Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
9Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Ma Thesis

Ma Thesis

Ratings: (0)|Views: 197 |Likes:
Published by mmaths
Articolo di Nicola Bellomo, Presidente SIMAI, sul ruolo della matematica applicata nell'insegnamento.
Articolo di Nicola Bellomo, Presidente SIMAI, sul ruolo della matematica applicata nell'insegnamento.

More info:

Categories:Types, Research
Published by: mmaths on Sep 09, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/20/2010

pdf

text

original

 
Il Ruolo della Matematica Applicata e Industrialenella Societ`a e nella Formazione
Pubblicazioni Mathesis Subalpina Nicola BellomoDipartimento di Matematica, Poilitecnico di Torino
nicola.bellomo@polito.it
1. Matematica Applicata e Industriale nella Societ`a
Questo contributo `e redatto a seguito del convegno della
SIMAI Societ`a Italiana di Mate-matica Applicata e Industriale
svolto a Cagliari nei giorni 21-25 Giugno. Il Convegno, orga-nizzato in collaborazione e con la partecipazione della analoga Societ`a Spagnola SEMA, ha vistola presentzione di vari contributi di ricerca in riferimento ad applicazioni industriali, economiche,mediche e biologiche. Dibattiti e tavole rotonde hanno fatto ben comprendere che la matematicapu`o svolgere un ruolo importante nello sviluppo della nazione anche in un momento difficile perla societ`a in generale e per la ricerca scientifica in particolare. Infatti, i mezzi di informazione, ilmovimento degli studenti e dei docenti della scuola secondaria, del personale dell’universit`a e deicentri di ricerca hanno posto all’attenzione della collettivit`a la questione delle gravi difficolt`a in cuiversa il sistema della formazione e della ricerca e in Italia.Il disagio nasce anche dalla drastica riduzione dei finanziamenti e potenzialmente pu`o condurread una recessione culturale dalla quale sarebbe poi difficile uscire. Tuttavia, occorre tener presenteche uno dei vari rischi che si corrono `e quello di ricondurre il problema generale ad un problemaparticolare, per quanto esso sia rilevante. Ovvero, che si parli solo di finanziamenti e non diristrutturazione complessivo del sistema. Questo va riferito a un progetto culturale lungimiranteche non sembra visibile a livello politico indipendentemente dagli schieramenti.La crisi economica non solo non ha aperto prospettive in alcuni paesi come l’Italia, ma sembranon riconoscere convinzioni acquisite in altri paesi. Su questo tema non dimentichiamo il
LibroBianco
dello statista francese Delors (
J. Delors
, (1993), Crescita, competitivit, occupazione diJacques Delors,
Commissione Europea 
). Il libro bianco, documentava come la qualit`a della vita inun paese dipendesse dalla capacit`a di questo di sviluppare innovazione tecnologica e competitivit`aunita al rispetto della qualit`a dell’ambiente. Pertanto non comprendere che formazione e ricercapossono contribuire in modo sostanziale all’innovazione tecnologica, quindi al successo nella com-petizione internazionale, ed infine al benessere della societ`a, corrisponde ad una visione miope delfuturo del paese. Per rendersi conto di come questa visone, definita miope, non sia universalmentecondivisa `e sufficiente osservare i diversi livelli di investimento nelle Nazioni Europee ancora unavolta indipendentemente dallo schieramento politico dei governi. Ampie prospettive offre il dis-corso del presidente degli Stati Uniti (Address by the President Obama at the National Academyof Sciences annual meeting, 27 Aprile 27, Ufficio Stampa della Casa Bianca).In questo contesto le
Scienze Matematiche
, uscendo nell’astrattismo che le caratterizzacomunque solo in parte, possono svolgere un ruolo importante. La Societ`a Italiana di MatematicaApplicata e Industriale, SIMAI pu`o svolgere un ruolo centrale inteso a invertire la pessimisticavisione appena esposta. Inoltre un dialogo con i docenti della scuola secondaria `e parte essenziale1
 
