Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
8Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
CUCINA - Guida vini

CUCINA - Guida vini

Ratings: (0)|Views: 315|Likes:
Published by Michael B. Vincent
a wine guide in italian language, for those of us who love wine :-)
a wine guide in italian language, for those of us who love wine :-)

More info:

Published by: Michael B. Vincent on Nov 23, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

12/28/2012

pdf

text

original

 
Vini - Guida alla scelta
Il vino è una
bevanda alcolica
che si ottiene dalla
fermentazione del mosto d’uva
.Storicamente le tracce della presenza del vino si perdono nella notte dei tempi, difatti quasi tutte leciviltà antiche producevano differenti tipi di vini, considerati già bevande di pregio.Di proverbi e di espressioni relativi al cosiddetto ‘nettare degli dei’ ne è ricco qualsiasi patrimonioculturale, cosa che denota che il vino è ed è stato importante in tutte le tradizioni.“In vino veritas”, affermavano per esempio i Romani. E “il vino fa buon sangue”, si dice ancoraoggi. Sta di fatto che i medici e gli specialisti si trovano concordi nell’attribuire qualità benefiche aquesta bevanda che, da soli o in compagnia, si consuma accompagnando i pasti, come aperitivo, perrallegrare o dare atmosfera a una serata.La nostra guida all’acquisto vuole aiutarvi a scoprire come scegliere iVinimigliori,incoraggiandovi ad assaggiarne di nuovi.Dalla
classificazione dei vini
, si passa alla
produzione di uva e vino in Italia
, con tanto di
elencodi vigneti
; quindi alla descrizione dell’
etichetta
, delle
annate
, fino ai consigli per la
conservazione
 e per la
presentazione a tavola
.Speriamo che troviate utile anche la sezione dedicata alla
degustazione
.Unica raccomandazione: la moderazione è una virtù, non esagerate! :)
Classificazione dei vini: VCC, VQPRD, DOCG, DOC,IGT, VDT
Le
due principali categorie
per classificare i vini sono:
 
V.C.C
., Vini di Consumo Corrente;
 
V.Q.P.R.D
., Vini di Qualità Prodotti in Regioni Determinate.Pur apparendo assai di rado sulle etichette, da queste due categorie basilari si diramano delle
sottocategorie
.
 
V.C.C
.:
V.D.T.
I.G.T.
, Indicazione Geografica Tipica;
 
V.Q.P.R.D.
:Vini D.O.C., Denominazione di Origine Controllata eVini D.O.C.G., Denominazione di Origine Controllata e Garantita.Nella fattispecie, l’acronimo
V.Q.P.R.D.
si riferisce ai vini spumanti ed è frutto di una normativadell’Unione Europea che tutela la qualità dei prodotti regionali (es. delimitazione della zona diproduzione, estensione dei vitigni, rendimento per ettaro di terreno, tecniche di coltivazione, metodidi vinificazione, titolazione alcolimetrica volumica minima naturale, analisi e valutazione deicaratteri organolettici).In
altre lingue
, le corrispondenze sono:
 
V.C.C.
Francia: Vin de table e vin de pays;Spagna: Vino de mesa e vino de la tierra;Germania: Deutscher Tafelwein e Landwein;
 
V.Q.P.R.D.
Francia: A.O.V.D.Q.S., Appellation d’Origine Vin Délimité de QualitéSupérieure e A.O.C., Appellation d’Origine Contrôlée;Spagna : D.O., Denominacion de Origen e D.O.C., Denominacion de Origen Calificada;Germania : Q.b.A., Qualitätswein e Q.m.P., Qualitätswein mit Prädikat.
 
