Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
La Voce di Rionero - LVDR_21

La Voce di Rionero - LVDR_21

Ratings: (0)|Views: 38|Likes:
Published by rionero24ore

More info:

Published by: rionero24ore on Jun 15, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/15/2010

pdf

text

original

 
La Voce di Rionero
Maggio / Giugno 2007Anno Domini II - Numero 3
 LE VOCI DEL "FAMILY DAY"
http://www.lavocedirionero.tk
LUIGI ALICIAzione cattolica italianaIl manifesto Più Famiglia e la mani-festazione del 12 maggio nonrappresentano un punto d’arrivo, maun punto di partenza perpromuovere nuove occasionid’incontro e di sostegno tangibile allefamiglie in difficoltà e ai giovani cheguardano in modo disorientato eincerto al loro futuro. Occorre andarealle ragioni strutturali delladebolezza della famiglia e rilanciarecome credenti una pastoralefamiliare sempre più organica e sensi-bile alla questione antropologica.Come Azione cattolica desideriamoimpegnarci sempre di più in questatestimonianza, per continuare a ricon-oscere nella famiglia un «beneumano fondamentale che custodiscele radici più profonde della nostraumanità».ALBERTO e ANNA FRISOFamiglie nuove del Movimento deifocolariDel manifesto Più Famiglia, che costi-tuisce la base valoriale dellamanifestazione, ci piace ricordare ilpassaggio laddove si parla dellafamiglia come soggetto che forma laresponsabilità sociale. Èun’affermazione determinante inquest’epoca caratterizzata da unasempre crescente disgregazione, dovei primi a pagarne leconseguenze sono la formazione deigiovani e l’educazione deibambini. L’uomo vive non soltantocome singolo, ma anche come partedi una relazione, che acquista forzastraordinaria quando è unarelazione uomo-donna in vista di unprogetto comune. Come educare aquesta responsabilità sociale chepassa dalla famiglia? Innanzituttodando una testimonianza concreta, ein secondo luogo sollecitando leagenzie culturali a essere responsabilie meno superficiali.GIANCARLO CESANAComunione e liberazioneIl 12 maggio sono in gioco due ques-tioni assai vive nel nostro Paese: ilfuturo di un Governo debole, che suiDico ha fatto una scommessa dicoesione tra alcune sue componenticattoliche e quelle della sinistraestrema; il destino di una società chesembra volere relativizzare i valoritradizionali, come la famiglia, chel’hanno costruita fin qui. Questaseconda questione riguarda non solol’Italia, ma tutto il mondooccidentale, ed è oggetto di unconfronto, e di uno scontro, culturali epolitici senza precedenti. Una parolacentrale – che caratterizza laposizione di chi è a sostegno dellafamiglia – è "esperienza".L’esperienza non definisce la verità,ma è l’offerta di una proposta perapprossimarsi a essa. Insistere sulladocumentazione dell’esperienza diumanità che la famiglia produce vuoldire insistere su una evidenza cheevita lo scontro ideologico e cheall’ideologia, al progetto socialeantepone la speranza.KIKO ARGUELLOCammino neocatecumenaleAssistiamo a una delle sfide piùgrandi che attraversano tutta la nostrasocietà: la destrutturazione della fami-glia. Ciò comporta ladestrutturazione di tutta la società,provocando soprattutto nei giovaniuna mancanza d’identità, di sensomorale, e chiudendo loro la via di unvero destino. Oggi nelle scuole moltiragazzi sono figli di coppie divise,separate, portano nel loro animo feriteintense che non dimenticheranno
 
