Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Ecco l'addio al partito di plastica

Ecco l'addio al partito di plastica

Ratings: (0)|Views: 572|Likes:
Published by dalomb
L'editoriale di Flavia Perina su Il Secolo d'Italia il giorno dopo la Direzione Nazionale del PDL che ha sancito la rottura tra Berlusconi e Fini
L'editoriale di Flavia Perina su Il Secolo d'Italia il giorno dopo la Direzione Nazionale del PDL che ha sancito la rottura tra Berlusconi e Fini

More info:

Published by: dalomb on Apr 23, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/23/2010

pdf

text

original

 
Ecco l'addio al partito di plastica...
di Flavia Perina – su Il Secolo d’Italia del 23 aprile 2010 Nel titolo di ieri avevamodefinito questa giornata comeuna prova del nove. «Oggi sivede se il Pdl è un partitovero». Lo è senza dubbio. Hadiscusso veramente, haaffrontato questioni vere, einfine si è diviso su undocumento di maggioranzainaccettabile per la minoranzainterna. Un documento cheesordisce definendo«pretestuose e non finalizzateal confronto costruttivo» leargomentazioni pazientementee responsabilmente messe infila da Gianfranco Fini nel suolungo intervento. E non ci sonodubbi che è stato proprio lui,Gianfranco Fini, a rompere ilmodellino del "partito di plastica", portando il luccichiodella politica e della passionevera in un'assemblea che per tre ore aveva stancamentesonnecchiato durante ilmagnificat dei coordinatori edei ministri.È successo all'una menocinque, quando interrompendoimprovvisamente la previstaliturgia, il cofondatore ha presola parola. Il discorso loleggerete integralmente nelle pagine interne, molti di voi lo hanno seguito in tv o con RadioRadicale, e non c'è quindi bisogno di tante parole: a tutti è chiaro se e quanto quelle paroleresponsabili, pacate, quegli spunti costruttivi sulla costituzione di un gruppo di lavoro sulle riformeo sulle priorità per lo sviluppo, quei riferimenti ai valori originari del Pdl nel contesto del Ppeeuropeo, meritassero l'intemerata di Silvio Berlusconi. Una replica improvvisa, diretta e a trattirabbiosa, conclusa dall'invito a farsi da parte, addirittura a lasciare la presidenza della Camera. Loammettiamo: ci ha sorpreso.Credevamo che il premier avrebbe giocato fino in fondo la partita di depotenziamento del dissensoche aveva così pazientemente costruito con la scaletta degli interventi, con le dichiarazioni del pre- partita («Sarà una festa per celebrare il risultato elettorale»), con l'apertura un po' surreale dei

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->