di questa azione. Questi infatti possono dare un contributo importante al progetto che si evincedall’introduzione appena esposta.Premessa fondamentale `e il superamento della disputa, priva di prospettive, fra ricerca dibase e ricerca applicata, che spesso divide il mondo accademico. I sostenitori della ricerca di basespesso tendono a confondere, in alcuni casi pretestuosamente, la ricerca applicata come una sortadi attivit`a professionale non meritevole dell’appellativo
ricerca 
. Si tratta di una visione miope inquanto le due tipologie si distinguono per le loro finalit`a, ma non per il metodo. Inoltre gli stimolireciproci sono fondamentali per il raggiungimento di risultati di alto profilo. Ad esempio la ricercaapplicata di qualit`a offre stimoli permanenti alla ricerca di base
costringendo
questa a innovarsie cercare nuove vie. Di queste ha bisogno costante la ricerca applicata per il raggiungimento diobiettivi importanti.Se poi la ricerca applicata conduce all’innovazione tecnologica, ne trae vantaggio il paese intermini di competitivit`a, occupazione, e quindi in definitiva nella qualit`a della vita. Se poi diversediscipline contribuiscono a risultati importanti, ad esempio nelle scienze della vita, il contributo `ediretto alla qualit`a della vita oltre che alla riduzione dei costi sociali. Quindi, in ultima analisi, ilLibro Bianco dello statista francese Delors `e ancora valido.
2. Modelli Matematici e loro Rapporto con le Scienze Matematiche
Il dialogo fra scienze matematiche e applicazioni ha come elemento fondamentale il progetto el’applicazione dei modelli matematici. Questi possono svolgere un ruolo findamentale nell’efficaciadell’insegnamento della matematica nelle scuole secondarie.Per modello matematico si intende un’equazione idonea a descrivere l’evoluzione delle variabiliche rappresentano, nella sintesi del modello, lo stato fisico di un sistema reale. La struttura delleequazioni non `e defintia a priori, pu`o essere algebrica, differenziale, o altro. Tuttavia le variabili ingioco non sono astratte, ma hanno un significato fisico ben preciso. Le variabili indipendenti sonoinfatti lo spazio e il tempo che esistono indipendentemente dalla presenza del sistema che si intendemodellizzare. Invece le variabili dipendenti descrivono, nel modello matematico, lo stato fisico delsistema oggetto di modellizzazione.La descrizione `e ottenuta tramite la soluzione di un problema matematico, ottienuto unendol’equazione del modello a dati aggiuntivi noti come condizioni iniziali e al contorno. Di queste,le prime identificano lo stato del sistema in un opportuno tempo di riferimento (stato iniziale), leseconde il comportamento del sistema sul contorno del dominio che lo contiene. Le condizioni alcontorno descrivono le interazioni con l’ambiente esterno. La soluzione del problema `e generalmenteottenuta con metodi numerici, infatti la complessit`a dei modelli e dei problemi matematici che neseguono non consentono, nella grande generalit`a dei casi, di ottenere soluzioni analitiche. In alcunicasi l’equazione del modello `e sostituita da un schema computazionale, che comunque richiedecondizioni iniziali e al contorno.Tradizionalmente i modelli matematici sono nati in rapporto alle scienze fisiche per descrivere,mediante equazioni, fenomeni fisici, esperimenti e teorie fisiche in generale. Dai modelli matematicisono nate le teorie fisico-matematiche valide in condizioni molto generali e lontane da quelle nellequali sono stati realizzati gli esperimenti che hanno generato i modelli.Successivamente, in particolare nel secolo scorso, i modelli matematici e le teorie della fisicamatematica si sono rivolte alle scienze tecnologiche, contribuendo al loro sviluppo. Pi`u recente-mente, e soprattutto in questo secolo, la matematica applicata si `e rivolta alla modellizzazione deisistemi delle scienze della vita: biologia, scienze economiche e sociali, scienze cognitive, etc..2
 
