Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Erasmo-03-04-2014

Erasmo-03-04-2014

Ratings: (0)|Views: 53|Likes:
ISSN 2281-8367
Erasmo notizie,Anno XV - Numero 3-4
28 febbraio 2014
ISSN 2281-8367
Erasmo notizie,Anno XV - Numero 3-4
28 febbraio 2014

More info:

Published by: agenzia massonica internazionale on Mar 03, 2014
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/06/2014

pdf

text

original

 
D
IREZIONE
, R
EDAZIONE
A
MMINISTRAZIONE
:
Via di San Pancrazio, 800152 RomaTel. 06 5899344Fax 06 5818096www.grandeoriente.iterasmonotizie@grandeoriente.it
Anno XV - Numero 3-428 febbraio 2014ISSN 2281-8367Erasmo notizie
FOCUS
2
Casa Nathan, una grande agorà per camminare nella luce
 ATTIVITÀ E PENSIERO
7
Un think tank per trasformare in ricchezzail nostro patrimonio storico artistico8
RAFFI
la massoneria deve contribuire acostruire quel cittadino che ancora non c’è
9
TORINO
Torna operativo il Centro di ricerchestoriche sulla Libera-muratoria
10
URBINO
Leggere fa bene. Dalla loggia Victor Hugo quattro proposte
11
La massoneria? Un posto dove la paroladell’idraulico conta come quella delprofessore
12
Cosa si cela dietro la fine dei templari?
DALLA PARTE GIUSTA 
14
“Morte per acqua: migrazioni nel Mediterraneo”, premio nazionale di poesia efotografia
14
CAGLIARI
Nuova iniziativa benefica del Mediterranean Oasis Shrine
L’ANGOLO DELLA STORIA 
15
Perché l’esperienza della Repubblica Romanadel 1849 non cada nell’oblio
NEWS
16
GRAN LOGGIA 2014
16
RAFFI
La verità storica sulle Foibe è uscita daun colpevole, lunghissimo silenzio
17
Il Grande Oriente ha festeggiato il 9 febbraio i92 anni del suo Gran Maestro Onorario,professor Enzio Volli
17
TORINO
Gli studenti del Liceo Einstein alezione nel tempio massonico
18
165 anni fa nasceva la Repubblica Romana,cerimonia sul Monte Gianicolo
18
RAFFI
L’uccisione nel 1986 di Lando Conti deveessere monito per gli italiani
18
ROMA
Il 17 febbraio a Campo de’ Fioriconvegno nel nome di Giordano Bruno
19
Seconda lezione del prof. Fabbri agli studentidei Licei di Montefiascone
19
Il testamento di pietra, visita teatralizzata allaCappella Sansevero
19
450 anni fa nasceva Galileo Galilei, Pisa glidedica un’insolita mostra
NEWS - INTERNAZIONALI
20
BRESCIA
Il Gran Segretario della Gran Loggiasimbolica di Ungheria ospite della LeonessaArnaldo (951)
20
La Loggia dei Cavalieri di San Giovanni diMacello prima tappa della visita del fratelloSamir Bichara
MASSONI ILLUSTRI
21
Timoteo Riboli, il massone medico di fiducia diGaribaldi
22 NEWS BREVI DALLA COMUNIONELIBRI
24
La massoneria italiana da Giolitti a Mussolini 
.Una raccolta di saggi sul Gran Maestro DomizioTorrigiani
25
SERVIZIO BIBLIOTECA
 Il mistero dell’amor  platonico del medioevo
di G. Rossetti
26
SERVIZIO BIBLIOTECA
Il
Libro Rosso
di C. G.Jung, ovvero il Santo Graal dell’inconscio
27
Mappa Mundi 
di De Masi, ecco come orientarcinel mondo nuovo
TEATRO & CINEMA 
27
 Il Mistero di Dante
il film-documentario diLouis Nero il primo marzo alla nuova CasaNathan
29 DALLA STAMP
 
