Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Sintesi personaggi - Robespierre, Hebert, Sieyès, Marat

Sintesi personaggi - Robespierre, Hebert, Sieyès, Marat

Ratings: (0)|Views: 2,883|Likes:
Published by Diego Deplano
Sintesi degli avvenimenti e azioni più importanti dei seguenti personaggi:
Maximilien de Robespierre;
Jacques-René Hébert;
Emmanuel Joseph Sieyès;
Jean-Paul Marat;

Diego Deplano IV F
Liceo Scientifico G. Brotzu
Quartu S. E.
Sintesi degli avvenimenti e azioni più importanti dei seguenti personaggi:
Maximilien de Robespierre;
Jacques-René Hébert;
Emmanuel Joseph Sieyès;
Jean-Paul Marat;

Diego Deplano IV F
Liceo Scientifico G. Brotzu
Quartu S. E.

More info:

Published by: Diego Deplano on Dec 12, 2009
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/24/2013

pdf

text

original

 
Maximilien de Robespierre
 
Maximilien de Robespierre
nacque nel 1758 ad Arras.
 
Studiò in un ambiente
cattolico
e lavorò come avvocato delvescovo.
 
Ebbe sempre deivalori cristiani: credeva nella giustizia, neipoveri, in Dio, e nell’immortalità dell'anima.
 
All’apertura degliStati Generaliscrisse il
cahiers dedoléances
dei ciabattini, divenendo molto popolare tra isanculotti, icittadini"passivi" epoveri.
 
Fece parte delClub dei Giacobinida sempre, ci cui divennePresidente (1790).
 
Prese parte all'
Assemblea Costituente
dal 1789 al 1791,dove era seduto all’ estrema sinistra.
 
Nel paese diventò uno deileaderriconosciuti dellarivoluzione.
 
Dopo essere stati rovesciati i girondini,salirono al potere iGiacobini, e quindi anche Robespierre.
 
Venne applicata una costituzione democratica (1793), in cuiegli dominava.
 
Questa “nuova dittatura” era diretta dal Comitato di salute pubblica, che operò alcune riforme.
 
Tra le più importanti:
1.
Furono
ridotti
i lottiecclesiasticie diminuiti i loro prezzi, per permettere a più persone diacquistarli.
2.
Decreto sul 'maximum' dei prezzi: Il
prezzo massimo
che ogniarticolopoteva raggiungere.
3.
Si organizzò un
nuovo
 esercito.
 
Volto ad eliminare ogni residuo della monarchia e dell'Ancien régime, portò avanti la politica delcosiddettoTerrore, che consisteva nel ghigliottinamento di tutti i possibili rivali della rivoluzione. Ilnumero delle vittime fu elevatissimo.
 
Durante il Terrore fece ghigliottinare, tra gli altri, Jacques-René
Hébert
e Georges
Danton
.
 
La repubblica giacobina cominciò a prendere colpi:
1.
Le
requisizioni
ai danni dei contadinivanificaronoiprovvedimenti precedentemente avvenuti;
2.
I prezzi imposti dal
maximum
 non venivano rispettati(
mercatonero
) e i
salari
 erano troppo bassi;
3.
Non venivano tollerate le ripetute
“giornate”
popolari(dal 14luglio 1789 [Bastiglia] al settembre 1793).
 
Egli pian piano perse il favore prima dei cattolici, poi degli atei, edinfine anche dell’esercito:l’opinione pubblicaandava sempre più
contro di lui
.
 
Il 24 luglio 1794 partì dalla Convenzione un colpo di stato che portòall’ 
arresto
dei 3 capi montagnardi, tra cuiRobespierre, e altri, chevennero ghigliottinati.
 
Jacques-René Hébert
 
Jacques-René Hébert
nacque ad Alençon nel 1757.
 
Studiò diritto e fu un giornalista e politico francese.
 
Scrisse e fece pubblicare
Le père Duchesne
, che sidistinguevano per la loroviolenza(caratteristica delsuo stile).
 
Nel 1791ruppe con i moderatiche sognavano uncompromesso con gli aristocratici.
 
