P. 1
Evola and Spengler

Evola and Spengler

Ratings: (0)|Views: 280 |Likes:
Published by CaesarPrinceps
A bachelor thesis about Oswald Spengler's reception in Italian traditionalist philosopher Julius Evola.
A bachelor thesis about Oswald Spengler's reception in Italian traditionalist philosopher Julius Evola.

More info:

Published by: CaesarPrinceps on Jan 24, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/11/2013

pdf

text

original

 
JULIUS EVOLA E LA RICEZIONE ITALIANA DIOSWALD SPENGLER (ANNI 1920 - 1930)Tesi di Laurea TriennalediAndrea ScarabelliRelatore: Davide BigalliUniversità degli Studi di Milano1
 
INDICEIntroduzione: il movente morfologico di un'indagine sulla morfologia...........pag. 3Parte I: la ricezione dell'opera spengleriana negli anni '20-'30........................pag. 5Introduzione.....................................................................................................pag. 61.1 La recensione critica di Benedetto Croce..................................................pag. 71.2 L'analisi di Francesco Flora......................................................................pag. 111.3 Luigi Salvatorelli: Spengler e il materialismo prussiano..........................pag 161.4 Adriano Tilgher: Spengler quale “Voce del suo Tempo”........................pag. 191.5 Una parentesi giuridica: G. Farina d'Anfiano...........................................pag. 251.6 Lorenzo Giusso: da Nietzsche a Spengler................................................pag. 291.7 Spengler e il Fascismo..............................................................................pag. 391.8 Aniceto del Massa: verso la tragedia dell'esistenza nordica.....................pag. 421.9 Lo scetticismo tra Giuseppe Rensi e Oswald Spengler............................pag. 471.10 Vittorio Beonio-Brocchieri.....................................................................pag. 53Parte II: Julius Evola quale lettore critico di Oswald Spengler......................pag. 62Introduzione....................................................................................................pag. 632.1 Oswald Spengler e la Tradizione..............................................................pag. 662.2 Contro le mitologie della Ragione e degli Istinti.....................................pag. 782.3 Spengler quale ottimo diagnosta della Zivilisation..................................pag. 852.4 Anti-linearismo e anti-progressismo........................................................pag. 962.5 Oltre il pessimismo: Anti-Tradizione e fatalismo biologico..................pag. 1042.6 Anni Decisivi: da Cesare ai “Cesarismi”...............................................pag. 111Conclusione: il Destino del pensare dopo la Modernità...............................pag. 115Bibliografia...................................................................................................pag. 1212
 
IL MOVENTE MORFOLOGICO DI UN'INDAGINE SULLA MORFOLOGIARiflettiamo in questa sede sulla ricezione italiana dell'opera di Oswald Spengler nel periodo successivo alla produzione del suo lavoro fondamentale,
 Der Untergang der Abendlandes
, dato alle stampe nel 1918 e antecedente la suatraduzione italiana ad opera di Julius Evola nel 1957. Mettiamo a fuoco in particolare la misura in cui il traduttore italiano dell'opera predetta reagì alle tesiquivi esposte, in cui venne influenzato da quanto altri critici scrivettero e sopratutto su quanto lo stesso storicista seppe farsi voce della sua epoca, divenendocassa di risonanza di quella crisi che investì il Mondo Moderno nei primi decennidel secolo appena conclusosi.Cerchiamo in questi testi dei punti d'approdo che ci permettano di comprenderequelle linee direttrici che determinano il nostro situarci nel mondo – in quanto
Occidentali
e
crepuscolari
, in relazione alle presenti considerazioni – a partiredalle tesi spengleriane e, non in ultimo, dalle reazioni che queste tesi scatenarononell'Italia degli anni '20-'30.Il cammino da noi intrapreso è pienamente conforme alle motivazioni dell'Autoredi cui cerchiamo di pensare le chiavi di volta, nella piena coscienza, comune almaestro di quest'ultimo, che “nello spirito umano come nell'universo non vi ènulla che stia sopra o sotto, tutto esige, con ugual diritto, un punto centralecomune che manifesti il suo segreto Esserci”
1
:il dibattito da noi consideratoriflette in filigrana lo spirito del tempo che l'ha posto in essere, retroscena inemergenza non appena l'interrogare si fa morfologico, com'ebbe a dire ilmedesimo Spengler.Decidiamo dunque di affrontare
morfologicamente
la morfologia stessa, nei suoirimandi speculari ed interpretazioni, per giungere infine ad una differente linead'analisi, che riteniamo non essere interamente antitetica alla prima, come invece professò il suo teorizzatore, Julius Evola. Interroghiamo il pensiero di quest'ultimoin quanto luogo inedito nella ricezione spengleriana, scevro seppur nontotalmente – da quei pregiudizi che impedirono ad altri funesti esegeti di andar 
1J. W. Goethe,
 La metamorfosi delle piante e altri scritti sulla scienza della natura
, a cura di S.Zecchi, Guanda, 2008, pag. 149
 
3

Activity (17)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
bearspear liked this
mariano_vitale_1 liked this
dummeJunge liked this
Mauro Albertini liked this
Francesco Franci liked this
plutozag liked this
roaryk liked this
luigi leopardi liked this
ringhiowolverine liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->