il paese di pulcinella
il fondamentalismo
festa santi mariano e giacomo
di Luberdi Adelio Fioritto“ Emergenza Rifiuti : come se ci fosse maistata realmente la voglia e il desiderio dicambiare, di mutare questo stato di fatto ”“ Il rapporto esistente tra fondamental-ismo e religione è in realtà frutto di unatendenza umana più generale, la cuiorigine è ardua da sintetizzare ”“ Anche quest'anno il popolo di Rionero siè stretto intorno ai suoi Santi Protettori,nella festa annuale dei Santi Mariano eGiacomo il 30 Aprile ”
IN EVIDENZA 
CHE COSA CHIEDONO LE ORGANIZZAZIONI POPOLARI CHEHANNO ADERITO AL MANIFESTO "PIÙ FAMIGLIA"
di Amico Di Vincenzo
Iscritto al Tribunale di Isernia al num 123 registro stampa 29 marzo 2006
http://www.azionecattolica.eu
Periodico mensile gratuito
SALUTEBENESSERECULTURASPORTSPETTACOLOCURIOSITA’ATTUALITA’
Voci del Family DayEmergenza rifiuti inCampaniaIl fondamentalismoGuida per una correttaprotezione solare
 pag 6,7,9,11,12pag 10pag 1-4
 
RELIGIONE
Festa Santi Mariano eGiacomoL’origine dei Vangeli
pag 5,8,9
PAG. 4PAG. 5PAG. 7
(continua a pag. 3)
 
La Voce di Rionero
 
numero stampato grazie al contributo di....
2
* * *
Via Roma,12086087 Rionero Sannitico (IS)tel. 0865 848110 -- fax 0865 848016email:info@hotelpablo.it
TTT snc
 TelefoniaVodafoneRealizzazione timbri e targhe Tel: 0864.845271 - Fax: 0864.841632email: tttsnc@hotmail.com
mag/giu ‘07
 tel: 0864-845271
Agenzia business
Sportello telematicodell’automobilistaCamera di commercio- Pratiche auto- Bolli
 
