Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword or section
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
RapportoComuniRinnovabili2009ok1

RapportoComuniRinnovabili2009ok1

Ratings: (0)|Views: 211 |Likes:
Published by ireloris
Interessante raccolta di indicazione per una corretta fruizione delle energie rinnovabili
Interessante raccolta di indicazione per una corretta fruizione delle energie rinnovabili

More info:

Categories:Types, Research, Science
Published by: ireloris on Aug 28, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/30/2011

pdf

text

original

 
ComuniRinnovabili 2009
S, , cq, rr, ss
La mappatura delle fonti rinnovabilinel territorio italiano
RappoRto di legambiente
 
 Analisi e classiche
Con il contributo di:
 
COMUNI RINNOVABILI 2009
Il Rapporto è stato curato dall’Ufcio Energia e Clima di LegambienteEdoardo Zanchini, Katiuscia Eroe, Gabriele Nanni, Andrea Cocco.Un particolare ringraziamento per la disponibilità a fornire informazioni e dati va aGerardo Montanino (GSE) e Luciano Pirazzi (Enea), Thilo Pommering (AzzeroCO
2
), agliufci delle Province di Ascoli Piceno, Bolzano, Como, Modena , Parma, Terni, agli ufcidella Regione Liguria, Lazio, Lombardia, e a tutti i Comuni che hanno contribuito alRapporto rispondendo al questionario.Si ringraziano inoltre per la collaborazione Maria De Francesco, Camilla Serani, LauraGuerra, Maddalena Gesualdi, Piero Decandia, Antonio Pascale, Maurizio Zara e tuttigli Sportelli energia, i Circoli e i Regionali di Legambiente che hanno contribuito araccogliere i dati.Progetto graco: Luca FazzalariStampato su carta riciclata, Febbraio 2009 Stamperia RomanaGli indicatori del questionario di Legambiente
SOLARE TERMICO
Pannelli solari termici installati nel territorio comunale (metri quadri)Pannelli solari termici installati nelle strutture edilizie utilizzatedall’amministrazione comunale (scuole, ufci, ecc…) (metri quadri)
SOLARE FOTOVOLTAICO
Impianti solari fotovoltaici installati nel territorio comunale (kW)Impianti solari fotovoltaici installati nelle strutture edilizie comunali (kW)
ENERGIA EOLICA
Impianti eolici, potenza installata nel territorio comunale (kW)
ENERGIA IDROELETTRICA
Impianti idroelettrici, potenza installata nel territorio comunale (kW)
ENERGIA GEOTERMICA
Impianti geotermici, potenza installata nel territorio comunale (kW)
ENERGIA DA BIOMASSE
Impianti a biomassa, potenza installata nel territorio comunale (kW)
ENERGIA DA BIOGAS
Impianti a biogas, potenza installata nel territorio comunale (kW)
TELERISCALDAMENTO
Potenza installata (kW)Km della rete di teleriscaldamentoMetri cubi riscaldatiProduzione di energia elettrica annua (kWh/a)Produzione di energia termica annua (kWh/a)Produzione di energia frigorifera (kWh/a)
 
Bisogna osservare con attenzione il territo-rio per capire il nuovo scenario delle fontienergetiche rinnovabili. Sono infatti miglia-ia gli impianti installati – piccoli, grandi, dafonti diverse – centinaia i progetti in corsodi realizzazione, ed è importante capirecome stanno dando forma a un nuovomodello di generazione distribuita checambia profondamente il modo di guarda-re all’energia e al rapporto con il territorio.Descrivere questi processi è l’obiettivodel Rapporto Comuni Rinnovabili di Le-gambiente, giunto quest’anno alla quartaedizione. I dati sono stati ottenuti inviandoun questionario ai Comuni e incrociando lerisposte con studi e rapporti di Gse, Enea,Fiper, Anev oltre che di Regioni, Enti Locali eaziende.
La novità del Raorto Comuni Rinnovabili2009 è il salto imressionante nella cre-scita degli imianti installati nel territorioitaliano. Sono 5.991 i Comuni in Italia doveè installato almeno un imianto
, erano3.190 solo un anno fa, in pratica le fonti pu-lite che no a 10 anni fa interessavano conl’idroelettrico e la geotermia una porzionelimitata del territorio italiano oggi sonopresenti nel 79% dei Comuni. Uno dei risul-tati più interessanti è che cresce la diffusio-ne per tutte le fonti e i parametri presi inconsiderazione. Questi dati sono un’ ottimanotizia, mostrano come le energie pulitesiano la migliore soluzione non solo peruscire dalle fonti fossili e salvare il pianetadai cambiamenti climatici ma anche perrispondere alla crisi economica e per guar-dare con un po’ di ottimismo al futuro.Il dibattito pubblico sull’energia in Italianon sembra aver compreso la portata diquesto processo e l’importanza di guardareai territori per capire come sviluppare lefonti rinnovabili. Rimane difcile da in-taccare un modo di ragionare di energiafermo al secolo scorso, per cui qualsiasiragionamento non possa prescindere da unapproccio centralizzato e quantitativo, fattodi MW installati per impianto. Ma questachiave di lettura risulta oggi inadeguatarispetto a un processo che apre delle stradeassolutamente nuove. Se si ragiona di fontirinnovabili al centro sono le risorse presentinei territori, la domanda di energia di case,ufci e aziende, per capire come soddisfarecon le tecnologie più adatte e efcienti lediverse utenze collegate a una rete moder-na e efciente con la quale scambiano elet-tricità. E’ questo lo scenario che raccontanole tante esperienze realizzate in questi anninel territorio italiano di “nuovi” impianti dafonti rinnovabili: solare fotovoltaico, solaretermico, mini idro-elettrico, geotermia adalta e bassa entalpia, impianti da biomassemagari collegati a reti di teleriscaldamento.E per ognuna di queste fonti sono diversii processi che si stanno delineando nelleRegioni italiane (raccontati dalle cartine delRapporto) proprio perché differenti sonole potenzialità e le possibilità di valorizza-zione. E’ interessante notare come questaprospettiva risulti particolarmente vantag-giosa se la si guarda dal punto di vista deicittadini; perché coloro che hanno installa-to impianti solari termici e fotovoltaici, chesono collegati a reti di teleriscaldamento,vedono bollette meno salate in Comuni incui l’aria che si respira è più pulita. E l’aspet-to forse più importante da sottolineareè proprio la scommessa dei territori chehanno scelto di puntare sulle fonti rinno-vabili, perché la loro spinta dal basso si starivelando vincente da tutti i punti di vista.In primo luogo da un punto di vista dellarisposta al fabbisogno energetico: attraver-so eolico, geotermico, idroelettrico, biomas-se già oggi sono centinaia i Comuni cheproducono più energia elettrica di quantane consumano. Grazie a questi impiantisi sono creati nuovi posti di lavoro, portatiservizi e creato nuove prospettive di ricercaapplicata oltre, naturalmente, ad un mag-giore benessere e qualità della vita. Questerealtà sono oggi la migliore dimostrazionedel fatto che investire nelle rinnovabili èuna scelta lungimirante e conveniente chepuò innescare uno scenario di innovazionee qualità nel territorio.Le storie e i numeri del Rapporto sonoimportanti anche per far capire che la sdain cui l’Europa si è impegnata al 2020 è aportata di mano e che per l’Italia puntare
pREMESSA

Activity (2)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->