Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
7Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
PREAMPLIFICATORE AUDIO

PREAMPLIFICATORE AUDIO

Ratings: (0)|Views: 639 |Likes:
Published by PECAFE
Relazione di laboratorio di tdp sulla progettazione e realizzazione di un preamplificatore (connesso all'amplificatore audio).

Gruppo PECAFE
foto e video su youtube www.youtube.com/user/thePECAFE
per qualsiasi info. consultare l'email pecafe@hotmail.it
Relazione di laboratorio di tdp sulla progettazione e realizzazione di un preamplificatore (connesso all'amplificatore audio).

Gruppo PECAFE
foto e video su youtube www.youtube.com/user/thePECAFE
per qualsiasi info. consultare l'email pecafe@hotmail.it

More info:

Categories:Types, School Work
Published by: PECAFE on May 10, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/09/2013

pdf

text

original

 
Gruppo: Nicola Casarin, Marco FClasse 4
a
BT as.
PR
↘ IPOTESI PROGETTO
Il preamplificatore deve essere imicrofono e di avere il volume redisturbo in uscita e deve esserebassi.
↘ TESI PROGETTO
Il circuito è costituito da un primmicrofono: siccome ne esistonoresistenza tra l'ingresso e la masadattarsi all'impedenza del micrquarzo.Nello stadio di amplificazione il sessere filtrato.Il segnale d'ingresso viene filtratcontinua che verrebbe altrimentiquindi il fatto che il condensatorLa tensione d'ingresso dell'operada due resistenze uguali (R2 e R3collegato a massa. Nel loro puntresistenza d'ingresso dello stadiol'offset e deve essere quindi uguL'operazionale è collegato in contensione è dato dalla formula: A
v
frequenza di taglio inferiore
 f 
L
; l'maggiormente significativo rispeper impostare la frequenza di taIn serie all'uscita dell'operazionaquesto perché l'udito umano hacondensatore che produce i suoiL'ultimo stadio riguarda il controo accentuare i toni ad alta o bassI valori dei componenti sono starrari, Fabio Perazzolo (PECAFE)2009/2010
EAMPLIFICATORE AUDIO
grado di amplificare (100 volte) un segnalegolabile. Il segnale deve essere filtrato per nossibile regolare la banda passante con il coo stadio che riceve in ingresso un segnale pri molti tipi il circuito deve adattarsi ai vari tia deve essere dell'ordine delle decine di kΩfono che, a seconda del tipo, può essere eleegnale viene filtrato e si stabilisce la banda pdal condensatore C2 che blocca un'eventuamplificata dall'operazionale e creerebbe din continua è un circuito aperto.zionale viene ottenuta mediante il partitore): un terminale di R2 è collegato a Vcc mentrdi collegamento viene collegata anche la Rdi amplificazione. La resistenza R4 serve inole alla resistenza R7 di feedback.figurazione di amplificatore non invertente e= 1+R7/R6. I condensatori C4 e C2 servonoffetto del condensatore C4 (collegato in seritto C2. Il condensatore C5 invece, posto in plio superiore.le è collegato un condensatore e poi un trimuna percezione logaritmica. Dopo il trimmereffetti a frequenze più basse di quella di taglllo dei toni ossia degli alti e dei bassi permeta frequenza.dard. Il principio di base è quello dei filtri pproveniente da unon dare segnali dintrollo degli alti e deiveniente da uni di microfoni. Lain particolare perv
 
ata come quella delassante, oltre chele componentei disturbi, si sfruttadi tensione costituitoe un terminale di R3 èche costituisce laltre per minimizzareil guadagno dier determinare lae con R5) èrallelo con R7, serveer logaritmico:è collegato un altroioendo così attenuaressa alto e passa basso.
RELAZIONE DI TDP
 
In un filtro passa basso l'uscita sicorto e la tensione ai capi di un ccircuito aperto quindi all'uscita siIn un filtro passa alto l'uscita è palte frequenze il condensatore èlegge di Ohm la tensione d'uscitcondensatore è un circuito apertc'è differenza di potenziale. Siccfrequenza infinita c'è sempre unnulla (tensione continua).Questo fenomeno si può spiegarcorrente alternata:- Bassi
La parte di circuito per
le basse f con R9=R11=R4.A basse frequenze i condensatorpassa per il trimmer. Quando il ccortocircuitato e il guadagno è pinferiore del circuito).Alle alte frequenze, invece, C11- AltiPer la gestione delle alte frequencon R9=R11=R12, il cursore del tAlle alte frequenze C12 e C13 soformare una stella che viene trassarà quindi il seguente: |A
v
| = 3Alle basse frequenze invece, C1trova ai capi del condensatore che alle alteorto è nulla; mentre alle basse frequenze il cpuò prelevare una tensione in base al segnelevata ai capi di una resistenza in serie conun corto quindi la resistenza è percorsa da uè pari a quella d'ingresso. Alle alte frequeno, la resistenza non è percorsa da corrente qme un condensatore è un perfetto circuito adebole corrente che percorre la resistenzamediante la formula dell'impedenza del coX
C
= 1/jwCr
 