La comunit`a scientifica `e unanime nel sostenere che la rivoluzione scientifica di questo se-colo sar`a la formalizzazione matematica dei fenomeni della biologia, e che tale scienza arricchir`al’approccio tradizionale di tipo sperimentale con teorie biologico matematiche analoghe alle teoriefisiche che hanno caratterizzato il progresso scientifico nei secoli scorsi. Alcune riviste, ad esempio
Physics of Life Reviews
sono rivolte a questo tipo di indagine scientifica, mentre esempi in ambitidiversi delle scienze della vita sono documentati nella pagina WEB:http://calvino.polito.it/fismat/poliI modelli matematici di successo riproducono, sia pure con una certa approssimazione, es-perimenti costosi. Inoltre, il modello matematico generalizza il comportamento del sistema realein condizioni lontane, e quindi pi`u generali, da quelle dell’esperimento. In alcuni casi il modellomatematico `e in grado di mettere in evidenza fenomeni non osservati da esperimenti. In questi casi,comunque di successo, l’approccio matematico ha suggerito nuovi esperimenti idonei a mettere afuoco i comportamenti emergenti descritti dal modello.In tal senso possiamo dire che la matematica non `e soltanto una scienza fatta di astrazioni,ma opera in rapporto ai sistemi reali. Le scienze matematiche in generale, quindi anche nei lorocontenuti astratti, hanno sempre ricevuto impulsi importanti da queste interazioni, che hannomotivato lo sviluppo di nuovi metodi matematici. La storia del pensiero matematico `e ricca diesempi di grande rilievo. Ricordiamo il calcolo differenziale nato dalle teorie di Newton e il calcolodifferenziale assoluto generato dalla teoria della relativit`a di Einstein. Attualmente, le scienzematematiche sono attratte dai sistemi viventi complessi costituiti da molti soggetti interagenti.Questi hanno la capacit`a di sviluppare strategie individuali e collettive che si adattano all’ambienteche li circonda. Comprendere la profonda differenza che distingue la dinamica dei sistemi viventi daquella della materia inerte `e una delle sfide pi`u affascinanti che coinvolgono matematici e studiosidi tutte le discipline.I modelli matematici sono costruiti con obiettivi specifici. Generalmente con l’obiettivo disimulare esperimenti noti e di riprodurre la realt`a di questi in condizioni diverse. Il vantaggio diquesto tipo di modelli `e quello di ridurre i tempi della sperimentazione, il cui costo `e quasi sempremolto elevato. A questa classe di modelli si chiede accuratezza e capacit`a di adattarsi a situazionifisiche diverse.Forse maggiore interesse presentano i modelli in grado di evidenziare, sia pure a livello quali-tativo, fenomeni particolari non ancora osservati a livello sperimentale.`E chiaro che questo tipo dimodelli presenta un interesse rilevante per la ricerca nelle scienze biologiche: essi infatti questi con-sentono di guidare la sperimentazione alla ricerca di eventi spesso nascosti nella grande complessit`adei fenomeni biologici.Le nuove frontiere della ricerca sono oggi rivolte allo studio di sistemi complessi e, in particolare,di quelli delle scienze biologiche e mediche. Gli obiettivi sono concreti e il metodo di ricercasi sta sempre pi´u differenziando dall’approccio tradizionale, ove le singole discipline mettevanoa disposizione i loro strumenti tradizionali, senza utilizzare il contributo proveniente da ambitidiversi di ricerca. Oggi non `e pi´u cos´i: diverse competenze, tecnologie, metodi, etc. sono indirizzativerso obiettivi comuni. Quanto pi´u `e impegnativa la sfida, tanto pi´u il metodo interdisciplinarediventa importante, se non essenziale.`E in questo contesto che scienze biologiche, matematiche einformatiche si incontrano con un obiettivo comune di grande rilievo: la lotta contro il cancro.Le motivazioni a carattere sociale sono nella vita di tutti i giorni; `e ben noto infatti che lemalattie tumorali rappresentano, insieme alle malattie cardiovascolari, una delle cause principali didecesso. Ci`o vale nei paesi occidentali, ma purtroppo la situazione non migliora nei paesi depressi,3

Activity (9)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
Lorenzo Pareschi liked this
Paola Santucci liked this
Virginia Alberti liked this
danig67 liked this
StefanoCidone liked this
Gino Renzi liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->