Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
12Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Analisi Del Motore

Analisi Del Motore

Ratings: (0)|Views: 376 |Likes:
Published by tonizamp

More info:

Published by: tonizamp on Mar 03, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/20/2013

pdf

text

original

 
1
AANNAALLIISSIIDDEELL 
 M  M OOOO R R E  E   A AOO R R Z  Z  A A P  R ROO P  P  L L S  S  I  I  A A  E  E  N  N  R R I  I  A A 
DDII MMAACCOOTTOODDEESSCCHHIINNII 
a cura diFiorenzo Zampieri
 
 
2Il dispositivo chiamato “ MOTORE A FORZA PROPULSIVA CENTRIFUGA ALIMENTATOAD ACQUA DISSOCIATA CON VARIAZIONE DI VELOCITA’ AUTOMATICAGRADUALE” di Marco Todeschini, in questi ultimi decenni ha suscitato parecchie perplessità.Con questo articolo, vorremmo dissipare, almeno in parte, la nebbia che avvolge questo brevetto, per portare alla luce del sole quelle che sembrano essere le sue reali possibilità propulsive.Per prima cosa dobbiamo chiarire quali sono le premesse teoriche al suo funzionamento (nonconsideriamo in questo testo quanto descritto nel brevetto relativamente all’alimentazione ad acquadissociata in quanto, seppure argomento interessante, esula dalle intenzioni di questa analisi).Per fare ciò è d’obbligo illustrare, almeno per sommi capi, quali sono le caratteristiche deldispositivo e quali sono le ipotesi, dal punto di vista della scienza (la dinamica) che ne possonoavvalorare il funzionamento.Per fare questo ci dobbiamo riferire per forza di cose a quanto ha scritto il Marco Todeschini ariguardo nelle sue pubblicazioni.Riporteremo quindi, fedelmente, quanto scritto nei suoi testi.Cominceremo perciò dalla “teoria del carrellino oscillante”
La teoria del carrellino oscillante. Trasformazione di forze centrifughe rotanti in forzealternate rettilinee.
Supponiamo di avere un carrellino sostenuto da quattro ruote che poggiano su due rotaie, (fig.92),
 
3
ma costruito in alluminio in modo che risulti molto più leggero. Immaginiamo che sulla sua piattaforma sia disposto un motore (M) che faccia ruotare il suo asse centrale dispostoverticalmente, sul quale sia calettata una massa sferica (m). questa compiendo delle rivoluzioniintorno al centro (O) in senso orario, svilupperà una forza centrifuga (Fc) che la dinamica classicaci dice essere eguale al prodotto della sua massa per il quadrato della sua velocità V dirivoluzione, diviso per la sua distanza dal centro R, cioè: Fc = m V 
2
/ R (1) Poiché la forza nei successivi istanti è sempre diretta secondo il raggio R e rivolta verso la periferia, la potremmo rappresentare con una freccia (vettore) che ruota attorno al centro (O), ed alla quale ho perciò dato il nome di “forza centrifuga rotante”. Nei successivi istanti essa quindi è rappresentata dai raggi che escono a stella dal centro (O). In qualsiasi istante potremo quindi decomporre questa forza Fc in due altre: una Fz diretta secondo l’asse (Z), ed una Fy diretta secondo l’asse (Y) (fig.93).Se ( 
α 
 ) è l’angolo che il raggio (R) fa con l’asse (Z) positivo; dalla trigonometria, avremo che le duecomponenti della forza Fc nelle direzioni predette, saranno date da:
Fz = Fc cos
α αα α 
(2)
 Fy = Fc sen
α 
(3) Ne segue che allorché la massa passa per il punto (A), l’angolo che la direzione del raggio (R) facon l’asse (Z) sarà nullo, cioè:
α 
= o e di conseguenza cos 0 = 1 e sen 0 = 0, le due forze espressedalla (2) e dalla (3), risultano in questo caso: Fz = Fc Fy = 0 (4)Ciò significa che quando la massa (m) passa per il punto (A), la componente Fz della forzacentrifuga rotante assume il suo massimo valore, ed il carrellino sottoposto a tale forza, assumeràla massima accelerazione nella direzione delle (Z) positive, e si sposterà in avanti. Continuando lamassa (m) nel suo gito di rivoluzione in senso orario dal punto (A) verso il punto (B), il valore della forza (Fz) continuerà a diminuire, finché si annullerà quando la massa passerà per il punto (B). In questo istante l’accelerazione del carrellino nella direzione (Z) sarà nulla e non si sposteràlungo le rotaie. La componente Fy della forza centrifuga rotante, viceversa, mentre la massa si

Activity (12)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Giovanni Faiman liked this
Giovanni Faiman liked this
lollolollo liked this
pippo liked this
Samuele Boattini liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->