Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Messaggio di Capodanno 2010 di Kaneko Ikeda, la moglie del mio Maestro

Messaggio di Capodanno 2010 di Kaneko Ikeda, la moglie del mio Maestro

Ratings: (0)|Views: 551 |Likes:
Published by Damiano Crognali
Il belllissimo e toccante messaggio della signora Kaneko ai membri della Soka Gakkai
Il belllissimo e toccante messaggio della signora Kaneko ai membri della Soka Gakkai

More info:

Published by: Damiano Crognali on Jan 02, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/06/2010

pdf

text

original

 
Messaggio della Sig.ra Kaneko Ikeda per il 2010
È appena iniziato, colmo di speranza, il nuovo “Anno della vittoria completa Soka e del progresso dinamicodei giovani”! Mio marito e io stiamo pregando dal profondo del cuore affinché tutti i nostri preziosi compagnidi fede in ogni parte del mondo godano di un anno pieno di buona salute e di sempre più vasta fortuna. Lamia determinazione personale per il 2010 è che le preghiere delle donne della SGI
 
conducano a una grandevittoria in questo ottantesimo anniversario della Soka Gakkai.C’è un passo degli scritti di Nichiren Daishonin che ero solita leggere insieme ai miei genitori, che avevanoaderito alla Soka Gakkai spinti dall’ammirazione e dal rispetto che nutrivano nei confronti del suo fondatoreTsunesaburo Makiguchi: «Anche se può accadere che uno miri alla terra e manchi il bersaglio, che qualcunoriesca a legare i cieli, che le maree cessino di fluire e rifluire o che il sole sorga a ovest, non accadrà mai chela preghiera di un praticante del Sutra del Loto rimanga senza risposta» (
Sulle preghiere 
, RSND, 1, 366).Avendo percorso il sentiero della rivoluzione umana e di
kosen-rufu 
seguendo la guida dei primi trepresidenti della nostra organizzazione, ho verificato personalmente queste parole più e più volte nel corsodegli anni. Davanti a qualsiasi difficoltà niente è più potente di pregare fino in fondo con mente univoca edeterminata. Se facciamo così, vedremo senza alcun dubbio i risultati. Mi tornano alla mente le parole che ilsecondo presidente della Soka Gakkai, Josei Toda, ripeteva spesso alle giovani donne del gruppo Kayo-kai:«Qualsiasi cosa accada, continuate a recitare Daimoku».Se ci limitiamo a preoccuparci della situazione e a lamentarcene con gli altri non cambierà niente. Maquando ci sediamo davanti al Gohonzon e recitiamo Daimoku, tutto comincerà a muoversi in direzione dellasperanza, del progresso e della vittoria. Sono sicura che anche tutti voi avete fatto questa profondaesperienza.In uno dei suoi scritti il Daishonin cita il Gran Maestro giapponese Dengyo: «Quando nella famiglia sionorano assiduamente gli insegnamenti, i sette disastri saranno certamente banditi» (WND, 2, 1026). Unadonna che recita sinceramente Daimoku può assolutamente cambiare il veleno in medicina, sia nella suafamiglia che nella comunità in cui vive.Recentemente ho ricevuto una toccante lettera di una donna che da diciannove anni è responsabile disettore della Divisione donne nella regione del Kanto. Ventidue anni fa perse improvvisamente il marito e sitrovò di fronte al difficile compito di allevare da sola cinque figli piccoli. Ma, prendendo alla lettera larassicurazione del Daishonin che «l’inverno si trasforma sempre in primavera» (
L’inverno si trasforma sempre in primavera 
, RSND, 1, 477) recitò sinceramente, dedicandosi anima e corpo al lavoro, alla famigliae alle attività della Soka Gakkai.Oggi ha ricevuto un riconoscimento da parte del sindaco della sua città come impiegata modello nell’aziendain cui lavora, come chiara dimostrazione della stima che si è conquistata da parte dei suoi colleghi econcittadini. Inoltre tutti i suoi cinque figli, che sono cresciuti nella famiglia della Gakkai basandosicostantemente sull’incoraggiamento ricevuto negli anni dal presidente Ikeda, sono diventati da adulti delleottime persone che si impegnano come leader di
kosen-rufu 
e nella società.Il suo secondo figlio ha detto che custodisce nel profondo del cuore, come punto fondamentale della fede, leparole che gli indirizzò il presidente Ikeda quand’era membro della divisione futuro: «Fai tesoro di tuamadre». Ha proseguito i suoi studi all’Università Soka con profondo senso di apprezzamento e gratitudine eattualmente ha conseguito un grande successo come presidente della filiale estera di un’aziendagiapponese ed è stato anche intervistato in televisione. Inoltre continua a essere un figlio premuroso che siprende cura di sua madre.Concludendo la sua lettera, questa donna scrive: «Alla fine, nella nostra famiglia è arrivata la primavera.Continuando a basarmi sulle parole del presidente Ikeda non sono mai stata sconfitta e ho continuato asforzarmi per
kosen-rufu 
insieme ai miei cinque figli, impegnandomi sempre nella lotta condivisa di maestroe discepolo».Praticare correttamente il Buddismo significa lottare contro i tre ostacoli e i quattro demoni e contro i trepotenti nemici. Ma, qualsiasi siano le difficoltà che incontriamo, possiamo recitare Daimoku per superarle. Lapreghiera è la spada affilata e la strategia suprema della Legge mistica. Perciò non abbiamo niente datemere.«Tutto comincia con la preghiera»: questa è la prima delle cinque guide per la vittoria assoluta dellaDivisione donne (data dal Presidente Ikeda nel marzo 2009). In quest’anno estremamente importante in cuicade l’ottantesimo anniversario della Soka Gakkai, preghiamo in unità basandoci sulla comune missione dimaestro e discepolo, espandiamo il nostro stato vitale, la nostra fortuna e la nostra rete di amici, econseguiamo una incredibile vittoria nella vita personale e nelle attività per
kosen-rufu 
.Una volta mio marito scrisse a una responsabile della Divisione donne: «Vivi la tua esistenza con coraggio;questa è la strada migliore per la felicità».Anche durante la vita del Daishonin ci furono discepole piene di dedizione che sostennero e protesserotenacemente il loro maestro e i compagni di fede.Settecentocinquanta anni fa, subito dopo la presentazione alle autorità da parte del Daishonin del suotrattato
Adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese 
, una folla inferocita attaccò la sua dimora a

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->