Vediamo quali sono le principali caratteristiche di ciascuna sottocategoria, precisando che ledenominazioni non puntualizzano mai la qualità quanto la tipicità.
Vino Da Tavola (V.D.T.)
L’uva di questi vini proviene dal Paese segnalato sull’etichetta della bottiglia e non è indicataalcuna restrizione della zona o del territorio del Paese, di conseguenza la zona di origine è piuttostoampia. Poiché la coltivazione è soggetta a un’estesa variazione, è difficile scoprire un caratterecomune tra un vino da tavola e un altro.
Indicazione Geografica Tipica (I.G.T.)
L’uva di questi vini proviene da una regione o da una provincia precise e l’origine è quindi ben piùristretta e limitata. Sebbene le zone di coltivazione siano estese, si riconoscono alcuni carattericomuni tra un vino a indicazione geografica tipica e un altro, affinità che derivano, per esempio,dall’impiego di vitigni delle stesse famiglie e dalle condizioni ambientali e territoriali simili.
Denominazione di Origine Controllata (D.O.C.)
L’uva di questi vini proviene da zone geografiche ristrette con viticole particolarmente vocate;esistono precise regolamentazioni che determinano le caratteristiche che il vino D.O.C. devepossedere (es. i vitigni devono essere autorizzati per la coltivazione e la produzione, l’uva deveseguire fasi precise di coltivazione, il vino deve essere lavorato seguendo metodi rigorosi, lagradazione alcolica deve avere un tasso minimo e controllato, la degustazione è obbligatoria).
Denominazione di Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.)
L’uva di questi vini proviene da aree geografiche assai limitate. I disciplinari di coltivazione eproduzione da parte del consorzio autorizzato e vigilato dal MRAAF (Ministero delle RisorseAgricole, Alimentari e Forestali) sono ancora più severi.I vini D.O.C.G., di particolare notorietà e pregio, sono in assoluto presenti in quantità minorerispetto ai vini D.O.C.
 
Vini e vigneti Abruzzo
VIGNETI DELL’ABRUZZOUva bianca
Biancame, Chardonnay, Cococciola, Malvasia, Moscatello, Moscato Bianco, Müller-Thurgau,Pecorino, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Sémillon, Trebbiano, Trebbiano Toscano,Voigner.
Uva rossa
Aleatico, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Gamay, Malbech, Merlot, Montepulciano, PetiteVerdot, Pinot Nero, Sangiovese, Syrah, Tannat
VINI DELL’ABRUZZOBIFERNO ROSSO
 
Vitigni utilizzati:
Montepulciano 60-70%,Trebbiano toscano 15-20%,Aglianico 15-20%,altri 5%
Gradazione alcolica minima totale:
11,5°C
Caratteristiche:
profumo caratteristico,sapore secco.
Abbinamenti con i cibi:
vino da tutto pasto.
Temperatura di servizio consigliata:
20°C
BIFERNO ROSATO
 
Vitigni utilizzati:
Montepulciano 60-70%,Trebbiano toscano 15-20%,Aglianico 15-20%,altri 5%.
Gradazione alcolica minima totale:
11,5°C
Caratteristiche:
profumo caratteristico,sapore secco.
Abbinamenti con i cibi:
vino da tutto pasto.
Temperatura di servizio consigliata:
20°C
BIFERNO BIANCO
 
Vitigni utilizzati:
Trebbiano toscano 65-70%,Bombino bianco 25-30%,Malvasia bianca 5-10%
Gradazione alcolica minima totale:
10,5°C.
Caratteristiche:
profumo caratteristico,sapore secco.
Abbinamenti con i cibi:
vino da tutto pasto.
Temperatura di servizio consigliata:
20°C .
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO
 
Vitigni utilizzati:
Montepulciano d’Abruzzo 85%,Sangiovese 15%
Gradazione alcolica minima totale:
12°C.
Caratteristiche:
colore rubino appena sfumato di viola,profumo vinoso,gradevole,saporeasciutto,sapido,morbido,appena tannico,di nerbo.
Abbinamenti con i cibi:
brasati,bolliti,arrosti,pollame nobile,formaggi a pasta secca.
Temperatura di servizio consigliata:
20°C stappando la bottiglia 2 ore prima di mescere.

Activity (8)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
tomprof liked this
zaprem liked this
fede81 liked this
wmccalpin liked this
luigipiem liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->