Una grande agorà per camminare nella luce. E’ l’espressioneche usa il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, GustavoRaffi, per descrivere Casa Nathan, il Centro polifunzionale enuovo tempio romano, che aprirà i battenti sabato primo mar-zo, intitolato al più grande sindaco di Roma di tutti i tempi, Er-nesto Nathan, che a inizio secolo guidò l’Obbedienza. Ed è laluce, la protagonista del nuovo spazio –circa tremila metriquadri –ricavato dall’ex cinema Belsito, che all’esterno conser-va la struttura tipica del dopoguerra realizzata su progetto del-l’architetto Ugo Luccichenti: la luce del giorno e quella dellanotte, un trionfo di grande suggestione simbolica. Un’esplo-sione che si interseca con le linee dell’interno dell’edificio eprende la forma dello spazio. Inondandolo.“Ogni angolo diventa luogo di incontro e luogo del sè, ‘piaz-za’ intesa come topos per eccellenza di dialogo, che è il meto-do critico del confronto con l’altro, origine del pensiero, che èmatrice delle idee e presupposto di azione. Appunto l’agorà di Socrate”, spiega Raffi. “La luce ci indica la via della co-noscenza”. La luce che nasce dall’Oriente. “Questa nostra nuova casa dovrà essere fucina di ricerca, senza pretese esenza vanità, una straordinaria officina in grado di attrarre giovani, di forgiare uomini nuovi e migliori”, aggiunge ilGran Maestro. “Casa Nathan nella sua intrinseca struttura architettonica e nella sua stessa collocazione urbana, è metafora – sottoli-nea il Gran Maestro – della nostra missione nel mondo. Dellamissione della massoneria nel ventunesimo secolo. Non è pa-lazzo aristocratico nel cuore aristocratico di Roma. Né vuoleesserlo. Casa Nathan è un edificio tra gli edifici di un quartie-re romano pulsante di vita, che all’interno riserva straordina-rie sorprese. E’ quello che ciascuno di noi deve essere, un uo-mo tra gli uomini, scrigno di grandi tesori, portatore di sa-pienza e bellezza, di forza e tolleranza. Di luce e non di tene- bre. Casa Nathan deve diventare, e questo è il mio auspicio,scuola di vita, palestra di pensiero e azione per spiriti autenti-ci, di uomini degni di discendere dai quei grandi costruttori dicattedrali che furono i nostri predecessori, di uomini curiosi discoprire cosa c’è dietro i sensi e le emozioni, di lavorare, par-lare, scrivere e vivere da innamorati. Di dare il proprio contri- buto al mondo, che ne necessita più che mai. Non già di chiu-dersi in una torre d’avorio per guardarsi allo specchio delleproprie ambizioni e soddisfare il proprio autocompiacimento,o inseguire fanatismi e fedi senza pensiero”.
   F
   O   C   U   S
Casa Nathan, una grande agoràper camminare nella luce
CASA NATHAN, CENTRO POLIFUNZIONALE
del Grande Oriente d’Italia di Palazzo GiustinianiPiazzale Medaglie d’Oro, 45 - Roma
Ernesto Nathan Sindaco di Roma (1907-1913) e Gran Maestro del Grande Oriented'Italia (1896-1903) (1917-1919)
Siamo amministratori, nei limiti delle leggi e delle istituzioni ribelli a qualsiasi dominio di partito, di scuola o di fede. Non ha limiti (…) la nostra incrollabile resistenza a pressioni o imposizioni da qualunque parte dovessero venireLa Massoneria si muove e cammina con lo spirito dei tempi, nonsi fossilizza neppure nelle regole e nelle manifestazioni esterneche circoscrivono e distinguono il suo incedere
Sabato 1 marzo 2014 alle ore 10,15
Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani Gustavo Raffiè lieto di invitarla
ALL’INAUGURAZIONE DI CASA NATHANCENTRO POLIFUNZIONALE E NUOVO TEMPIO MASSONICO
 