equenze è la seguente:i C10 e C11 vengono considerati circuiti aperrsore del trimmer viene posto tutto a sinistri a : |A
v
| = (R10+R11)/R9 (non viene consiortocircuita R10 e il guadagno è pari a: |A
v
|ze il circuito è il seguente:immer è posto tutto a sinistra.o considerati cortocircuiti e le resistenze Rformata in un triangolo le cui resistenze valg9/(3R9//R13).e C13 sono considerati circuiti aperti e il gurequenze diventa unondensatore è unle d'ingresso.un condensatore: allena corrente, per lae, quando iluindi ai suoi capi nonperto solo aentre a frequenzandensatore inti quindi la correntea, C10 vieneerata la parte= R11/R9 = 1 (0dB).,R11 e R12 vengono aono 3R9. Il guadagnodagno sarà :
 
|A
v
| = 3R9/3R9 = 1 (0dB).L'ultimo condensatore C14 serve a filtrare il segnale d'uscita.
↘ DIMENSIONAMENTO CIRCUITO
Per il corretto funzionamento del preamplificatore è necessario collegare una capacità di by-passtra Vcc e massa per evitare accoppiamenti tra i componenti attivi, in questo caso è stato usato ilcondensatore C6 da
100 µ 
F
.
In più serve mettere una capacità tra l'alimentazione degli integrati emassa, per l'operazionale sono stati usati 2 condensatori in parallelo:
C7(100nF) e C1(10 µ 
F
).
 L'amplificazione del segnale deve essere di 100 (A
v
)e la resistenza di feed-back deve avere unvalore minimo di 1kΩ. La formula per trovare il guadagno dell'amplificatore non invertente è laseguente: A
v
= 1+R7/R6, quindi, ponendo R7 = 100kΩ, R6 avrà un valore di 1kΩ. Di conseguenzaanche R4 avrà un valore di 100kΩ per minimizzare l'offset. Il partitore di tensione per lapolarizzazione d'ingresso è costituito da due resistenze di 10kΩ (R2 e R3) e il condensatore C3stabilizza la tensione.La capacità C4 si determina conoscendo la frequenza di taglio inferiore
 f 
L
=20Hz e in base allaresistenza R6 con la seguente formula: C4=1/(2π*
 f 
L
*R6)= 7,96
µ 
F
.
Viene scelto un condensatoreda
10 µ 
F
.
Il condensatore C2 si dimensiona in base a R4 e a un decimo della frequenza di taglio:C2 = 1/(2π* 0,1
 f 
L
*R4) = 0,82
µ 
F, è stato scelto un condensatore da 1
µ 
F.
 
Il condensatore ceramico C5 ai capi di R7 ha un valore di 82pF e serva per restringere la frequenzadi taglio superiore a 20kHz al fine di evitare l'innesco di oscillazioni. La frequenza di tagliosuperiore si calcola con la seguente formula:
 f 
H
=
1/(2π*C5*R7) = 19,4Hz.
 
Il condensatore C8 serve per accoppiare il potenziometro R8 che deve essere di tipo logaritmico
di
10kΩ.
 
Il condensatore C9 serve per accoppiare il potenziometro con il circuito di controllo dei toni, il suointervento avviene a frequenze più basse di quella di taglio inferiore e si deve tener conto che nellasituazione peggiore ai suoi capi c'è la resistenza R13, il suo valore si calcola con la seguente formula:C9 = 1/(2π* 0,1
 f 
L
*R13) = 24
µ 
F; è stato scelto un condensatore da 22
µ 
F così come C8.I valori dei componenti del circuito per il controllo dei toni sono quelli standard.
↘ REALIZZAZIONE PRATICA
Questo circuito è stato realizzato su un circuito stampato. All'inizio lo schema è stato disegnatocon il programma OrCad, poi, dopo aver stabilito il footprint dei componenti, è stato aperto con ilprogramma Layout dove è stato visualizzato con i collegamenti elastici. Dopo aver impostato il latoserigrafia e il lato rame è stato fatto lo sbroglio affinché si formassero i collegamenti. Il lato rame èstato infine stampato su foglio da lucido per fare il circuito stampato.Il circuito stampato è realizzato su una scheda presensibilizzata monofaccia, costituita da unabasetta di materiale plastico ricoperta da un lato da una sottile lamina di rame coperta a sua voltada uno strato di fotoresist. Si passa poi alla fotoincisione della basetta nel bromografo, dove, postoil foglio lucido col disegno del circuito sopra alla scheda, questa viene sottoposta a luceultravioletta, in modo che i raggi UV possano "colpire" la parte di vernice fotosensibile non copertadalle piste stampate sul detto foglio lucido. Dopo questo passaggio la scheda viene immersa nellasoda caustica diluita con parte di acqua: le zone di fotoresist sottoposte agli ultravioletti è resavulnerabile alla soda, quindi la zona sottostante alla parte scura del foglio rimaste anche dopo ilbagno nella soda. Di seguito la scheda è stata sottoposta all'azione del cloruro ferrico che haeliminato la parte di rame scoperto dal fotoresist. Infine il fotoresist rimasto è stato tolto con

Activity (7)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
radiobruno liked this
Vincenza Massaro liked this
kempteo liked this
Marco Masiero liked this
CarloZoboli liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->