Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword or section
Like this
8Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
LCA Torino Studio Nov 08 RD - Incener

LCA Torino Studio Nov 08 RD - Incener

Ratings: (0)|Views: 649 |Likes:

More info:

Published by: rifiutizero_palermo6457 on Dec 08, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/22/2011

pdf

text

original

 
Torino, Novembre 2008 
RAPPORTO DI RICERCALCA del sistema integrato dei RSU nella Provincia di Torino
 Analisi energetico ambientale con metodologia LCA ed analisi economicadell’attuazione del Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti alla luce deinuovi obiettivi di Raccolta Differenziata introdotti dal D.lgs. 152/06
Politecnico di TorinoDITAG – Dipartimento di Ingegneria del Territorio, dell’Ambiente e delle GeotecnologieDISPEA – Dipartimento di Sistemi di Produzione ed Economia dell’Azienda Autori della ricerca:
Ing. PhD. Gian Andrea BlenginiProf. Giuseppe GenonIn collaborazione con:Ing. Morris Fantoni
 
POLITECNICO DI TORINO – DITAG/DISPEA
 Novembre 2008 2 di 50
Ricerca realizzata da: 
Politecnico di Torino DITAG e DISPEA
Responsabile scientifico LCA: 
Gian Andrea Blengini (Project Manager)
Supervisione scientifica: 
Giuseppe Genon (Project Director)
Committente della ricerca: 
Provincia di Torino
Copyright: 
Provincia di Torino, Servizio Pianificazione Sviluppo Sostenibile e Ciclo Integrato Rifiuti
Referente: 
Dott Giorgio GOLLOProvincia di Torino - Osservatorio Provinciale RifiutiServizio LB2 - Pianificazione sviluppo sostenibile e ciclo integrato dei rifiuti Via Valeggio, 5 - 10128 TORINOtel +39-011 8613969 - cell +39-328 0088663email:giorgio.gollo@provincia.torino.it 
Ringraziamenti: 
Un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato attivamente alla realizzazione dellaricerca fornendo dati ed informazioni per la predisposizione del modello LCA o contribuendo concritiche e revisioni al miglioramento del prodotto finale.Si ringraziano in particolare:-
 
L’Assessore allo Sviluppo Sostenibile e alla Pianificazione Ambientale della Provincia di Torino:Dott.ssa Angela Massaglia-
 
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione d’Ambito Torinese per ilgoverno dei rifiuti: Arch. Paolo Foietta-
 
Dott. Luca Rossi (IPLA)-
 
Dott. Riccardo Civera-
 
Ing. Vita Tedesco e Ing. Palma Urso
Responsabilità su contenuti e risultati: 
Gli autori hanno elaborato la ricerca con cura, utilizzando al meglio informazioni e dati forniti dalcommittente, unitamente all’esperienza maturata dal gruppo di ricerca sulla LCA del Politecnico diTorino. I risultati presentati sono i più accurati possibili, compatibilmente con la qualità dei datiricevuti, e devono essere utilizzati coerentemente con gli obiettivi della ricerca ed il campod’applicazione previsto. Il Politecnico di Torino e gli autori declinano ogni responsabilità perdecisioni o azioni intraprese al di fuori del contesto entro il quale la ricerca è stata sviluppata.
 
POLITECNICO DI TORINO – DITAG/DISPEA
 Novembre 2008 3 di 50
Sommario
Il rapporto di ricerca presenta i risultati ottenuti in seguito all’applicazione della metodologia LCA(Life Cycle Assessment) a diversi scenari di gestione e smaltimento dei RSU nella provincia diTorino, con l’obiettivo di individuare lo scenario con migliori prestazioni energetico-ambientali,tenuto conto dei costi di gestione e dei fabbisogni per trattamenti e smaltimenti finali.Sono stati predisposti quattro modelli LCA per valutare l’effetto dell’incremento percentuale diraccolta differenziata e dell’eventuale pre-trattamento del RSU residuo, ritenuti elementi chiave daanalizzare in dettaglio.Nell’analisi dei modelli sono stati privilegiati gli indicatori energetici come il GER (Gross EnergyRequirement) e indicatori ambientali riconducibili ai cambiamenti climatici come il GWP100 (GlobalWarming Potential), ritenuti molto significativi per quanto riguarda il settore dei rifiuti.Sono stati valutati i costi associati alle ipotesi di cui sopra e i fabbisogni impiantistici e di discarica.Restano all’esterno dell’analisi LCA l’aspetto gestionale e la valutazione degli impatti ambientali ascala locale.I risultati acquisiti possono essere utili al committente per l’individuazione di soluzioni con miglioresostenibilità energetica ed ambientale, compatibilmente con le esigenze gestionali ed organizzativenonché di spesa della Pubblica Amministrazione.

Activity (8)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads
Martina Basciu liked this
ReservedDreamer liked this
maxabbru liked this
Michele Sburlino liked this
fedcat liked this
Annalisa Capra liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->