Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
7Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
eRelazione di Tina Anselmi,P2

eRelazione di Tina Anselmi,P2

Ratings:

4.0

(1)
|Views: 1,689|Likes:
Published by dlssio

More info:

Published by: dlssio on Jul 02, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/09/2014

pdf

text

original

 
COMMISSIONE PARLAMENTARE D'INCHIESTA SULLALOGGIA MASSONICA P2
(Legge 23 settembre 1981, n. 527)
RELAZIONE DI MAGGIORANZA
dell'onorevole TINA ANSELMI
 
INDICE:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE D'INCHIESTASULLA LOGGIA MASSONICA P2
Presidente: on. Tina Anselmi (DC)Componenti:
on. Salvo Andò (PSI)
on. Piero Angelini (DC)
sen. Attilio Bastianini (PLI)
on. Adolfo Battaglia (PRI)
sen. Nereo Battello (PCI)
on. Antonio Bellocchio (PCI)
sen. Claudio Beorchia (DC)
sen. Luigi Covatta (PSI)
sen. Giorgio Covi (PRI)
on. Famiano Crucianelli (PDUP)
sen. Severino Fallucchi (DC)
sen. Sergio Flamigni (PCI)
sen. Elio Fontana (DC)
on. Rino Formica (PSI)
on. Elio Gabbuggiani (PCI)
on. Alberto Garocchio (DC)
on. Alessandro Ghinami (PSDI)
sen. Gino Giungi (PSI)
sen. Bruno Giusti (DC)
sen. Giuseppe Graziani (PCI)
sen. Manlio Ianni (DC)
on. Sergio Mattarella (DC)
on. Altero Matteoli (MSI-DN)
sen. Leonardo Melandri (DC)
on. Giampaolo Mora (DC)
on. Achille Occhetto (PCI)
sen. Pietro Padula (DC)
on. Claudio Petruccioli (PCI)
sen. Francesco Pintus (PCI)
sen. Giorgio Pisanò (MSI-DN)
sen. Raimondo Ricci (PCI)
on. Aldo Rizzo (Ind. di sinistra)
sen. Roberto Ruffilli (DC)
sen. Roberto Spano (PSI)
on. Massimo Teodori (Radicale)
on. Giancarlo Tesini (DC)
on. Felice Trabacchi (PCI)
on. Antonio Ventre (DC)
on. Bruno Vincenzi (DC)
sen. Giuseppe Vitale (PCI)
INTRODUZIONE
 
