Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword or section
Like this
14Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Architettura Tecnica - Lezione Murature

Architettura Tecnica - Lezione Murature

Ratings: (0)|Views: 1,216 |Likes:
Published by Emiliano_Di_Pl_3393

More info:

Categories:Topics, Art & Design
Published by: Emiliano_Di_Pl_3393 on Jul 26, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

02/12/2013

pdf

text

original

 
1
PPooggeettttaazziioonneeddiiSSttuuttttuueeiinnMMuuaattuuaa iinnZZoonnaaSSiissmmiiccaa 
 prof. ing. Andrea Benedetti
 
Dip. DISTART, Univ. di Bologna
Viale Risorgimento 2, 40136 BOLOGNA E-mail: andrea.benedetti@mail.ing.unibo.it 
RREEGGOOLLEEGGEENNEERRAALLII 
Gli edifici in muratura devono essere realizzati nel rispetto del D.M. 20novembre 1987,
«
Norme tecniche per la progettazione, esecuzione e collaudodegli edifici in muratura e per il loro consolidamento
»
ed eventuali successivemodifiche ed integrazioni.
A tali norme tecniche deve farsi riferimento per ci
ò
che concerne lecaratteristiche fisiche, meccaniche e geometriche degli elementi resistentinaturali ed artificiali, nonch
é
per i relativi controlli di produzione e diaccettazione in cantiere.
Si distinguono due tipi fondamentali di strutture in muratura, ordinaria edarmata, la seconda delle quali non
è
presa in considerazione dal D.M. citato.Per l
acciaio d
armatura, vale tutto quanto specificato dalle norme tecnicherelative agli edifici in cemento armato.
Ai fini delle verifiche di sicurezza,
è
in ogni caso obbligatorio l
utilizzo del
«
metodo semiprobabilistico agli stati limite
»
.
Il coefficiente parziale di sicurezza da utilizzare per il progetto sismico distrutture in muratura
è
pari a
γ 
m
= 2.
 
BBlloocccchhiiddiimmuuaattuuaa 
I blocchi portanti dovranno rispettare i seguenti requisiti:
 –
la percentuale volumetrica degli eventuali vuoti non sia superiore al 45%del volume totale del blocco;
 –
gli eventuali setti siano continui e rettilinei per tutto lo spessore del blocco;
 –
la resistenza caratteristica a rottura nella direzione portante (f 
bk
) non siainferiore a 2.5 MPa, calcolata sull
area al lordo delle forature;
 –
la resistenza caratteristica a rottura nella direzione perpendicolare a quellaportante, nel piano di sviluppo della parete (f 
bk
), calcolata nello stessomodo, non sia inferiore a 1.5 MPa.
La malta di allettamento avr 
à
resistenza caratteristica non inferiore 5 MPa.
 
2
FFaattttooiiddiissttuuttttuuaa 
tipo di tecnica costruttiva utilizzata:
 –
muratura ordinaria
 –
muratura armata
 
fattore di struttura q da utilizzare:
 –
edifici in muratura ordinaria q = 1.5
 –
Senza definire il meccanismo di collasso
 –
edifici in muratura armata q = 2.0 - 3.0
 –
il valore inferiore potr 
à
essere applicato senza verificare quale sia il meccanismo di collasso dell 
’ 
edificio, il valore superiore potr 
à
essereutilizzato solo applicando i principi di gerarchia delle resistenzedescritti ai punti 8.1.7 e 8.3.2 
 
RReeqquuiissiittiiGGeeoommeettiiccii 
Le piante degli edifici dovranno essere quanto pi
ù
possibile compatte esimmetriche rispetto ai due assi ortogonali.
Le strutture costituenti orizzontamenti e coperture non devono esserespingenti. Eventuali spinte orizzontali, valutate tenendo in conto l
azionesismica, devono essere assorbite per mezzo di idonei elementi strutturali.
I solai devono assolvere funzione di ripartizione delle azioni orizzontali tra ivari muri maestri, pertanto devono essere ben collegati ai muri e garantire unadeguato funzionamento a diaframma.
La distanza massima tra due solai successivi non deve essere superiore a 5m.
La geometria delle pareti, al netto dell
intonaco, deve rispettare i requisitiindicati nella tabella
Tipologia t 
min
(h
o
 /t)
max 
(L/h)
min
 
Muratura non armata di elementi naturali (pietra) 300 mm 10 0,5Muratura non armata, realizzata con elementi artificiali 240 mm 12 0,4Muratura armata, realizzata con elementi artificiali 240 mm 15
Qualsiasi
Muratura realizzata con elementi artificiali, in zona 4 150 mm 20 0,3
 
3
AAnnaalliissiissttaattiiccaalliinneeaaee 
È
applicabile nei casi previsti al punto 4.5.2.
Le rigidezze degli elementi murari saranno calcolate considerando sia ilcontributo flessionale sia quello tagliante. L
utilizzo di rigidezze fessurate (paria met
à
delle rigidezze iniziali)
è
da preferirsi.
I solai potranno essere considerati infinitamente rigidi nel loro piano, se:
le aperture presenti non ne riducono significativamente la rigidezza,
Sono realizzati in cemento armato,
Sono realizzati con elementi strutturali in acciaio o in legno con soletta incemento armato di almeno 50 mm di spessore collegata da connettori ataglio opportunamente dimensionati.
In caso di solai rigidi, la distribuzione del taglio alla base delle diverse paretirisultante dall
analisi lineare potr 
à
essere modificata, a condizione di garantirel
equilibrio globale e di non ridurre di pi
ù
del 25% n
é
di incrementare di pi
ù
del33% l
azione in alcuna parete.
EElleemmeennttiieessiisstteennttii 
Il modello potr 
à
essere costituito dai soli elementi murari continui dallefondazioni alla sommit
à
, collegati ai soli fini traslazionali alle quote dei solai.
In alternativa, gli elementi di accoppiamento fra pareti diverse, quali travi ocordoli in cemento armato e/o travi in muratura (qualora efficacementeammorsate alle pareti), potranno essere considerati nel modello, a condizioneche le verifiche di sicurezza vengano effettuate anche su tali elementi.
Per gli elementi di accoppiamento in muratura si seguiranno i criteri di verificadi cui ai punti 8.1.6, 8.2.2 e 8.3.2.
Per elementi di accoppiamento in cemento armato si seguiranno i criteri di cuial punto 5.4.6, considerando efficaci per l
accoppiamento elementi aventialtezza almeno pari allo spessore del solaio.
L
analisi potr 
à
essere effettuata utilizzando modelli a telaio, in cui le parti diintersezione tra elementi verticali e orizzontali potranno essere considerateinfinitamente rigide.
Per le verifiche fuori piano, potranno essere adottate le forze equivalentiindicate al punto 4.9 per gli elementi non strutturali.
 

Activity (14)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads
motatei liked this
anct236 liked this
Federica liked this
fpgiori liked this
aranuir liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->