati, ascoltando Adreat- ta, difeso dagli avvocati Za- notti e Fontanin, e Montagner, patrocinato dall'avvocato Vassallo. .Raho, difeso dall’avvoca-' to Nordio, si è avvalso della facoltà di non rispondere e j
La storica lolo di Piazza Fontani
Tringali (avvocato Alberini) ha parlato per 5 ore, respingendo ogni ipotesi di favoreggiamento e affermando di non sapere assolutamente nulla su piazza Fontana.li
ROVIGO/DOPO LO SCRITTO ALLA MATURITÀ j >
mte
 co! fratello in un incidente: cS&|
Rovigo
 NOSTROSERVIZIO: ; .
1'. s
 , ì'.' É stato uri gesto'inatteso e generoso.'Sicuramente insolito per una "istitu-e Léndlnarà, sono morti due fratelli: Matteo e Giordano Candlan, di Ramodi-  palo, una frazione del comune di Lendinara.Mafct.Pn flVPVQ Oi’à enrf-nria” a Matteo Candian con 11massimo' punteggio 60/60.■Ieri nella tarda mattinata all’ibis di Badia Polesine porto ottimale con i com-:  pagni di classe ed i propri insegnanti». Lo stesso pre-, sidente ha proposto l'inti-! tolazione dell'aula di Elet-.

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->