La valutazione e l'esatta comprensione delle conclusioni che la Commissione parlamentare di inchiesta sullaLoggia massonica P2 consegna al Parlamento al termine dei suoi lavori, richiedono alcune preventiveprecisazioni intorno al metodo ed ai criteri secondo i quali la presente relazione è stata redatta.Il problema fondamentale con il quale la Commissione nel corso dei suoi lavori ed il relatore nella stesura deldocumento finale si sono dovuti confrontare è stato quello della vastità della materia oggetto di indagine, chenon solo interessa i più svariati campi della vita nazionale, intrecciandosi altresì con argomenti oggetto dialtre inchieste parlamentari, ma si estende inoltre lungo l'arco di un periodo di tempo più che decennale.Sta a testimonianza di questa peculiare natura del fenomeno analizzato l'ampiezza dei lavori dellaCommissione, protrattisi per oltre trenta mesi, secondo un impegno che pochi dati statistici bastano adevidenziare in modo eloquente.La Commissione ha effettuato un totale di 147 sedute, nel corso delle quali sono state ascoltatetestimonianze, per un totale di 198 persone che hanno, a vario titolo, collaborato ai lavori di inchiesta in sededi audizione. Valendosi dei poteri concessi dalla legge istitutiva, la Commissione ha ordinato l'effettuazione di14 operazioni di polizia giudiziaria, tra le quali particolare rilievo hanno assunto quella diretta ad accertare lasituazione reale dell'assetto proprietario relativo al Corriere della Sera, nonché quelle effettuate presso lecomunioni massoniche maggiormente accreditate al fine di verificare, in termini ultimativi, sia la consistenzadella Loggia massonicaP2, sia la natura dei vari legami con l'ambiente massonico. Nel corso dei suoi lavori la Commissione hainfine accumulato una mole di documenti, valutabile nell'ordine di alcune centinaia di migliaia di pagine, cherisulta in parte formata direttamente da attività della Commissione, in parte acquisita da fonti esterne, ovvero,oltre che da privati, da autorità giudiziarie ed amministrative di ogni ordine e grado, che hanno prestato laloro collaborazione, sia autonomamente, che su impulso della Commissione.I dati esposti offrono da soli, nella loro sintetica enunciazione, un quadro significativo dell'importanza delfenomeno e della sua ramificazione. Si vuole qui ricordare, infine, che la materia oggetto di indagine, o suoiaspetti particolari, è altresì oggetto di numerose inchieste giudiziarie attualmente in corso, nelle quali sonorinvenibili presenze non marginali di uomini ed ambienti che nella Loggia P2trovavano espressione.Le considerazioni esposte rendono palese che il primo problema che la Commissione ha dovuto affrontare insede di conclusione dei propri lavori è stato quello di delimitare l'ambito del proprio documento conclusivo, alfine di consentire al Parlamento ed ai cittadini uno strumento atto a comprendere e valutare il fenomenonella sua portata reale, nella convinzione che dilatare indiscriminatamente il discorso oltre un certo limiteequivarrebbe, in ultima sostanza, a perdere il significato reale dell'evento. Quando si ponga mente allavarietà e qualità delle persone affiliate alla loggia, alla estensione dei campi di attività che esserappresentavano, alla durata nel tempo della sua accertata operatività, appare evidente che una sceltametodologica che avesse privilegiato il criterio di inseguire il fenomeno nelle sue molteplici ramificazioni nonavrebbe avuto altro esito che quello di riprodurre descrittivamente, nel migliore dei casi, una determinatasituazione, senza peraltro pervenire ad una comprensione politicamente apprezzabile della sua genesi, dellasua sostanza e delle finalità ad essa prefissate.La Commissione, facendosi carico del grave compito assegnatole dal Parlamento e della vigile attenzionecon la quale l'opinione pubblica ha seguito questa vicenda, ha ritenuto che una simile scelta si sarebberisolta in un sostanziale fin de non-recevoir politico, eludendo la vera sostanza del problema, che è, ed altronon potrebbe essere, quella di identificare la specificità dell'operazione piduista.Si tratta in altri termini di verificare se sia possibile individuare, indagando quella che il CommissarioBattaglia ha definito la natura polimorfa di tale organizzazione, un filo conduttore che attraverso lamolteplicità degli aspetti e degli eventi riconduca ad una interpretazione unitaria il fenomeno. In taleprospettiva il relatore ha proceduto, ponendosi di fronte al corpus testimoniale e documentale a disposizione,con l'intento di operare una selezione tra i fatti e i documenti che si presentavano, contrassegnati damaggiore interesse e per i quali era possibile stabilire un apprezzabile collegamento avente significatointerpretativo. La enucleazione diquesti momenti di analisi di maggior pregio si è posta come intervento pregiudiziale ed indispensabile allanecessaria opera di interpretazione dei dati, nella quale si è proceduto alla verifica di una possibilericostruzione generale del fenomeno, dandorilievo preminente, in tale operazione, alla verosimiglianza interpretativa dei risultati raggiunti, consideratisoddisfacenti quando confortati dalla logica della conclusione proposta, ovvero dalla sua congruità a fornireuna spiegazione coerente alla massaindistinta di dati sottoposti alla nostra attenzione.In questo contesto, la Commissione ha operato uno sforzo nel tentare di capire e di interpretare non solo ciòche veniva sottoposto alla sua attenzione, ma altresì ciò che ad essa veniva celato, quanto le carte e letestimonianze dicevano in termini esplicitie quanto esse rivelavano, e spesso era il più, implicitamente, attraverso i silenzi e le omissioni.Le conclusioni alle quali si è pervenuti sono pertanto ritenute attendibili e come tali meritevoli di essereportate all'esame del Parlamento, poiché ricevono supporto, oltre che dalla documentazione in nostro

Activity (7)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Laura Picchi liked this
plutoxic liked this
CarlSilva liked this
CarlSilva liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->