Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Dossier Legambiente Efficienza energetica e fonti rinnovabili in edilizia 2009

Dossier Legambiente Efficienza energetica e fonti rinnovabili in edilizia 2009

Ratings: (0)|Views: 99|Likes:
Published by John Galanti
L’edilizia svolge un ruolo decisivo per qualsiasi ragionamento che guardi al tema energia. I consumi legati agli usi civili rappresentano circa il 50% dei consumi elettrici e il 33% dei consumi energetici totali in Italia. La questione dell’edilizia è dunque un nodo fondamentale da
affrontare nel nostro paese, ancora oggi si continua a costruire troppo e con tecniche e attenzioni progettuali che relegano la questione energetica in secondo piano. I due grandi campi di intervento sono dunque la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e il rinnovamento del modo di costruire (e ricostruire dopo aver demolito).
L’edilizia svolge un ruolo decisivo per qualsiasi ragionamento che guardi al tema energia. I consumi legati agli usi civili rappresentano circa il 50% dei consumi elettrici e il 33% dei consumi energetici totali in Italia. La questione dell’edilizia è dunque un nodo fondamentale da
affrontare nel nostro paese, ancora oggi si continua a costruire troppo e con tecniche e attenzioni progettuali che relegano la questione energetica in secondo piano. I due grandi campi di intervento sono dunque la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e il rinnovamento del modo di costruire (e ricostruire dopo aver demolito).

More info:

Published by: John Galanti on Sep 14, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/07/2014

pdf

text

original

 
Efficienza energeticae fonti rinnovabiliin edilizia:a che punto siamo?
Gennaio 2009
 
 L’edilizia svolge un ruolo decisivo per qualsiasi ragionamento che guardi al tema energia. I consumi legati agli
usi civili rappresentano circa il 50% dei consumi elettrici e il 33% dei consumi energetici 
totali in Italia
1
. La questione dell’edilizia è dunque un nodo fondamentale daaffrontare nel nostro paese, ancora oggi si continua a costruire troppo e con tecniche e attenzioni progettuali che relegano la questione energetica in secondo piano. I due grandi campi di intervento sono dunque la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e il rinnovamento del modo dicostruire (e ricostruire dopo aver demolito).
 A CHE PUNTO SIAMO
In Italia sono stati emanati provvedimenti di recepimento di alcune direttive europee con l’obiettivodi dare impulso all’efficienza energetica in edilizia
 
e alla diffusione delle fonti rinnovabili:-il
Dlgs 192/05
 
(Direttiva 2002/91 CE)
 per quanto riguarda l'efficienza energetica nell'edilizia;-il
Dlgs 387/03
(
Direttiva 2001/77 CE)
 per quanto riguarda l'incentivazione delle fonti rinnovabili;-il
Dlgs 115/08 (Direttiva 2006/32/CE)
relativo all'efficienza degli usi finali dell'energia.Con la piena entrata in vigore del Dlgs 192/2005 (comprese le modifiche introdotte dal Dlgs311/06) tutti i nuovi edifici dovranno rientrare all’interno di una classificazione e soddisfare glistandard minimi definiti dal decreto, differenti secondo le aree geografiche.
 
 Nella tabella seguentesono riassunte le principali scadenze introdotte dal Dlgs 311/06 , e in allegato sono indicati alcunivalori limite di prestazione energetica (sono indicati i valori per alcune delle Zone Climatiche).
 INTERVENTISCADENZ
dal 1-1-061-7-20071-1-20081-7-20081-1-20091-7-20091-1-2010Certificazioneenergeticaobbligatoria:
 (mancano le lineeguida) Nuovi edificie ristruttura-zioni sesuperiori a1000m
2
Edifici oggettodi compra-vendita, sesuperiori a1000m
2
Edifici sotto1000m
2
sevenduticomplessivamente Nuovi edifici(Finanziaria2008)*I singoliappartamenti
Prestazionienergetiche:
(vedi ultima tabella)
Rivisti ilimiti dellalegge 10/91Limiti piùrestrittivi(allegatoC, Dlgs311/06)Limiti piùrestrittivi(allegato C,Dlgs311/06) 
Fotovoltaicoobbligatorio:
Obbligonelle nuovecostruzioni eristrutturazioni di oltre100m
2
1kW da fontirinnovabili(Finanziaria2008)
Solare Termicoobbligatorio:
(o altre fonti rinnovabili per l’energia termica)
50% di ACS(20% neicentri storici)
*
Per i nuovi edifici la certificazione energetica era già obbligatoria, ma non effettivamente in vigore finoall'emanazione dei decreti di cui all'art.4 Dlgs 192/05. La Finanziaria 2008 tampona provvisoriamente questa mancanza.
1
Ministero dello Sviluppo Economico, Bilancio Energetico Nazionale 2006
 
In sintesi i principali riferimenti normativi:
Parametri di prestazione energetica
dei nuovi edifici e nel caso di ristrutturazioni:si fa riferimento al
Dlgs 192/05
. Con le modifiche apportate dal Dlgs 311/06 si è avviatoun percorso positivo che vedrà crescere negli anni, fino al 2010, l'efficienza energeticaminima degli edifici italiani di nuova costruzione e oggetto di ristrutturazione.
Certificazione energetica degli edifici:
il
Dlgs 192/05
sancisce che, oltre ai nuovi edifici e alle grandi ristrutturazioni, dalLuglio 2009 tutti gli edifici (o singole unità abitative) oggetto di compravenditadovranno possedere la certificazione energetica, che ne attesti il rispetto dei parametri dicui sopra.
Il problema è che in assenza dei Decreti attuativi alcuni provvedimenti -prime fra tutti le linee guida per la certificazione energetica degli edifici – non sonoin vigore.
La
Finanziaria 2008
cerca di rimediare ponendo comunque la certificazioneenergetica (e altre caratteristiche per il risparmio idrico) come requisito fondamentale per il rilascio del permesso a costruire dal 1 Gennaio 2009.
Il Dlgs 115/08
stabilisce inoltre che, in attesa di tali decreti, in materia di diagnosienergetica e di certificazione energetica valgono le norme tecniche nazionali UNI TS11300. Questo per le regioni che ancora non abbiano adottato un loro regolamentospecifico e fino a che non saranno pubblicati di decreti di cui al Dlgs 192/05, art.4.Inserimento delle
fonti rinnovabili nell'edilizia:
 per quanto riguarda le nuove costruzioni, la
Finanziaria 2008
prevede
l'installazioneobbligatoria di almeno 1kW per ogni unità abitativa, dal 2009. 
Ma la norma nonsarà realmente in vigore fin quando non sarà recepita nei Regolamenti Edilizi deiComuni. Nell'
allegato I
del
Dlgs 192/05
, è previsto che le nuove abitazioni e le ristrutturazioni(oltre un certo volume) debbano
provvedere ad almeno il 50% del fabbisognodell'ACS con fonti rinnovabili
(quindi principalmente pannelli solari termici eimpianti a biomassa)
e installare pannelli fotovoltaici
 per l’energia elettrica. Per l'applicazione di queste misure
si rimanda però alla pubblicazione di decretiattuativi che non sono ancora stati emanati.Semplificazione delle procedure
autorizzative:il
Dlgs 115/08
, sancisce che per l'installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici,nel caso che siano integrati architettonicamente o complanari alla copertura, o checomunque non modifichino la sagoma dell'edificio, e per microeolico inferiore a 1,5m,non è necessario presentare la DIA al comune, ma una semplice comunicazione.

Activity (3)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads
Claudio Milano liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->