Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
2014 CORTI Geremia Savoini 1776-1836

2014 CORTI Geremia Savoini 1776-1836

Ratings: (0)|Views: 32|Likes:
Published by Virgilio_Ilari
Biography of a Russian General coming from Italy, who fought in the Russo-turkish Wars (1789-91 and 1808-1812), in the Patriotic War (Borodino) and campaigns for the liberation of Europe (1812-1815) and in the polish-russian war of 1831.
Biography of a Russian General coming from Italy, who fought in the Russo-turkish Wars (1789-91 and 1808-1812), in the Patriotic War (Borodino) and campaigns for the liberation of Europe (1812-1815) and in the polish-russian war of 1831.

More info:

Published by: Virgilio_Ilari on Feb 22, 2014
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/12/2014

pdf

text

original

 
1
 
2
Un Generale senza stellette
Geremia Savoini
(Firenze 1766 – San Pietroburgo 1836)  Ritratto di uno sconosciuto
Racconta lo storico Viktor Michajlovi
č
 Fajbisovi
č
 che nel 1983 il mu-seo di Prijutino, vicino a San Pietroburgo, acquistò due ritratti, ambedue a guazzo e acquerello: l’uno rappresentava una signora vestita alla moda degli anni Trenta dell’Ottocento, l’altro un ignoto militare. Si trattava di procedere all’identificazione dei due personaggi e, per ovvi motivi, risul-tò più agevole quella del soldato, il cui ritratto, firmato con una “R”, reca la data del 1836 sotto una delle spalline. Tutto, dall’uniforme alle decora-zioni, rivelava un eroe della cam-pagna contro Napoleone del 1812. Le spalline prive di stellette indica-vano un generale a pieno titolo (polnyj general), nel caso specifico un generale di fanteria.
1
 I nastrini sulle spalline e sul petto, le croci, le stelle e le medaglie rappresentava-no l’ordine di Alessandro Nevskij, di San Vladimiro di seconda classe, di San Giorgio di terza classe, di Sant’Anna di prima classe, la croce d’oro al merito per la presa della fortezza turca di Ismail sul Mar Ne-ro, una medaglia di bronzo e una d’argento a commemorare la partecipazione alla “guerra patria” del 1812, una d’argento per l’entrata a Parigi nel 1814.
1
 Le stellette, a contraddistinguere certuni gradi militari, che in precedenza non le pre-vedevano, erano state introdotte da Nicola I nel 1827: 2 per i maggior generali, 3 per i tenenti generali, nessuna per i massimi gradi delle rispettive armi: generali di fanteria, di cavalleria, d’artiglieria e del genio.
 
3 Per l’identificazione, bisognava rintracciare un generale superiore dell’esercito le cui decorazioni di guerra corrispondessero esattamente a quella particolare combinazione. Se ne trovò uno, e nessun altro, con quelle caratteristiche: il generale di fanteria Geremia (Eremej Jakovlevi
č
) Savoini.
2
 Un più famoso ritratto di Savoini, a firma del ritrattista ufficiale di cor-te, l’inglese George Dawe, si può ammirare nella galleria militare dell’Ermitage ed è riprodotto nella breve biografia compilata da Michaj-lovskij-Danilevskij.
3
 
 La famiglia
Fajbisovi
č
 individua l’altro ritratto in quello della moglie di Savoini, che chiama correttamente Ljudviga Danilovna. E già qui si rende neces-saria una digressione. Nelle trascrizioni dello stato di Servizio di Savoini relativo al 1832, citate o riprodotte integralmente in varie biografie del generale, si afferma che il cognome della moglie fosse Danilova: «coniu-gato con Ljudviga Danilova». Anche gli attuali discendenti della famiglia erano fino ad oggi convinti che quello fosse il cognome della loro antena-ta. In realtà si tratta di un errore di trascrizione, un malinteso dovuto a di-sattenzione o all’incapacità di individuare la forma del patronimico in uso in passato nei documenti ufficiali, per cui talvolta il patronimico vie-ne confuso col cognome.
4
 Nel facsimile dello stato di servizio relativo al
2
 V.Fajbisovi
č
,
 Atribucija ikonografi
č 
eskich pamjatnikov po voennym realijam (Pervaja  polovina XIX veka)
, San Pietroburgo 1977, pp. 12-26. Il capitolo relativo a Savoini è pubblicato separatamente col titolo
 Neizvestnyj portret geroja 1812
 
goda
 anche nella rivista “Orel”, 1992,
1, pp. 33-35.
3
 A.I. Michajlovskij-Danilevskij,
E.Ja. Savoini
, in
 Imperator Aleksandr I i ego spodvižniki v 1812, 1813, 1814, 1815 godach. Voennaja galereja Zimnego dvorca. Žiz-neopisanija
, vol. 2, San Pietroburgo 1845.
4
 Almeno un’altra volta mi sono imbattuto in un caso simile (cfr. Mario Corti,
Capitan «Malina». Un veneziano dall’Adriatico al Mar Baltico
, Collana Sism,
1, p. 28): «in Teletova [Natal’ja Konstantinovna Teletova,
 Zabytye rodstvennye svjazi A.Puš kina
, L. 1981, pp. 132-134; Id.,
 Ž izn’ Gannibala pradeda Puš kina
, SPb 2004, pp. 156-158] e altrove, il cognome «Seki» viene erroneamente trattato come fosse un soprannome (per capirci, Piter Elaev detto Seki), mentre il patronimico «Elaev» – «Elaev syn», come fos-

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->