La Voce di Rionero
3
attualità
(continua da pag. 1)mai. Hanno visto i loro genitori che siodiavano. Invece di nascere e dicrescere in una scuola d’amore hannoassistito a una spaccatura, a unarottura che ha ferito il loro cuore persempre. In Inghilterra, alcuni annior sono, erano così tanti i ragazziniche si uccidevano a 10 o 11 anni amotivo della separazione dei genitoriche si è arrivati a prospettare lapossibilità che i giudici non concedes-sero il divorzio a genitori cheavevano figli di quell’età. Oggi cisono milioni di bambini che non sonoprotetti, è la fascia più debole dellanostra società e lo Stato non li aiuta.SALVATORE MARTINEZRinnovamento nello SpiritoAndiamo a Roma per mostrare la veralaicità del popolo italiano, quellache prosegue – con le parole e le opere– la grande tradizione degliideali di solidarietà e di giustiziasociale, e che vediamo benrappresentata dal laicato cattolico. Èora di passare dalla protesta allaproposta: smettiamo di parlare delleidee e dei progetti degli altri,consapevoli che non siamo "contro"qualcuno, ma "a favore" dell’uomo,mossi dalla passione per la vita, per lastabilità dell’amore coniugale,per la fecondità che si esprime nellafamiglia e costituisce una ricchezzaspirituale e sociale senza eguali.MARIO MARAZZITIComunità di Sant’EgidioÈ importante sostenere un impegnoper una coraggiosa nuova politica afavore della famiglia ora, il 12maggio, e successivamente. Il 12maggionon è perciò un punto d’arrivo, mauna tappa di un percorso. Riteniamoche possa essere un momento di festae di proposta al Paese, perricordarsi che una società piùindividualista, più frammentata, confamiglie sempre più deboli non hafuturo perché non sa occuparsi nonsolo delle minoranze, ma nemmeno ditutti noi man mano chediventiamo deboli. La Chiesa italiana,attraverso i laici cattolici e quantisi uniscono alle loro posizioni, stafacendo un grande servizio al Paese,e riveste un ruolo di supplenza dellapolitica nel ricordare quei valori fortiche lo Stato dovrebbe far propri epromuovere.CHIARA SAPIGNI e MARCO SALAComitato nazionale AgesciBisogna oggi riaffermare con forza lanecessità di sostenere, anche conadeguati mezzi legislativi, la famiglia,prima cellula della società edesperienza comunitaria fondamentaleper la formazione dei ragazzi edei giovani. L’Agesci – attentaall’educazione dei ragazzi che spessovivono situazioni di disagio proprio inquanto parte di famiglie in difficoltà– sottolinea l’importanza di un’azioneeducativa e di un’attenzionelegislativa continua e sollecita, mirataa favorire la crescita nei ragazzi dipersonalità capaci di scelte autentichee profonde, fondate sul dono disé e sulla capacità di vivere valoriquali la fedeltà, la gratuità, il rispettoreciproco, che sono alla base di ognicomunità familiare. C’è necessitàdi sinergia fra le diverse agenzieeducative – famiglia, scuola, Chiesa,tempo libero –, l’una a sostegnodell’altra, interagendo e facendo rete,in un’ottica di più ampio respiro chepossa anche riguardare il lavoro.Insomma, occorre che la famiglia siavista nel suo più completo essere.SOLIDEO SARACCOAssociazione italiana guide e scoutd’Europa cattoliciL’aver aderito al manifesto Più Fami-glia vuole testimoniare il costanteimpegno della nostra associazionenell’educare alla famiglia. Inparticolare, noi scout d’Europacerchiamo di fornire ai giovani,attraverso un’educazione differen-ziata al maschile e al femminile,occasioni di crescita per far proprial’idea del matrimonio come unoscambio reciproco d’amore, il cuisegno tangibile siano i figli. Noi scoutd’Europa riteniamo che lo scoutismocattolico sia uno strumento diformazione integrale della persona,fatto di tante piccole cose cheall’apparenza possono sembrareanche banali, ma che sono mezzi perraggiungere un obiettivo ben più altoe ambizioso, quello dellaformazione umana e cristiana delragazzo. L’attenzione alla persona èla nostra principale preoccupazioneed è per questo che la nostraassociazione ha scelto di operaresoltanto sul piano educativo,ritenendo le esposizioni pubblichenon consone alla sua natura. I nostricapi parteciperanno, quindi, alla festadel 12 maggio da singoli cittadiniche vogliono condividere l’impegnodi promuovere il valore dellafamiglia come bene fondamentale perla nostra società.ANDREA OLIVEROAcliSe, sul piano dei princìpi, le Aclihanno da sempre assunto posizionimolto chiare, oggi servono segni dimobilitazione. Abbiamo bisogno distrumenti per avere visibilità e coin-volgere i nostri associati. Perraggiungere degli obiettivi bisognapassare da una proposta che èsoltanto teorica a un’iniziativa popo-lare. Il tema della famiglia, nellospecifico, non riguarda soltanto leorganizzazioni, ma ciascun cittadino,per cui oggi parlare di Più Famigliasignifica ragionare sul nostro ruoloeducativo all’interno della società. LoStato dovrebbe oggi riconoscerealla famiglia la soggettività sociale,dandole il ruolo di interlocutoreprivilegiato quando si vanno aproporre e a discutere iniziative cheriguardano il lavoro, il welfare,l’organizzazione della vita stessadellenostre città. Non solo, quindi, unsostegno concreto, ma unapartecipazione reale del soggettofamiliare a quei processi decisionaliche lo riguardano.CARLO COSTALLIMovimento cristiano lavoratoriIl Family Day sarà una manifestazi-one di popolo, festosa, ma anche bendecisa a rendere visibile una presenzache nel Paese è massiccia eche, invece, i mass media tendono aignorare, privilegiando lobbyminoritarie. C’è una rinascita di valoriforti e veri, ed è sbagliato darel’immagine, falsa, di un’opinionepubblica fortemente orientata pro-Dico.L’errore dei cattolici è stato quello direstare, fino a ora, unamaggioranza troppo silenziosa. Nonsiamo abituati a marciare, a farsentire la nostra voce. Ma adesso sicambia: in piazza saremotantissimi, e ignorarci sarà impossi-bile.
Per motivi prettamente organizzativici risulta impossibile pubblicaretutte le adesioni.la lista completa e’ disponibile sulsito: www.azionecattolica.itsotto la voce “dal centro nazionale-> presidente luigi alici -> interventi
mag/giu ‘07

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->