3-42014
2
www.
  g an d   e oi     en t    e
.i     t   
 
“La massoneria di oggideve essere la massoneriadel popolo – prosegueRaffi, citando alcuni suoigrandi predecessori – de-ve rimanere a contatto conla vita, combattere alla lu-ce del sole le ‘sante batta-glie dell’alta sua missioneper la tutela della giusti-zia e per la grande educa-zione’. Nuovi bisogni pre-sentano nuovi problemi.Nuovi problemi esigononuove soluzioni.La massoneria non può e non deve mai chiudere gliocchi. Ma fissare la luce, scrutarla e dirigerla”. Roma. Casa Nathan. Nathan. Fervente mazziniano, ebreo e massone,Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia dal 1986 al 1904 e dal 1917al 1919, sindaco della capitale, secondo gli storici il migliore fino a og-gi, dal 1907 al 1913. “Lui – spiega Raffi – è la nostra storia. Una storiadi uomini che non si nascondono ma che vivono il presente proietta-ti verso il futuro. Uomini che hanno il coraggio delle proprie idee e so-no ribelli per la verità. Uomini che oggi, nel clima di rassegnazioneche c’è, sono percepiti come scomodi, perché pensano. Uomini sull’e-sempio dei quali dobbiamo far scattare l’orgoglio – dice il Gran Mae-stro – per riscoprire la capacità di essere cittadini, nel senso di uomi-ni della
 polis
 , consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri. Nathan,da massone, seppe essere un amministratore straordinario: varò il pri-mo piano regolatore di Roma, realizzò grandi progetti di edilizia po-polare, costruì scuole, municipalizzò l’acqua, sottoponendone a refe-rendum la decisione. La sua giunta fu l’espressione del buon gover-no, del rigore, dell’eliminazione degli sprechi. Non privilegiò nessu-no, né amici, né parenti. Ecco, dovremmo tutti ripartire da lui, dal suoslancio politico, così puro, così etico, così laico. Questa nostra casa alui intitolata diventi gabinetto di riflessione per tutti, fabbrica di ideee di ideali, dalla quale possano uscire persone al servizio dell’uomo,dell’altro, del bene comune”.
ERNESTO NATHAN
(Londra 5 ottobre1845 – Roma 9 apri-le 1921) è stato sin-daco di Roma dal no-vembre 1907 al di-cembre 1913. Ricoprìla carica di Gran Mae-stro del Grande Orien-te d’Italia dal 1886 al 1904 e dal 1917 al 1919. Maz-ziniano appassionato ne curò e diffuse gli scritti fi-no agli ultimi anni della sua vita. Sentì sempre for-tissimamente come un dovere la promozione senzadistinzioni di ceto e di sesso dell’educazione per l’e-mancipazione dell’individuo. Si riconosceva nei gran-di ideali della massoneria, ideali che seppe metterein pratica nella sua vita di ogni giorno come citta-dino e come politico. “La massoneria – dice Nathanil 21 aprile del 1901 all’inaugurazione di Palazzo Giu-stiniani – vive e fiorisce per essersi di volta in vol-ta tuffata nell’acqua lustrale del progresso, assimi-lando ogni nuova fase di civiltà, il più delle volte di-venendone banditrice… Siamo noi, che in nome diquel principio di fratellanza, abbiamo iniziato, spin-to innanzi il movimento per la pace e l’arbitrato…Siamo noi il germe dei vagheggiati stati uniti d’Eu-ropa”. Come sindaco di Roma si adoperò per molti-plicare le scuole, avvalendosi di pedagogisti, medi-ci e scienziati tra cui Maria Montessori, Sibilla Ale-ramo, Alessandro Marcucci, Alessandro Postempski,Angelo Lolli. Sottrasse i servizi pubblici al monopo-lio privato, municipalizzando acqua, luce e gas, do-po aver sottoposto il suo progetto a referendum. Sicurò anche di assicurare l’assistenza sanitaria ai piùbisognosi e del miglioramento delle condizioni igie-niche nei quartieri più poveri. Varò il primo pianoregolatore di Roma, stabilendo regole precise. “Guar-diamo all’avvenire – annuncia quando si insedia nel-la sua carica di sindaco – a una grande metropoli ovescienza e coscienza indirizzino… rinnovate attivitàartistiche, industriali, commerciali… perché guar-diamo attraverso la breccia di Porta Pia”.
“La Massoneria si muove e cammina con lo spirito dei tempi, non si fossilizza neppure nelle regole e nelle manifestazioni esterne che circoscrivono e distinguono il suo incedere (...)” (Ernesto Nathan) 
    w    w    w .
  g  r  a  n   d  e  o  r   i  e  n   t  e
 .      i     t
 F 
 O C U S 
3-42014
3

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->