Fu membro del club deiCordiglieri.
 
Sedette alla
Comune insurrezionale
, approvòapertamente i massacri di fine anno 1792.
 
Il 22 dicembre 1792, fu nominatosecondo sostituto del Procuratore della Comune.
 
Fino all'agosto 1793,sostennecon vigore imontagnardicontro igirondini.
 
Cercava di non tradire gli interessi dellaborghesia.
 
Tra l'aprile e il maggio 1793, fu fra coloro checonsegnarono igirondinialla vendetta popolare.
 
La retata ten tata dallaConvenzione Nazionale, chefece arrestare Hébert il 24 maggio 1793, fallì.
 
La popolarità di Hébert si rinforzò considerevolmente.
 
Fu da allora uno deicapi della Rivoluzionein corso.
 
Il suo atteggiamento si radicalizzò dopo la morte di
Jean-Paul Marat
.
 
Guidò le giornate del 4 e 5 settembre 1793, in cui i sanculotti invasero la Convenzione e leimposero l’applicazione del Terrore.
 
Condusse una campagna contro Maria Antonietta, che porto alla sua morte.
 
Sebbene fosseanticlericaleeostilealcattolicesimo, si discostava dall’accusa di ateismo, chiamando Gesù "il miglior Giacobino che ci sia mai stato in terra".
 
Fa infatti famarcia indietro davanti a Robespierre, quando egli decretò la libertà di culto.
 
Ormai quindi era contro Robespierre, Danton e gli altri ormai troppo “moderati”.
 
Il governo rivoluzionario decise diarrestare Héberte i capi principali dei Cordiglieri.
 
Furono tutticondannati a mortee uccisi dieci giorni dopo.
 
 
Emmanuel Joseph Sieyès
 
Emmanuel Joseph Sieyès
nacque a Fréjus nel 1748.
 
Un abilepoliticofrancese che ebbe unimportante ruolo nella Rivoluzione Francese.
 
Joseph, da giovane, si divennesacerdote, costretto dalpadre, e pian piano la sua carriera proseguì sebbenepreferisse la filosofiaalla religione.
 
Era attratto dalle idee innovative degli enciclopedisti, cheiniziò a frequentare a Parigi.
 
Nel 1788 si stabilì definitivamente a Parigi, dove si dedicòcon passione allavita politica.
 
In quell’inverno pubblicò finalmente tre
pamphlet
con iquali divenne molto noto, e con i quali si scagliava
contro
 lanobiltà,
mettendo in luce
l’importanza delTerzo Stato.
 
Fondò, insieme a degli amici, ilclub di Valoise fu elettodeputato agli
Stati Generali
.
 
Svolse un ruolo fondamentale nella trasformazione degliStati Generali inAssemblea Nazionale.
 
Si oppose al comando di Luigi di sciogliere l'assemblea,il 23 giugno 1789.
 
Faceva parte del club dei
giacobini
: fu colui che fece adottare all'assemblea ilsuffragio censuario.
 
Venne eletto, nel 1792,deputatoalla
Convenzione Nazionale
.
 
Egli riuscì a salvarsi durante il periodo del
Terrore
.
 
In seguito fu elettomembrodel
Direttorio
.
 
Egli votò a favore della condanna a morte di Luigi XVI, e poté così, sfruttando l’occasione,presentarsi ai parigini come uno dei fondatori della
Repubblica
.
 
Insieme aJoseph FouchéeNapoleone Bonaparteorganizzò il colpo di Stato del 18 brumaio.
 
Napoleone in seguito sostituì il direttorio con il potere di 3 consoli, tra cui Sieyès.
 
Ma, diventato Napoleone primo console, egli venne sempre più emarginato.
 
Dopo la caduta di Napoleone, fu nominato, nel 1809, "
conte dell'impero
".
 
Ma essendo stato minacciato, decise di partire in esilio e stabilendosi a Bruxelles.
 
Tornò a Parigi solo dopo la rivoluzione del 1830.
 
Si
ritirò
allora definitivamentedalla politica.
 
Morì a Parigi all'età di 88 anni.

Activity (4)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
arpacini liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->